FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3969815
Home » Attualità » Sindacato » Lavoro, CGIL: iniziata la raccolta firme per i 4 referendum

Lavoro, CGIL: iniziata la raccolta firme per i 4 referendum

Il lavoro deve essere tutelato perché è un diritto costituzionale. Deve essere sicuro perché di lavoro si deve vivere e non morire. Deve essere dignitoso e perciò ben retribuito. Deve essere stabile perché la precarietà è una perdita di libertà

27/04/2024
Decrease text size Increase  text size

Il 25 aprile 2024, Festa della Liberazione, è iniziata la raccolta delle firme per i quattro referendum popolari promossi dalla Cgil: “Per il lavoro stabile, dignitoso, tutelato e sicuro ci metto la firma”.

FIRMA ONLINE

“Il 25 aprile - afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in un video appello - è una data fondamentale per la nostra democrazia e per la nostra Costituzione antifascista”. “Il 25 aprile - prosegue - parte la raccolta di firme per i referendum: vogliamo cancellare la precarietà e affermare la libertà nel lavoro. Firma per un lavoro stabile, dignitoso, tutelato e sicuro. Il lavoro è un bene comune”.

La campagna referendaria decisa lo scorso 26 marzo dall’Assemblea generale della Cgil punta a cambiare, attraverso il referendum, alcune leggi “sbagliate”. Il lavoro deve essere tutelato, in quanto diritto costituzionale. Deve essere sicuro, perché di lavoro si deve vivere e non morire. Deve essere dignitoso e perciò ben retribuito. Deve essere stabile, perché la precarietà è una perdita di libertà.

FIRMA ONLINE

Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Al via la
campagna referendaria.

APPROFONDISCI