FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3859891
Home » Attualità » Sindacato » Sciopero 18 marzo: l'adesione della Rete degli studenti medi

Sciopero 18 marzo: l'adesione della Rete degli studenti medi

"Non sulla nostra pelle", la Rete degli studenti medi aderisce allo sciopero che abbiamo proclamato in tutti i settori della conoscenza.

16/03/2009
Decrease text size Increase  text size

>> Speciale sciopero 18 marzo 2009 <<

Non sulla nostra pelle: adesione allo
sciopero generale della conoscenza del 18 marzo

Nelle scuole i tagli fanno già sentire i loro effetti sulla didattica e sull'aumento dei costi delle attività integrative e delle gite.

Scompaiono i corsi di recupero pubblici mentre aumenta il numero dei debiti formativi, con il conseguente aumento del ricorso alle lezioni private.
Aumentano i costi per studiare, e in un momento di crisi questo si traduce nell'aumento della dispersione scolastica e dell'abbandono.
Nel frattempo il governo prosegue sulla strada dei provvedimenti legislativi imposti dall'alto, che mirano uno dopo l'altro a distruggere la scuola pubblica e il suo ruolo costituzionale.

Per venire infine al voto in condotta, provvedimento mediatico dal sapore nostalgico, che dietro la veste vintage nasconde un modo approssimativo e dannoso di affrontare i veri problemi della scuola pubblica, che finisce per scaricarli al di fuori di essa.
Chiediamo più diritto allo studio, più investimenti e provvedimenti seri per dare alla scuola e a tutti i settori della conoscenza un ruolo fondamentale per uscire dalla crisi. Chiediamo il coinvolgimento pieno e reale di chi nella scuola vivi e lavora, studenti, docenti e ATA, e rifiutiamo il bullismo legislativo del governo.

Per questo aderiamo e sosteniamo allo sciopero generale della conoscenza indetto per il 18 marzo dalla FLC Cgil.

La Rete degli studenti medi