FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3968835
Home » Università » AFAM » AFAM: dal 6 dicembre attivo il portale nazionale di riferimento sugli organici e sul personale

AFAM: dal 6 dicembre attivo il portale nazionale di riferimento sugli organici e sul personale

Si chiamerà temporaneamente “Portale anagrafiche”. Previsto il progressivo arricchimento delle funzioni

05/12/2023
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il Ministero dell’università e della Ricerca con nota 15498 dell’1 dicembre 2023 comunica l’attivazione, a decorrere dal 6 dicembre 2023, di una nuova piattaforma telematica denominata temporaneamente “Portale anagrafiche” accessibile dal portale utilizzato normalmente dalle istituzioni.

Ciascuna Istituzione è tenuta a inserire

  1. ogni assunzione a tempo indeterminato di personale docente o di personale tecnico-amministrativo, nel limite delle facoltà assunzionali attribuite e dei posti vacanti, con caricamento dei dati anagrafici e delle modalità di reclutamento;
  2. ogni assunzione a tempo determinato di personale docente o di personale tecnico-amministrativo, nel limite dei posti disponibili, con caricamento dei dati anagrafici, delle modalità di reclutamento e del termine del contratto;
  3. ogni variazione di anagrafica (ad esempio: recapiti telefonici, mail o PEC) del personale in servizio.

 Il MUR comunicherà il progressivo arricchimento delle funzioni della piattaforma.

In piattaforma risulteranno precaricate le anagrafiche del personale di ruolo. Le istituzioni devono verificare la correttezza di dati e recapiti e provvedere all’eventuale aggiornamento mediante l’azione “Modifica”.

Le istituzioni devono inoltre inserire il personale docente e tecnico-amministrativo in servizio a tempo determinato, sia su posto vacante, sia sui posti disponibili (ad esempio per comando o utilizzazione del titolare) relativi a una posizione di stato già censita in piattaforma.

L’inserimento di assunzioni a tempo indeterminato, che deve avvenire esclusivamente in piattaforma e senza invio di PEC, è sottoposto a validazione da parte del MUR, che può richiedere chiarimenti tramite la medesima piattaforma.

Nel caso di inserimento di assunzioni a tempo determinato occorre indicare la data di termine del contratto di lavoro, di norma prevista al termine dell’anno accademico (31 ottobre).

Nel caso di contratti “fino ad avente titolo occorrerà inserire come data il 31/12/2023. Sarà possibile inserire una proroga fino al 31/01/2024, utilizzando l’apposita funzione ed inserendo la motivazione. Ogni ulteriore proroga dovrà essere motivata in relazione all’andamento della procedura di reclutamento.

In caso di dimissioni di personale a tempo determinato, occorre modificare la data di termine del contratto inserendo la data di decorrenza delle dimissioni.

La piattaforma risulta già aggiornata al CCNL 2019/21, ancora in fase di certificazione, con il nuovo ordinamento professionale del personale TA.

Per caricare l’assunzione di un’unità appartenente all’area EP/1 o EP/2 (futura area unica EQ), al momento occorre procedere nella seguente maniera

  • EP/2 (Direttore amministrativo): Profilo EQ – Settore “amministrativo-gestionale”
  • EP/1 (Direttore di ragioneria): Profilo EQ – Settore “contabile-finanziario”
  • EP/1 (Direttore di biblioteca): Profilo EQ – Settore “archivistico-bibliotecario”

Nella piattaforma sono già presenti, ma non utilizzabili, i profili

  • Accompagnatore / tecnico laboratorio
  • “Area II – Assistente” settore “Supporto (modello vivente)”

Infine, le istituzioni possono consultare l’organico del personale docente e di quello tecnico e amministrativo, nonché di verificare, per ciascun profilo, le facoltà assunzionali attribuite, quelle utilizzate e quelle ancora disponibili