FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3819153
Home » Attualità » Politica e società » Un disagio che "brucia"

Un disagio che "brucia"

Pubblichiamo integralmente l'articolo apparso su Rassegna Sindacale n. 39 del 29 ottobre 2002

23/10/2002
Decrease text size Increase  text size

Il fenomeno - Cos'è il "burnout"

Pubblichiamo integralmente l'articolo apparso su Rassegna Sindacale n. 39 del 29 ottobre 2002

___________________________________

"Pur non essendo ancora inserito nella classificazione internazionale delle patologie (Dsm-4), il fenomeno del burnout è stato analizzato sin dalla metà degli anni ottanta come disturbo che può colpire particolari categorie di lavoratori per motivi professionali sottoposti a intensi e protratti fattori di stress. L’osservazione negli insegnanti ha evidenziato tre componenti: • affaticamento fisico ed emotivo; • atteggiamento distaccato e apatico nei confronti degli studenti, dei colleghi e nei rapporti interpersonali; • sentimento di frustrazione per la mancata realizzazione delle proprie aspettative professionali. Un quarto sintomo, individuato più di recente, consiste nella perdita della capacità di controllo rispetto all’attività professionale, con il venir meno del senso critico, che permette d’attribuire la giusta dimensione alla sfera lavorativa.
Il disagio colpirebbe in particolare coloro che hanno investito di più nella professione in termini di aspettative e non hanno trovato gli strumenti per controllare la situazione. Un circolo vizioso di frustrazioni che, se non affrontato in maniera diretta, porta all’isolamento e all’adozione di strategie diversive (apatia), di fuga (abbandono dell’attività) o palliative (assunzione di psicofarmaci). Tra i fattori causali, sono stati individuati quelli relativi alle caratteristiche psicofisiche e sociali della persona, i fattori relazionali connessi con i rapporti con gli studenti, i colleghi, le famiglie, la direzione scolastica e le situazioni che attengono all’organizzazione scolastica e alle specifiche condizioni di lavoro. La ricerca condotta sugli insegnanti di Milano, assieme a un questionario per allargare l’ambito dell’indagine, è pubblicata sul sito della Casa della cultura del capoluogo lombardo ( www.casadellacultura.it). "

Roma, 23 ottobre 2002