FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3964325
Home » Attualità » Politica e società » Servizi pubblici: come avere più Stato e meno mercato?

Servizi pubblici: come avere più Stato e meno mercato?

Un dibattito per rilanciare una campagna per il lavoro, il reddito e i servizi.

22/02/2022
Decrease text size Increase  text size

Giovedì 24 febbraio, ore 18.30, sulle pagine Facebook di Paese Reale e di Ottolina TV, una prima discussione per avviare la campagna #DieciMilleUnMilione, per il lavoro, il reddito e i servizi [https://paesereale.it]. 

Nella sanità, personale sottopagato, reparti e strutture sotto-organico, avanzamento della sanità privata a danno di quella pubblica, mancata tutela del diritto all’accesso universale alla salute.
Nella scuola, classi pollaio, le tragedie dell’alternanza scuola-lavoro (contro cui in questi giorni protesta uno splendido movimento studentesco), docenti sottopagati, precari e non riconosciuti, scuole prive delle strutture necessarie. La pandemia ha messo in luce quanto sia fondamentale avere uno Stato in grado di risolvere questi problemi. In grado di garantire a tutti salute e conoscenza, di creare posti di lavoro di qualità ovvero alle giuste condizioni e con adeguate retribuzioni. Capace di investire nei servizi pubblici e orientare le politiche economiche e sociali su un progetto generale di Paese. Non sulle esigenze immediate del mercato. Cosa fare per realizzare questa prospettiva e ricostruire lo Stato come luogo di difesa dei diritti e protezione delle persone?

Al dibattito, oltre a Enrico Monaco (Paese Reale), Marco Revelli (politologo), Luigi De Magistris (DeMa), Serena Sorrentino (segr. generale Fp Cgil), Loris Caruso (Paese Reale), sarà presente anche Francesco Sinopoli (segr. generale FLC CGIL).

Servizi pubblici: come avere più Stato e meno mercato?