FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3948337
Home » Scuola » Precari » GRME, nuove FAQ: possibile chiedere il part-time; anche per chi ha conseguito il titolo di sostegno entro il 30 giugno spetta il punteggio

GRME, nuove FAQ: possibile chiedere il part-time; anche per chi ha conseguito il titolo di sostegno entro il 30 giugno spetta il punteggio

Le FAQ saranno pubblicate a breve sul sito MIUR.

29/08/2018
Decrease text size Increase  text size

Il MIUR ci ha inviato i testi di due nuove FAQ relative al concorso abilitati e alle GRME, che rispondono alle numerose segnalazioni sull’argomento.

A breve saranno pubblicate nella sezione dedicata al concorso abilitati.

La FAQ 22 chiarisce che anche coloro che hanno acquisito il titolo di sostegno con l’ultimo ciclo (erano inclusi con riserva in attesa del conseguimento) hanno diritto alla piena valutazione del punteggio del titolo.

La FAQ 23 chiarisce che in caso di individuazione per l’avvio al terzo anno del FIT è possibile fruire del part-time. In tal caso i periodi richiesti (vedi DM 984/17) per il superamento della prova (180 e 120 giorni) si riducono proporzionalmente.

---

Faq n. 22.

D: La Faq n. 8, già pubblicata, deve essere intesa che il punteggio acquisito con il titolo di accesso con il III ciclo del TFA non deve essere valutato nella procedura concorsuale relativa ai posti di sostegno?

R: No. La tabella di valutazione dei titoli per l’accesso alla procedura concorsuale a posti di sostegno è la tabella A.2.1. che deve essere applicata anche ai docenti che hanno conseguito il titolo di specializzazione per il sostegno con il III ciclo del TFA.

Faq n. 23

D. Per le nomine da GMRE, è possibile che mi venga conferita una nomina in part-time?

R: Il DM n. 984 del 14 dicembre del 2017, che indica le modalità di valutazione del III anno del percorso FIT, all’art. 10 comma 1 prevede che si può procedere alla valutazione finale solo se il docente ha svolto 180 giorni di effettivo servizio e di questi almeno 120 giorni di attività didattica. Ai suddetti docenti - qualora in regime di part time, fermo restando l’obbligo di 50 ore di formazione previste - i 180 giorni di servizio e i 120 giorni di attività didattica - sono proporzionalmente ridotti in proporzione del servizio prestato.