FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3968517
Home » Attualità » Continua in tutta Italia la mobilitazione per chiedere Pace in Palestina e Israele

Continua in tutta Italia la mobilitazione per chiedere Pace in Palestina e Israele

Appuntamenti in varie città in questo weekend, in vista della iniziativa nazionale diffusa del prossimo venerdì 27 ottobre

23/10/2023
Decrease text size Increase  text size

Sono già state numerose (e tante ancora sono in previsione) le iniziative promosse in tutta Italia a sostegno di percorsi di Pace per la Palestina e Israele. Presidi, fiaccolate, momenti di silenzio, azioni di solidarietà sono avvenute nei giorni scorsi (tra le altre) a Bologna, Brescia, Milano, Modena e da oggi ai prossimi giorni si svolgeranno a Reggio Emilia, Massa, Ferrara, Verona, Piacenza, La Spezia, Firenze. Tutte convocate sui contenuti e le prospettive del documento Israele-Palestina: fermiamo la violenza, riprendiamo per mano la Pace, promosso dalla Coalizione “Assisi Pace Giusta” che sta raccogliendo numerose adesioni. Le prossime iniziative in programma serviranno dunque a rafforzare le richieste della società civile italiana: la pressione sul Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite chiedendo intervento per attivare un cessate il fuoco, fermare le violenze e garantire aiuto umanitario (oltre alla convocazione Conferenza di pace che risolva, finalmente, la questione Palestinese applicando la formula dei “due Stati per i due Popoli") e lo stimolo a realtà sia palestinesi sia israeliane ad attivarsi congiuntamente per rendere evidente la loro contrarietà rispetto a chi agisce con violenza contro la Pace.

Per rafforzare questo percorso anche Rete Italiana Pace Disarmo e la coalizione “Assisi Pace Giusta” daranno il proprio contributo alla iniziativa per il rispetto dei diritti umani, la protezione dei civili e lo stop alla violenza in Palestina e Israele che verrà presentata il prossimo mercoledì 25 ottobre dall’Associazione delle organizzazioni italiane di cooperazione e solidarietà internazionale (AOI) e da Amnesty International Italia. In questi giorni di continuo insopportabile orrore, Amnesty International Italia ha deciso di lanciare insieme ad AOI e a tante altre realtà della società civile un appello alle istituzioni italiane per chiedere di rimettere al centro dell’azione politica il rispetto dei diritti umani e della vita delle persone. Al fine di rilanciare i contenuti di questo appello verranno organizzate in tutta Italia per il pomeriggio di venerdì 27 ottobre manifestazioni silenziose in cui poter ribadire tutta l’urgenza di attivare  percorsi di nonviolenza e pacificazione per i popoli israeliano e palestinese. Iniziative cui si aggiunge la proposta di giornata di digiuno e preghiera per lo stesso 27 ottobre indetta da Papa Francesco, nell’anniversario dell’Incontro interreligioso del 1986 di Assisi.

In ciascuna delle iniziative di questi giorni porteremo solo i colori della bandiera della Pace, come simbolo dello sforzo collettivo di pacificazione su cui far convergere il contributo di tutti. La società civile italiana condanna ogni atrocità, ogni forma di violenza, terrorismo e guerra, chiedendo con forza che si cessino le ostilità e si rispetti il diritto internazionale. Occorre rimettere al centro la mediazione e il dialogo: stiamo anche questa volta dalla parte delle vittime perché sono loro il punto di partenza per superare la spirale di morte che si sta vivendo in Israele e Palestina.

Come segno tangibile invitiamo persone ed organizzazioni a sostenere la raccolta fondi promossa da AOI per sostenere le organizzazioni umanitarie operanti nella Striscia di Gaza.

I contributi raccolti (con donazioni all’IBAN IT49F0501803200000011170008) saranno destinati all’approvvigionamento di beni di prima necessità. A questo link tutte le adesioni pervenute fino a questo momento al documento "Israele- Palestina: fermiamo la violenza, riprendiamo per mano la Pace" promosso da Assisi Pace Giusta.

Tag: pace