FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3902027
Home » Scuola » Docenti » Reclutamento docenti: la Consulta dichiara illegittimo l'art. 8 della legge lombarda

Reclutamento docenti: la Consulta dichiara illegittimo l'art. 8 della legge lombarda

La FLC CGIL aveva ragione. La Corte Costituzionale conferma allo Stato la gestione del reclutamento dei docenti.

25/04/2013
Decrease text size Increase  text size

La Regione Lombardia con la legge 2 del 2012 aveva introdotto nella propria legislazione la sperimentazione di un modello di reclutamento dei docenti sganciato dalle graduatorie e affidato per i contratti annuali a concorsi di scuola, gestiti dai dirigenti scolastici.

La FLC CGIL è prontamente intervenuta nel merito dichiarando che l'articolo 8 della legge lombarda, illegittimo e incostituzionale, discrimina i lavoratori, mortifica la professione docente e preannuncia derive secessioniste con la destrutturazione del sistema statale nazionale d'istruzione.
La FLC CGIL di conseguenza ha chiesto il formale disconoscimento da parte del Ministero dell'operato della regione Lombardia, diffidando il Ministro Profumo dallo stipulare qualsiasi intesa con la regione Lombardia per dare attuazione alla legge.

La sentenza della Corte Costituzionale, depositata il 24 aprile, accogliendo il ricorso della Presidenza del Consiglio, conferma allo Stato la gestione del reclutamento dei docenti, dichiarando illegittimi percorsi che disconoscano la normativa vigente.

Ancora oggi la FLC CGIL ritiene che l'operazione preliminare a ogni forma di discussione sui temi del reclutamento deve guardare prima al reale stato della scuola italiana: una scuola deprivata di parti sostanziali di organico che alimenta il precariato senza dare continuità alle esperienze didattiche.

Ma tale operazione deve accompagnarsi ad alcuni atti propedeutici fondamentali:

  • una ricognizione di tutti i posti disponibili, a vario titolo, per procedere alle immissioni in ruolo
  • una valutazione dei posti necessari a restituire alla scuola la dignità calpestata dai tagli della Gelmini
  • una presa in carico di un piano di stabilizzazioni.

Ma per la scuola, come per tutti i comparti della Conoscenza, è necessario rivedere al più presto i criteri di accesso al pensionamento introdotti dalla riforma Fornero, che impediscono il ricambio generazionale e frenano i processi di occupazione.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook