FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3968686
Home » Attualità » Piano nazionale di ripresa e resilienza » PNRR e azioni di potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche: pubblicate le istruzioni operative per attuare l’investimento

PNRR e azioni di potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche: pubblicate le istruzioni operative per attuare l’investimento

Fornite importanti indicazioni sulle tipologie di attività e sulle spese ammissibili. I progetti potranno essere presentati fino al 15 dicembre 2023.

16/11/2023
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L’Unità di Missione (UdM) del Ministero dell’Istruzione con nota 132935 del 15 novembre 2023 ha trasmesso alle scuole le istruzioni operative relative all’Investimento 3.1: Nuove competenze e nuovi linguaggi con specifico riferimento alle Azioni di potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche

L’UdM ha trasmesso anche le istruzioni operative per la generazione del CUP tramite Template

Ricordiamo che con il Decreto Ministeriale 65/23  è stata ripartita quota parte delle risorse relative alla linea di investimento 3.1Nuove competenze e nuovi linguaggi”.

In particolare sono individuate due linee di intervento

  1. 600 milioni di euro sono destinati alla realizzazione di percorsi didattici, formativi e di orientamento per alunni e studenti finalizzati a
  • promuovere l’integrazione, all’interno dei curricula di tutti i cicli scolastici, di attività, metodologie e contenuti volti a sviluppare le competenze STEM, digitali e di innovazione, nonché quelle linguistiche,
  • garantire pari opportunità e parità di genere in termini di approccio metodologico e di attività di orientamento STEM.
  1. 150 milioni di euro per la realizzazione di percorsi formativi di lingua e di metodologia di durata annuale, finalizzati al potenziamento delle competenze linguistiche dei docenti in servizio e al miglioramento delle loro competenze metodologiche di insegnamento.

La linea di intervento A) è correlata all’attuazione dei commi 548-554 della legge 29 dicembre 2022, n. 197, che hanno introdotto iniziative per il rafforzamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione da parte degli studenti in tutti i cicli scolastici, prevedendo, altresì, le Linee guida per le discipline STEM al fine di aggiornare il piano dell’offerta formativa di ciascuna scuola.

Istruzioni operative

Tipologie di attività formative

Linea di Intervento A

Le tipologie di attività formative che possono essere attivate sono le seguenti

  • Percorsi di orientamento e formazione per il potenziamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione, finalizzate alla promozione di pari opportunità di genere
  • Percorsi di tutoraggio per l’orientamento agli studi e alle carriere STEM, anche con il coinvolgimento delle famiglie
  • Percorsi di formazione per il potenziamento delle competenze linguistiche degli studenti
  • Attività tecnica del gruppo di lavoro per l’orientamento e il tutoraggio per le STEM

La nota 132935/23 fornisce indicazioni più dettagliate sulla singola attività

Tipologia attività

A chi è rivolto

Chi lo realizza

Contenuti

Fruizione oraria per gli studenti

Percorsi di orientamento e formazione per il potenziamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione, finalizzate alla promozione di pari opportunità di genere

All’intero gruppo classe, di più classi, di classi aperte e comunque di gruppi di studenti non inferiori a 9 unità, favorendo la massima partecipazione e coinvolgimento delle studentesse.

I percorsi si svolgono in presenza sono tenuti da almeno un formatore esperto in possesso di

competenze documentate sulle discipline STEM e sulle tematiche del

per

corso, coadiuvato da un tutor.

I Percorsi sono svolti sulla base delle indicazioni contenute nelle Linee guida per le discipline STEM.

I percorsi devono dedicare, a livello trasversale, particolare attenzione al superamento degli stereotipi e dei divari di genere, valorizzando i talenti delle alunne e delle studentesse verso lo studio delle STEM.

Lo svolgimento di tali percorsi può essere ricompreso anche nelle attività previste dalle Linee guida per l’orientamento di cui al DM 328/22

Possono essere finalizzati

  • sia al potenziamento della didattica curricolare, con il coinvolgimento di una o più classi o a classi aperte,
  • sia allo svolgimento di attività co-curricolari, come potenziamento delle attività svolte al di fuori dell’orario scolastico da gruppi di alunne e alunni o studentesse e studenti che intendano approfondire tali discipline

Percorsi di tutoraggio per l’orientamento agli studi e alle carriere STEM, anche con il coinvolgimento delle famiglie

Gruppo di studentesse e studenti e prevedono il coinvolgimento delle

famiglie, in particolare nella fase di restituzione delle esperienze di mentoring

I percorsi si svolgono in presenza e sono tenuti da un formatore mentor esperto in possesso di competenze documentate sulle discipline STEM e sull’orientamento.

Attività volte ad orientare le studentesse e gli studenti, ad intraprendere gli studi e le carriere professionali nelle discipline STEM, valorizzando i loro talenti, le loro esperienze e le inclinazioni verso le discipline matematiche, scientifiche

e tecnologiche, nella scelta della scuola secondaria di secondo grado, nelle scelte al termine del secondo ciclo verso la formazione professionalizzante terziaria degli ITS Academy o verso le università, nelle scelte professionali future.

Nessuna indicazione specifica

Percorsi di formazione per il potenziamento delle competenze linguistiche degli studenti

coinvolgimento

dell’intero gruppo classe, di più classi, di classi aperte e comunque di gruppi

di studenti non inferiori a 9 unità.

Le azioni formative sono svolte in presenza devono essere tenuti da formatori/tutor esperti,

specificamente incaricati.

Sperimentazione di

  • percorsi con metodologia CLIL nell’ambito di discipline non linguistiche,
  • percorsi finalizzati al conseguimento di una certificazione linguistica, anche in preparazione di mobilità nell’ambito del programma Erasmus+,
  • Potenziamento della didattica curricolare con il coinvolgimento di una o più classi o a classi aperte,
  • svolgimento di attività co-curricolari, come potenziamento delle attività svolte al di fuori dell’orario scolastico

Attività tecnica del gruppo di lavoro per l’orientamento e il tutoraggio per le STEM

docenti tutor esperti interni e/o esterni

  • rilevare dei fabbisogni dei destinatari,
  • programmare e accompagnare le azioni formative
  • documentare la loro attività anche attraverso la piattaforma dedicata,
  • programmare e gestire attività di orientamento e tutoraggio, anche personalizzato, in favore delle studentesse e degli studenti e delle loro famiglie, anche attraverso l’organizzazione di azioni rientranti nelle Linee guida per le STEM e nelle Linee guida per l’orientamento.

Il gruppo di lavoro pone in essere tutte le misure necessarie per garantire le pari opportunità di genere nell’accesso ai percorsi sulle STEM.

Linea di Intervento B

Le tipologie di attività formative che possono essere attivate sono le seguenti

  • Percorsi formativi annuali di lingua e metodologia per docenti
  • Attività tecnica del gruppo di lavoro per il multilinguismo

La nota 132935/23 fornisce indicazioni più dettagliate sulla singola attività

I Percorsi formativi annuali di lingua e metodologia per docenti si articolano in due tipologie:

  1. corsi annuali di formazione linguistica per docenti in servizio, che consentano di acquisire un'adeguata competenza linguistico comunicativa in una lingua straniera, finalizzata al conseguimento di certificazione di livello B1, B2, C1, C2, secondo quanto previsto dal Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) e dal decreto del Ministro dell’istruzione 10 marzo 2022, n. 62. Il numero minimo di corsisti che concludono il percorso deve essere almeno pari a 5.
  2. corsi annuali di metodologia Content and Language Integrated Learning (CLIL), rivolti ai docenti in servizio.

I corsi sono mirati

  • a potenziare le competenze pedagogiche, didattiche e linguistico-comunicative dei docenti per l’insegnamento delle discipline secondo la metodologia CLIL,
  • a potenziare le competenze di progettazione e gestione di percorsi didattici CLIL, in collaborazione con gli altri docenti, attraverso l’utilizzo di materiali, risorse e tecnologie didattiche specifici
  • promuovere l’apprendimento di contenuti disciplinari attraverso la lingua straniera
  • promuovere la verifica e la valutazione dei risultati di apprendimento.

Una specifica attenzione potrà essere dedicata alla didattica dell’italiano come lingua seconda e straniera. I corsi si articolano in attività d’aula, in attività laboratoriali e di formazione sul campo, in attività di studio e approfondimento.

I percorsi sono tenuti da almeno un formatore esperto in possesso di competenze documentate sulla metodologia CLIL.

Entrambe le tipologie di corsi sono rivolte a docenti in servizio della scuola dell’infanzia e primaria e a docenti in servizio di discipline non linguistiche delle scuole secondarie di primo e secondo grado e hanno la durata di un anno scolastico.

Ciascuna scuola garantisce lo svolgimento di almeno un percorso annuale per ciascuna tipologia.

Opzioni di costo semplificate

I progetti saranno attuati sulla base di opzioni di costo semplificate (OCS). Come è noto l’OCS è la modalità di rendicontazione dei costi di progetto in cui gli importi ammissibili sono calcolati conformemente a un metodo predefinito basato sugli output, sui risultati o su certi altri costi, senza la necessità di comprovare ogni euro di spesa mediante singoli documenti giustificativi.

La procedura per la rendicontazione delle spese attraverso le OSC rispecchia quella per le spese a costi reali, mentre si differenzia in merito alla documentazione da acquisire per la relativa verifica.

Per ciascuna delle attività didattiche e formative sopra indicate è indicato la modalità di fruizione, la durata, i costi diretti, i costi indiretti con individuazione del tasso forfettario in relazione ai costi diretti.

Linea di intervento A

Tipologia attività

Modalità e durata

UCS Personale

Costi diretti

Costi indiretti tasso forfet 40%

Incidenza percentuale

Percorsi di orientamento e formazione per il potenziamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione, finalizzate alla promozione di pari opportunità di genere

Gruppi di studenti non inferiori a 9 unità, favorendo la massima partecipazione e coinvolgimento delle studentesse.

Minimo 10 ore massimo 30 ore

Docente/esperto

€ 79/h

Tutor

€ 34/h

40% costi diretti di personale

Il costo per lo svolgimento di questa attività deve essere almeno pari al 50% del totale del finanziamento relativo alla linea di intervento.

Percorsi di tutoraggio per l’orientamento agli studi e alle carriere STEM, anche con il coinvolgimento delle famiglie

Piccoli gruppi

(minimo 3 studentesse e studenti)

minimo 10 ore massimo 20 ore

79,00 €/h

40% costi diretti di personale

Percorsi di formazione per il potenziamento delle competenze linguistiche degli studenti

Gruppi di studenti non inferiori a 9 unità, favorendo la massima partecipazione e coinvolgimento delle studentesse.

Minimo 10 ore massimo 40 ore

Docente/esperto

€ 79/h

Tutor

€ 34/h

40% costi diretti di personale

Il costo per lo svolgimento di questa attività non può superare il 10% del totale del finanziamento relativo alla linea di intervento.

Attività tecnica del gruppo di lavoro per l’orientamento e il tutoraggio per le STEM

Max 10% del totale del finanziamento del progetto

34 €/h

Non previsti

Il costo complessivo per lo svolgimento di questa attività non può superare il 10% del totale del finanziamento relativo alla linea di intervento.

Esempio

Nel caso di un modulo relativo ai “Percorsi di orientamento e formazione per il potenziamento delle competenze STEM, digitali e di innovazione, finalizzate alla promozione di pari opportunità di genere” di 30 ore, il costo è il seguente:

Costi diretti:

Docente/esperto: € 79 * 30h = € 2.370,00

Tutor: € 34 *30 =€ 1.020,00

Totale costi diretti: € 3.390,00

Costi indiretti: max € 1.356,00 (calcolato automaticamente dal sistema informativo)

TOTALE: € 4.796,00

Linea di intervento B

Tipologia attività

Modalità e durata

UCS Personale

Costi diretti

Costi indiretti tasso forfet 40%

Incidenza percentuale

Percorsi formativi annuali di lingua e metodologia per docenti

Minimo 5 docenti

€ 122 per ciascuna ora di corso

40% costi diretti di personale

Il costo per lo svolgimento di questa attività deve essere almeno pari al 90% del totale del finanziamento della linea adi intervento B.

Attività tecnica del gruppo di lavoro per il multilinguismo

Il gruppo di lavoro è composto da tutor esperti interni e/o esterni.

€ 34,00 €/h

Il costo complessivo per lo svolgimento di questa attività non può superare il 10% del totale del finanziamento della linea di intervento B..

Spese ammissibili di personale

Sono ammissibili le spese per retribuire unicamente personale necessario ed essenziale allo svolgimento delle attività di progetto, in qualità di docente o esperto.

Tale personale deve

  • essere individuato dalle scuole attraverso procedure selettive comparative pubbliche, aperte al personale scolastico interno e a esperti esterni
  • essere in possesso delle necessarie competenze per l’espletamento di funzioni aggiuntive
  • svolgere le attività al di fuori dell’orario di servizio se personale interno
  • realizzare unicamente le attività strettamente connesse ed essenziali per la realizzazione del progetto finanziato, funzionalmente vincolate all’effettivo raggiungimento di target e milestone di progetto, ed espletate in maniera specifica per assicurare le condizioni di realizzazione del medesimo progetto.

Gli incarichi aggiuntivi da conferire al personale interno individuato, dovranno essere attribuiti nel rispetto puntuale della parte normativa dei CCNL vigenti di riferimento per ciascuna figura operante nella scuola ed essere autorizzate sulla base delle norme vigenti.

Spese non ammissibili

Non sono ammissibili i costi relativi

  • alle attività di preparazione, monitoraggio, controllo, audit e valutazione, in particolare: studi, analisi, attività di supporto amministrativo alle strutture operative, azioni di informazione e comunicazione, consultazione degli stakeholders, spese legate a reti informatiche destinate all’elaborazione e allo scambio delle informazioni
  • al funzionamento ordinario dell’istituzione scolastica, compresi i costi relativi alla rendicontazione degli interventi.

Tempistica

Tutte le azioni relative alle due linee di intervento devono essere avviate tempestivamente fin dall’anno scolastico 2023-2024 e concluse con relativa certificazione di completamento entro il 15 maggio 2025.

Progettazione dei percorsi

Tutto il ciclo di vita dei progetti relativi all’investimento sulla dispersione scolastica sarà gestito dalla piattaforma “Futura – PNRR Gestione progetti” accessibile sul portale https://pnrr.istruzione.it/ o dall’area riservata del Ministero dell’istruzione.

Le scuole beneficiarie delle risorse di cui al D.M. n. 65/2023 procedono a redigere il progetto su tale piattaforma. Il progetto si compone di 6 sezioni,

Sezione

Contenuti e compilazione

Dati generali

Dovranno essere inseriti i seguenti dati

  • il titolo del progetto,
  • la descrizione sintetica e di riepilogo del progetto (max 4.000 caratteri);
  • la data prevista di inizio delle attività;
  • la data prevista di conclusione delle attività (non successiva al 15 maggio 2025);
  • il Codice CUP del progetto che dovrà essere generato utilizzando il Codice di template n. 2308001; nome del template: PNRR M4C1-3.1 – MIM - Potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche;
  • gli estremi del legale rappresentante (Dirigente scolastico): il sistema propone già dei campi precompilati, che potranno essere eventualmente modificati solo in caso di non coincidenza con il dirigente in effettivo servizio presso la scuola;
  • gli estremi del referente di progetto per conto dell’istituzione scolastica

.

Intervento

Descrizione del quadro operativo complessivo dell’intervento diviso in tre parti

Partenariato

è possibile inserire i dati relativi ai partner di progetto (università, centri di ricerca, enti e organismi di formazione specializzati nel settore dell’innovazione digitale e didattica delle scuole, etc.) che collaboreranno al progetto. Quando il coinvolgimento del partner avviene a titolo oneroso, la loro individuazione può avvenire preliminarmente all’atto di stesura del progetto oppure in sede di attuazione del progetto stesso, nel rispetto dei principi previsti dal codice degli appalti

Attività associate all’intervento

la scuola inserisce sulla piattaforma il numero di ore programmato per ciascuna tipologia di attività formativa e il numero di edizioni previste (numero complessivo di percorsi per ciascuna singola tipologia di attività). Il sistema procederà a calcolare in automatico gli importi relativi a ciascuna attività, compresa la quota di costi indiretti.

Per l’attività relativa alla “Attività tecnica del gruppo di lavoro, il sistema calcolerà in automatico il numero di ore, nel limite del 10% del totale del progetto. Per i percorsi STEM dovranno anche essere inseriti i codici.

Descrizione dettagliata del progetto

La scuola può inserire Campi di testo descrittivi relativi

  • all’analisi dei fabbisogni formativi
  • alle azioni di formazione e orientamento previste,
  • alla eventuale collaborazione in rete con altre scuole per la realizzazione del progetto,
  • alle modalità di attuazione,
  • al rispetto delle condizionalità del PNRR, in particolare con riferimento alla parità di genere,
  • al partenariato con altri enti/organizzazioni

Indicatori e target

Sono elencati gli indicatori comuni, le milestone e i target dell’intervento, che saranno oggetto di monitoraggio e di rendicontazione. Il sistema propone in automatico i seguenti campi:

Indicatori

C10(A-N) – Numero di partecipanti in un percorso di istruzione o formazione (uomini, donne,

non binario, età 0-17 anni, 18-29 anni; 30-54 anni; 55<).

La scuola dovrà indicare in sede di monitoraggio il valore programmato e realizzato del numero delle unità di personale scolastico che partecipano alle attività formative.

C14 – Numero di giovani di età compresa fra i 15 e 29 anni che ricevono sostegno (uomini, donne,

non binario).

La scuola dovrà indicare in sede di monitoraggio il valore programmato e realizzato di studentesse e studenti, che ricevono sostegno quali partecipanti ai percorsi formativi.

Target

Scuole che hanno attivato progetti di orientamento STEM nel 2024/25 (target UE) – scadenza

T2-2025

Il valore numerico riportato (pari al valore minimo di 1) è riferito al numero di sedi scolastiche (plessi) che hanno attivato e concluso alla data del 15 maggio 2025 progetti di orientamento STEM nel 2024/25. Il valore è incrementato dalla scuola in fase di rendicontazione sulla base del numero effettivo di sedi scolastiche (plessi) in cui sono stati attivati progetti di orientamento STEM.

Corsi annuali di lingua e metodologia offerti agli insegnanti (target UE) – scadenza T2-2025

Il valore numerico riportato (pari al valore minimo di 1) è riferito al numero di corsi di lingua e metodologia per docenti attivati e conclusi alla data del 15 maggio 2025.

Il valore è incrementato dalla scuola in fase di rendicontazione sulla base del numero effettivo di corsi di lingua e metodologia per docenti attivati e conclusi alla data del 15 maggio 2025.

Classi attivate nei progetti STEM nel 2024/25 (target ITA) – scadenza T4-2025

Il valore numerico sulle classi coinvolte deve essere compilato dalla scuola in sede di monitoraggio, fermo restando che il progetto deve coinvolgere tutte le classi, in coerenza con le linee guida sulle discipline STEM e l’aggiornamento del PTOF.

Studenti che hanno frequentato corsi di lingua extracurriculari nel 2024 (target ITA) – scadenza T4-2024

Il valore numerico deve essere compilato dalla scuola in sede di monitoraggio, sulla base del numero di studenti formati nell’ambito dei corsi di lingua extracurriculari nel 2024.

Riepilogo progetto

È possibile visionare l’intero progetto anche al fine di effettuare i controlli ed eventuali modifiche alle precedenti sezioni

Carica

proposta

progettuale

Consente di

  • selezionare con un segno di spunta le Dichiarazioni obbligatorie richieste per l’accesso al finanziamento
  • firmare digitalmente il Progetto (sia direttamente utilizzando le credenziali di firma su SIDI del dirigente scolastico sia utilizzando un altro sistema di firma digitale)
  • procedere al suo caricamento.

Accordo di concessione

L’Accordo di concessione rappresenta lo strumento di regolazione delle procedure di attuazione e di finanziamento del progetto e che diventa efficace dopo la firma da parte del Coordinatore dell’Unità di missione per il PNRR, che sarà notificata alla scuola direttamente dal sistema informativo.

È possibile presentare i progetti utilizzando l’area di progettazione della piattaforma ministeriale, dalle ore 15.00 del giorno 15 novembre 2023 alle ore 15.00 del giorno 15 dicembre 2023.

Codice Unico di Progetto (CUP)

In relazione all’attuazione alle “Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica”, il “Sistema CUP” ha rilasciato uno specifico template che consente una generazione semplificata del CUP sulla piattaforma CUPWeb: Codice di template n. 2308001; nome del template: PNRR M4C1-3.1 – MIM- Potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche.

Il CUP così generato deve essere caricato all’interno del sistema informativo associandolo al relativo progetto. Il CUP non potrà più essere sostituito essendo vincolato all’atto di finanziamento e non dovrà in alcun modo essere cambiato, revocato o cancellato durante tutto il ciclo di vita del progetto.

Codice identificativo di gara (CIG)

Il Codice identificativo di gara (CIG) è un codice univoco generato dal sistema informativo (Servizio Simog) dell’ANAC, l’Autorità nazionale anticorruzione, per identificare ogni singolo contratto sottoscritto con la pubblica amministrazione. Per i progetti finanziati nell’ambito del PNRR è sempre richiesto il CIG ordinario per le procedure di affidamento di importo superiore a euro 5.000,00. È comunque consigliato anche per le procedure di importo pari o inferiore a euro 5.000,00 acquisire il CIG ordinario.

Tracciabilità dei flussi finanziari

Per garantire la tracciabilità di tutte le operazioni, oltre al codice identificativo di gara (CIG) e del codice unico di progetto (CUP), occorre acquisire la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (DSAN) sulla tracciabilità dei flussi finanziari di tutti i soggetti affidatari.

Assunzione in bilancio delle risorse attribuite

il finanziamento relativo al progetto dovrà essere iscritto nelle ENTRATE – modello A, aggregato 02 – “Finanziamenti dall’Unione Europea” (liv. 1 – aggregato) – 03 - “Altri finanziamenti dell’Unione europea” (liv. 2- voce), istituendo la sottovoce “Next generation EU - PNRR” (liv. 3) del Programma annuale.

Per la registrazione delle SPESE, nel suddetto Mod. A, dovrà essere istituito nell’ambito dell’Attività A (liv. 1) – A.3 Didattica (liv. 2), la specifica voce di destinazione (liv. 3 “Investimento

M4C1-3.1 – Potenziamento delle competenze STEM e multilinguistiche – D.M. n. 65/2023 – Codice identificativo del progetto: ________ - CUP: ____________________”, dove dovrà essere riportato il codice identificativo del progetto assegnato dal sistema informativo, visibile sulla piattaforma e sulla scheda del progetto, e il codice CUP. Per il progetto occorrerà, conseguentemente, predisporre la relativa Scheda illustrativa finanziaria (Mod. B).

Rendicontazione degli indicatori

Gli indicatori dovranno essere misurati due volte l’anno rispetto al valore realizzato. Le scuole, all’interno dell’area “Gestione”, utilizzando la funzione “Monitoraggio”, aggiorneranno i dati sia riferiti agli indicatori che ai target.

La rendicontazione degli indicatori da parte dei soggetti attuatori sulla piattaforma “PNRR – Gestione Progetti” segue le seguenti scadenze per ciascuna annualità:

  • 31 gennaio (per il periodo 1° luglio - 31 dicembre dell’anno precedente)
  • 31 luglio (per il periodo 1° gennaio - 30 giugno del medesimo anno).

Tali dati saranno oggetto di controllo da parte dell’Unità di missione per il PNRR per il successivo

inoltro al sistema ReGIS e alla Commissione europea.

Documentazione

La documentazione di tutte le attività svolte dopo la stipula dell’Accordo di concessione avviene in fase di attuazione attraverso l’utilizzo della piattaforma “Futura PNRR – Gestione Progetti”, integrata nello specifico con la piattaforma di tutoraggio e formazione, prevista dal PNRR per la linea di investimento 3.1.

Erogazione delle risorse

L’erogazione a rimborso prevede

  • una o più quote intermedie, fino al raggiungimento (compresa l’anticipazione) del 90% dell’importo della spesa dell’intervento, sulla base delle richieste di erogazione presentate dalla scuola
  • una quota a saldo pari al 10% dell’importo della spesa dell’intervento, sulla base della presentazione della richiesta di erogazione finale attestante la conclusione dell’intervento, nonché il raggiungimento dei relativi target, in coerenza con le risultanze del sistema informativo.