FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3819779
Home » Attualità » Europa e Mondo » Francia: CPE, terminata la lotta ma non la repressione

Francia: CPE, terminata la lotta ma non la repressione

La lotta paga, ma costa anche. Un bilancio giudiziario del movimento anti-CPE

03/08/2006
Decrease text size Increase  text size

La lotta contro il Cpe è terminata con il ritiro del provvedimento ormai da oltre due mesi, ma non sono terminati gli strascichi giudiziari che ha potato con se.

Secondo il Collettivo di Assistenza GiuridicaCpe, creato nel corso della lotta, 4350 persone sono state fermate al termine delle manifestazioni, 1950 sono state tenute in stato di fermo, più di 500 sono state tenute in cella per almeno una notte, 637 hanno avuto conseguenze penali.

Il profilo delle persone comparse davanti ai tribunali raramente assomiglia a quello del “ casseur”. Si tratta sostanzialmente di studenti di liceo impegnati nel movimento, senza precedenti penali che hanno avuto solo il torto di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Malgrado ciò i tribunali sono stati estremamente severi e rapidi. Ora i processi continueranno almeno fino a settembre inoltrato.

Roma, 3 agosto 2006

Tag: cpe, francia