FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3963816
Home » Università » AFAM » AFAM e fondo di istituto 2021: nessuna finestra speciale. Per la prima volta tutte le risorse contrattuali diventano economie

AFAM e fondo di istituto 2021: nessuna finestra speciale. Per la prima volta tutte le risorse contrattuali diventano economie

Il MEF ha rigettato la richiesta presentata dal Ministero dell’Università e della Ricerca. FLC CGIL: le retribuzioni delle attività dovranno avere il trattamento fiscale degli arretrati.

28/12/2021
Decrease text size Increase  text size

Non ci sarà nessuna finestra speciale per consentire il pagamento delle attività aggiuntive 2020/2021 retribuite con le risorse del fondo di istituto di origine contrattuale.

Il Ministero dell’Economie e delle Finanze ha risposto negativamente alla richiesta avanzata dal Ministero dell’Università, preannunciata nell’incontro del 21 dicembre 2021, durante il quale è stato sottoscritto definitivamente il CCNI sul fondo di istituto 2020/2021. Pertanto, tutte le risorse del fondo sono state versate all’Entrata del bilancio dello Stato. Il Mur si è impegnato a chiedere all’inizio di gennaio il riaccreditamento delle risorse che solitamente è avvenuto ad anno inoltrato. Una volta riaccreditate, sarà possibile emanare il decreto di riparto e assegnare effettivamente le risorse. A quel punto leistituzioni potranno procedere ai pagamenti.

Come FLC CGIL sottolineiamo come le retribuzioni delle attività aggiuntive dell’a.a. 2020/2021 pagate nel 2022, dovranno essere considerate arretrati e quindi tassate con l’aliquota media (più favorevole) e non con l’aliquota massima.

Ribadiamo che il comportamento dei ministeri che hanno il compito istituzionale sui controlli della contrattazione integrativa nazionale e che hanno impiegato tempi incredibilmente lunghi per rispondere a specifiche richieste di chiarimento sui alcuni punti problematici del contratto, appare offensivo non solo delle parti che hanno sottoscritto il contratto, ma fa strame dei diritti delle lavoratrici e i lavoratori dell’istituzioni AFAM

Infine, per evitare quanto accaduto è necessario che la sottoscrizione del nuovo CCNI 2021/2022 avvenga in tempi rapidi a partire dalla calendarizzazione di un congruo numero di incontri, obiettivi che cono stati condivisi da tutto il tavolo contrattuale del 21 dicembre 2021.

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
I bandi in Gazzetta Ufficiale
Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Lettori e CEL: iscriviti alla mailing list

Partecipa al gruppo di discussione dei Lettori e CEL, invia una email a lettori+subscribe@flcgil.it

Seguici su facebook