FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3842575
Home » Attualità » Europa e Mondo » Spagna: congresso straordinario dello Stes

Spagna: congresso straordinario dello Stes

Il IX congresso dello Stes vara una nuova confederazione nel panorama sindacale spagnolo.

19/11/2007
Decrease text size Increase  text size

Dal 15 al 18 novembre si è svolto a Salamanca il IX Congresso del Sindicato Trabajadores de la Enseñanza, uno dei principali sindacati spagnoli dell’educazione, che affonda le sue radici nella transizione della scuola spagnola dal franchismo alla democrazia. Di quella esperienza lo Stes, conserva una struttura di federazione di sindacati regionali, che da molta importanza alla vita territoriale. Di qui anche una certa differenza di rappresentanza nelle diverse regioni, che perciò vedono una forte predominanza dello Stes soprattutto nelle regioni mediterranee.

Questa logica organizzativa lo porta far vanto della sua originalità e spesso a polemizzare con gli altri sindacati criticati per una involuzione di tipo burocratico connessa alle formule di organizzazione sindacale più tradizionali.

Tuttavia questo modello è ora alla prova del nuovo processo a cui lo Stes si è aperto. Col tempo infatti intorno allo Stes si sono aggregati altri movimenti di categoria sia del pubblico che del privato, spesso dei servizi ma anche dell’industria, tanto che già in passato accanto alla sigla Stes, era comparso l’aggettivo intersindical, ad indicare una assunzione di responsabilità intercategoriale.

Il IX congresso, infatti, non è stato un congresso di categoria ma ha voluto dar vita ad una vera e propria Confederaciòn Intersindical, che sarà anche il nome che assumerà la nuova organizzazione del panorama sindacale spagnolo.

Partner principale dello Stes in questa operazione è il Sindicato Ferroviario ( Sf), robusta organizzazione dei ferrovieri, la quale però, operando su una struttura di lavoro centralizzata come è la Renfe (la rete delle ferrovie spagnole) ha una condizione organizzativa centralizzata, del tutto opposta a quella territorialmente decentrata della Stes. Un matrimonio sicuramente favorito dalle medesime idee in termini di politica sindacale, ma con non pochi problemi di natura organizzativa.

La costituzione della nuova confederazione confida anche nella futura associazione di altre organizzazioni sindacali locali, di cui alcune erano rappresentate tra gli invitati del congresso e con le quali c’è già una certa intesa nell’azione.

Presente come invitata al congresso c’era anche una rappresentanza della FLC Cgil la quale, ricordando la comune collaborazione nell’Internazionale dell’Educazione, nell’ETUCE-CSEE e nei Social Forum europeo e mondiale, ha portato i suoi saluti allo Stes e gli auguri alla nuova confederazione.

Roma, 19 novembre 2007

Tag: spagna

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI