FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3840099
Home » Attualità » Europa e Mondo » Social Forum Europeo. I lavori dell’assemblea preparatoria di Stoccolma

Social Forum Europeo. I lavori dell’assemblea preparatoria di Stoccolma

L’assemblea preparatoria del Social forum Europeo lancia un appello per la mobilitazione in occasione della settimana mondiale d’azione per gennaio prossimo

20/09/2007
Decrease text size Increase  text size

Si è tenuta nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 settembre l’assemblea preparatoria del prossimo Social Forum Europeo, previsto per l’anno prossimo a Malmö, preceduta nella giornata di venerdì da una serie di incontri dei diversi network, tra cui il gruppo europeo “lavoro e globalizzazione” (gruppo creato al WSF di Nairobi) e il network educazione.
Il network “Lavoro e globalizzazione” ha affrontato nello specifico tre tematiche: “Gli accordi di commercio dell'UE e EPAs e il loro impatto sulle condizioni di lavoro nei paesi dell'Unione Europea” ; “il modello sociale europeo ed il futuro del welfare” ed infine, terzo argomento, “la lotta contro la precarietà in Europa - il caso del movimento francese contro il CPE.” Alla fine dei lavori si è deciso di proseguire l’approfondimento dei temi nelle prossime assemblee preparatorie in modo da farli diventare oggetto di dibattito nel prossimo Social Forum europeo.
Per quanto riguarda il network educazione, si è deciso di partecipare al Forum dei servizi pubblici che si terrà a Bruxelles il prossimo dicembre, portando uno specifico contributo per quanto riguarda il settore educazione. L’assemblea generale, che ha visto una forte partecipazione di giovani scandinavi, ha affrontato i diversi aspetti organizzativi e politici del prossimo social forum ed ha definito la data della prossima EPA che si svolgerà ai primi di dicembre a Istanbul.
E’ stato, infine, approvato un ordine del giorno di appoggio alla settimana d’azione decisa dal Forum Mondiale Sociale di Nairobi, che culminerà con la giornata di azione globale del 26 gennaio 2008.

Testo dell’ordine del giorno finale:

I partecipanti all’Assemblea preparatoria dell’Europa Social Forum condividono l’appello internazionale per una settimana di azioni decisa dal WSF e dal Consiglio Internazionale del WSF e sostenuto da molte organizzazioni e che culminerà con la giornata di azione globale del 26 gennaio 2008.
In Europa, ai livelli nazionali e locali, le nostre organizzazioni e reti sono impegnate a preparare questa settimana di mobilitazione e a darle rilievo pubblico, particolarmente nella giornata di sabato 26 gennaio.
Con le nostre diversità e pluralismi, con le nostre proposte alternative, noi lottiamo contro il neo liberalismo, contro la guerra, il colonialismo, il razzismo, il patriarcato che alimentano violenza, sfruttamento, esclusione, povertà, fame, disastri ecologici e negazione dei diritti umani.
Già da molti anni noi costruiamo resistenza e processi innovativi, nuove azioni culturali e organizzative a partire dalle realtà locali fino a livello mondiale sulla base del processo e della carta dei principi del World Social Forum.
Noi vogliamo agire contro il neoliberalismo espanso su tutto il pianeta e le sue tangibili conseguenze subite dalla maggior parte dei cittadini d’Europa.
Noi vogliamo agire contro le politiche neoliberali, incrementate dalla UE che si traducono in continui attacchi contro i diritti sociali in tutto il continente e che pongono i trattati di libero commercio contro il sud del mondo.
Noi vogliamo agire con tutti quelli che resistono, organizzano e costruiscono solidarietà e alternative.
Proponiamo a tutti i movimenti sociali in Europa, alle organizzazioni sindacali, alle associazioni, alle reti di solidarietà internazionale, a chi agisce per i diritti delle donne, per le tematiche ambientali, contro le discriminazioni e per i diritti dei migranti, di lavorare alla riuscita della giornata del 26 gennaio prossimo.

per il Segretariato Europa
Antonio Morandi

per il Dipartimento Internazionale
Gianfranco Benzi

Roma, 20 settembre 2007