FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3881456
Home » Attualità » Sindacato » Sciopero generale 6 maggio, la FLC CGIL lo prepara così...

Sciopero generale 6 maggio, la FLC CGIL lo prepara così...

Ampio resoconto delle iniziative territoriali messe in campo dalla FLC CGIL in preparazione dello sciopero generale del 6 maggio 2011.

29/04/2011
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il 6 maggio 2011, le lavoratrici e i lavoratori della conoscenza sciopereranno per l'intera giornata insieme a tutto il mondo del lavoro. 

Ad oltre due anni dall'inizio della crisi l'Italia è oggi più povera, più povere sono le famiglie, più alta è la disoccupazione a cominciare da quella dei giovani e delle donne. Si è aggravata la condizione dei pensionati ed è aumentata la percezione di insicurezza tra le giovani generazioni.

In questo quadro, i lavoratori della conoscenza sono fra quelli più bistrattati. Una categoria letteralmente saccheggiata che ha dovuto spesso rispondere ad offese e accuse infondate da parte dello stesso premier.

Ma noi non ci rassegniamo! Il Paese ha bisogno di una svolta, la conoscenza è futuro e il 6 maggio fermeremo il ritorno al passato voluto da questo Governo.

Per questo la FLC CGIL ha chiamato tutte le lavoratrici e i lavoratori a ribellarsi ed è imponente lo sforzo organizzativo messo in campo per la riuscita di questo sciopero. Sono centinaia le assemblee territoriali, le tavole rotonde, i volantinaggi, le iniziative pubbliche su tutto il territorio. In lungo e in largo, spieghiamo le nostre ragioni, mortificate da una politica che divide il movimento sindacale, che non punta sul lavoro e lo sviluppo, che ritiene la cultura un inutile orpello.
___________________________

Le iniziative nelle Regioni e nelle Province

Qui di seguito un'ampia panoramica, seppur provvisoria e che aggiorneremo costantemente, di quanto sta facendo il nostro sindacato localmente.

ABRUZZO
A Pescara, da martedì 12 aprile a venerdì 29 aprile, si svolgeranno le assemblee organizzate dalla FLC CGIL, alcune delle quali insieme al personale degli enti locali. Non solo Pescara, le assemblee interesseranno anche i comuni di Montesilvano, Città Sant'Angelo, Penne, Spoltore, Pianella, Cepagatti, Catignano, Alanno, Scafa, Popoli. Ai precari della scuola è stata dedicata l'assemblea territoriale del 28 aprile.

BASILICATA
Le assemblee svolte ed in fase di svolgimento nei luoghi di lavoro sono: 16 a Matera e 10 a Potenza.
Inoltre, a Potenza si è svolto un attivo FLC-FP CGIL e uno con i precari. Analoga iniziativa è in fase di organizzazione a Matera.

CALABRIA
Oltre 100 le iniziative messe in campo dalla FLC CGIL Calabria e dalle nostre sedi provinciali: 91 assemblee presso istituti scolastici, 5 assemblee presso le università, 3 assemblee presso gli istituti di ricerca, 3 assemblee presso conservatori e accademia delle arti.
Non sono mancati neppure i sit-in: 3 a Cosenza e altrettanti a Reggio Calabria, 1 a Catanzaro così come a Vibo Valentia e Crotone. Quattro le giornate di volantinaggio già fissate a partire dal 2 maggio 2011 davanti le scuole e all'interno delle università.
A tutto questo si aggiungono anche diverse iniziative regionali e provinciali: "Scuola Pubblica o Sbilanciata" (Reggio Calabria - Lamezia); "Sistema dell'alta formazione artistica e musicale in Calabria: consistenze e prospettive" (Reggio Calabria); "Dai CPT ai CPIA problematiche e prospettive" (Cosenza), "Quando i prof. di matematica hanno unificato l'Italia" (Reggio Calabria e Cosenza); attivo Regionale quadri e delegati (Lamezia Terme); iniziativa regionale sull'Università (Cosenza).

CAMPANIA
Il culmine delle iniziative campane è per il 6 maggio a Napoli - giorno dello sciopero generale - con la manifestazione regionale. Il concentramento è previsto alle 9 a Piazza S. Francesco (adiacenze P.zza Garibaldi) mentre l'intervento conclusivo di Susanna Camusso sarà in Piazza Dante.
Davvero molte le assemblee sindacali che hanno interessato scuole statali, università, conservatori di musica, accademia belle arti, ed enti di ricerca. Solamente a Napoli e provincia quelle che hanno riguardato le scuole di ogni ordine ne grado, sono state 416.
A queste si sono sommate alcune iniziative regionali (1 con Camusso, Dettori, Pantaleo), 9 provinciali e 15 zonali. Molte anche quelle pubbliche, svolte o in programma, di cui diamo un puntuale resoconto: Napoli, assemblea su organici 2 maggio; Avellino, assemblea sul precariato, 20 aprile e fiaccolata, nella stessa giornata, presso la Prefettura; Benevento, assemblea Licei musicali 6 aprile e sul precariato il 28 aprile, mentre il 4 maggio l'assemblea riguarderà l'AFAM; Caserta, assemblea sul precariato il 23 marzo e seminario di formazione personale ATA il 3 maggio; Salerno, manifestazione pubblica con Domenico Pantaleo.
Una giornata di mobilitazione con volantinaggi informativi e presidi in tutti i territori provinciali si è svolta il 10 aprile, mentre il 25 marzo si è tenuto un presidio presso la Regione con la Funzione Pubblica. Presidi anche presso le Prefetture ad Avellino, Benevento e Salerno e iniziative di informazione nei centri cittadini, come, ad esempio, la "Marcia per il lavoro" a Benevento.
Particolare attenzione è stata rivolta anche ai quadri e ai delegati del nostro sindacato e alle RSU elette nelle liste della FLC CGIL. Una specifica iniziativa sugli organici della scuola è in via di definizione e si terrà probabilmente il 2 maggio.
Nei giorni dal 2 al 5 maggio sono previsti volantinaggi nei luoghi di lavoro e per le vie della città.

EMILIA ROMAGNA
Numeri di tutto rispetto anche in questa regione circa le assemblee e le iniziative messe in campo per la preparazione dello sciopero del 6 maggio: sono state realizzate 426 assemblee, iniziative pubbliche con confederazione e Funzione Pubblica, presidi e incontri con le nostre RSU. Questo il dettaglio del numero delle assemblee distinte per provincia: Piacenza 38, Parma 33, Reggio Emilia 72, Modena 54, Bologna 84, Ferrara 35, Imola 15, Forlì 30, Ravenna 30, Cesena 15, Rimini 20.

FRIULI VENEZIA GIULIA
L'attività ha preso avvio fin da marzo con l'iniziativa regionale a Trieste nella giornata di mobilitazione nazionale del 25 marzo. Non solo assemblee e incontri con i lavoratori della conoscenza ma anche iniziative pubbliche per far conoscere i motivi che hanno spinto la CGIL a proclamare lo sciopero generale. È il caso di "Dalla fabbrica alla scuola, il modello FIAT", questo il titolo di un incontro che si è svolto ad Udine giovedì 28 aprile, mentre sabato 9 aprile a Pordenone la FLC, la CGIL e il Coordinamento genitori Democratici hanno organizzano un sit-in a Piazza XX Settembre in difesa della scuola pubblica, per il diritto all'istruzione e contro il taglio degli organici. Il 19 aprile a Trieste è stata la volta di una iniziativa pubblica sulla scuola e con i precari dal titolo "Senza coda e senza pettine: i precari tutti in ruolo!".

LAZIO
Tra le ultime iniziative, ma solo in ordine di tempo, segnaliamo in particolare la giornata di mobilitazione del 7 aprile con un volantinaggio diffuso nelle scuole di tutte le province per denunciare l'ennesimo duro colpo al sistema dell'istruzione della regione con lo "scippo" che si sta per compiere ai danni della scuola pubblica.
La voce della FLC CGIL insieme alle associazioni, agli studenti e ai genitori è tornata a farsi sentire mercoledì 20 aprile contro i tagli alla scuola primaria a Roma con un sit-in davanti al MIUR.
Il pressing continua su scala regionale con "Restituiteci il maltolto", presidio il 3 maggio con appuntamento alle ore 15.00 di fronte all'Ufficio Scolastico Regionale per denunciare i tagli agli organici della scuola statale addirittura superiori a quanto previsto dalla circolare ministeriale.
Sul versante delle assemblee nei luoghi di lavoro, che hanno riguardato scuola, università, enti di ricerca, alta formazione e formazione professionale, forniamo qui di seguito il resoconto dettagliato.
Frosinone: 27 assemblee sindacali nelle scuole, 2 nella Formazione professionale e una nell'università. Il 9 marzo attivo RSU/RSA allargato al comitato direttivo, mentre il 5 aprile incontro del coordinamento precari. Volantinaggi nelle scuole, nelle piazze e nei mercati sono stati organizzati nel mese di aprile e sono in programma anche a maggio.
Latina: 16 assemblee sindacali nelle scuole e 2 nella Formazione professionale. Il 28 aprile volantinaggio a Piazza del Popolo e il primo maggio analoga iniziativa a Sezze.
Rieti: 24 assemblee sindacali nelle scuole e 2 nella Formazione professionale. Anche qui iniziative informative con volantinaggio in particolare rivolto alle scuole di Rieti e Passo Corese.
Roma centro: 21 assemblee sindacali nelle scuole, 3 nella Formazione professionale, 6 nell'università e nell'AFAM, 5 negli enti di ricerca e 2 nella scuola non statale. Volantinaggi nei mesi di marzo/aprile nelle scuole statali. Analoghe iniziative nel mese di aprile al Policlinico, presso l'ISPRA, nella sede universitaria di Villa Mirafiori, all'università La Sapienza. Sono previste analoghe iniziative nel mese di maggio nelle scuole statali, al Policlinico. Precari in assemblea in data da definire a maggio e presidio permanente il 5 maggio a Palazzo Vidoni, sede del Dipartimento della funzione pubblica.
Roma nord: 14 assemblee sindacali nelle scuole, 3 nella Formazione professionale e 2 nella scuola non statale. Specifica iniziativa alla sede ENEA Casaccia.
Roma est: 106 assemblee sindacali nelle scuole, 6 nella Formazione professionale, 1 nell'università e nell'AFAM, 3 negli enti di ricerca.
Roma sud: 43 assemblee sindacali nelle scuole, 6 nella Formazione professionale, 5 nell'università e nell' AFAM, 4 negli enti di ricerca e 5 nella scuola non statale. Nel mese di aprile, inoltre, attivo RSU scuola statale (12/4), coordinamento scuole X° municipio (28/4), iniziativa sul precariato all'Università Roma 3 (28/4). Per il 3 maggio è prevista un'iniziativa all'Università Tor Vergata.
Roma ovest: 29 assemblee sindacali nelle scuole, 5 nella Formazione professionale e 1 nella scuola non statale. Il 22 marzo assemblea generale con i lavoratori precari, mentre il 20 aprile a Ostia giornata in piazza con le scuole superiori. Il maggio assemblea generale con RSU e delegati.
Roma Castelli: 41 assemblee sindacali nelle scuole e 4 nella Formazione professionale.
Roma Civitavecchia: 2 assemblee sindacali nelle scuole e 3 nella Formazione professionale alle quali si aggiunge un volantinaggio tenuto insieme alla locale Camera del Lavoro.
Viterbo: 6 assemblee sindacali nelle scuole e 2 nella Formazione professionale alle quali si aggiunge un'iniziativa informativa con volantinaggio insieme alla locale Camera del lavoro.

LIGURIA
È di pochi giorni fa l'iniziativa con la quale la FLC CGIL chiede all'Amministrazione di fermare i tagli agli organici del personale docente ed ATA della scuola.
Segnaliamo, perché particolarmente intensa, l'attività a La Spezia: dieci le assemblee provinciali in orario di servizio previste nei giorni dal 18 aprile al 4 maggio, alle quali sono da aggiungere un incontro con le RSU e quattro incontri tematici per il personale ATA. Nella giornata del 25 marzo, inizialmente prevista per lo sciopero dei nostri comparti, flash mob in difesa della scuola pubblica, seguito a pochi giorni di distanza, l'8 aprile, da alcune lezioni a cielo aperto alle quali ha partecipato anche il sindaco della città Massimo Federici. Volantinaggio per le vie cittadine, invece, il 16 aprile. Tra le iniziative pubbliche segnaliamo anche quella del 22 aprile e del 29 aprile (a Sarzana) animate da musica e lettura di brani in piazza organizzate insieme alla FLC CGIL dalla Federazione degli Studenti e dal Sindacato Pensionati CGIL. Il 2 maggio dalle ore 15.00: presidio presso l’Ufficio Scolastico Provinciale di Genova, 2 assemblee all’università di Genova per discutere della riforma Gelmini e della legge Brunetta, un'assemblea al CNR ed una all’INFN.

LOMBARDIA
Da segnalare, tra le ultime iniziative programmate, l'assemblea sindacale regionale in orario di lavoro dalle ore 14 alle ore 18 che si terrà lunedì 2 maggio a Milano Piazza Città di Lombardia 1 nuova Sede della Regione "Palazzo Lombardia". Per saperne di più
A Milano sono 80 le assemblee sindacali programmate nelle diverse zone della provincia alle quali si aggiungono le assemblee sindacali in tutte le università e centri di ricerca. Tra le iniziative di mobilitazione svolte, da segnalare quella del 25 marzo 2011, con il presidio delle lavoratrici e dei lavoratori dei servizi pubblici (FLC e FP) presso la RAI di Corso Sempione a Milano. Ancora un presidio di ben cinque giorni da lunedì 11 aprile a venerdì 15 aprile presso il Provveditorato di Milano, con lo svolgimento di assemblee tematiche su diversi temi che riguardavano la scuola pubblica.
A Bergamo, proseguiranno fino al 2 maggio le 13 assemblee programmate dalla FLC CGIL nelle scuole della città e provincia. Tre settimane a ritmo serrato, interrotto solo dalla pausa pasquale, per informare sulle ragioni dello sciopero.
A Lecco, sono iniziate il 7 aprile e proseguiranno fino al 5 maggio le assemblee convocate dalla FLC CGIL. Venti gli appuntamenti in programma che interesseranno le scuole di ogni ordine e grado della città.
Un fitto calendario di assemblee sindacali a Pavia, organizzato per distretto, interesserà le direzioni didattiche, gli istituti comprensivi, le scuole secondarie di primo e secondo grado nei giorni che vanno da giovedì 28 aprile a lunedì 2 maggio. Interverranno: Silvio Torre, Segretario Generale FLC CGIL Pavia e Angela Marinoni, consulente FLC CGIL Pavia.
A Como, dopo un'intensa campagna informativa condotta dalla FLC CGIL, questi i prossimi appuntamenti previsti: 28 aprile attivo dei delegati FLC; 2 e 3 maggio volantinaggio davanti alle scuole superiori della città; 3 maggio assemblea pubblica presso l'I.C. Como Centro; 4 maggio presidio con gazebo insieme al Sindacato Pensionati CGIL a Como.
Questo è il numero complessivo delle assemblee di distretto/iniziative varie (gazebi, presidi, ecc.) per le restanti province: Brescia 35, Cremona 43, Pavia 6, Varese 20, Lodi 12, Sondrio 5, Monza Brianza 20, Mantova 20.

MARCHE
Intensa l'attività di preparazione allo sciopero generale in tutte le province marchigiane.
Ad Ancona 27 assemblee hanno riguardato la scuola, una l'Università Politecnica delle Marche assieme alla Funzione Pubblica, 2 le assemblee svolte in ISTAT e CNR. Quattro le assemblee territoriali per la scuola alle quali si aggiungono il volantinaggio delle RSU davanti alle sedi scolastiche e in piazza per il 25 aprile ed il 1 maggio. Da segnalare anche la raccolta firme promossa insieme al comitato genitori e insegnanti di Ancona contro i tagli.
A Pesaro e Urbino 16 le assemblee territoriali svolte dalla FLC CGIL alle quali se ne sono aggiunte due specifiche per Università e l'Alta Formazione Artistica e Musicale. Intensa l'attività informativa con volantinaggi e distribuzione di materiale informativo con la Funzione Pubblica nelle gallerie degli ipermercati. Da segnalare l'interessante iniziativa organizzata con l'associazione insegnanti e genitori del "mese del censimento", volta a conoscere le istanze avanzate dalle famiglie nei confronti della scuola pubblica e la corrispondente/incongruente risposta da parte dell'amministrazione.
Ad Ascoli Piceno si sono svolte 10 assemblee territoriali e iniziative informative con volantinaggio sulle ragioni della nostra protesta.
A Macerata si sono svolte 2 assemblee che hanno riguardato università e accademia, 20 le assemblee di scuola. Anche in questa città volantinaggi informativi con il coinvolgimento delle RSU e un attivo dei quadri e delegati del nostro sindacato insieme alla CGIL.

MOLISE
Si sono svolte 12 assemblee territoriali, altre 11 sono programmate nei primi tre giorni di maggio da lunedì 2 a mercoledì 4 e riguarderanno le scuole nei distretti di Campobasso, Isernia, Termoli, Venafro, Boiano, Larino, Trivento, Agnone. È inoltre prevista la distribuzione in tutte le scuole di volantini sulle ragioni dello sciopero.
Il 5 maggio assemblea all'Università del Molise dalle ore 12.30 alle 13.30 che riguarderà anche i lavoratori del conservatorio e degli enti di ricerca.
Il 29 aprile si è svolto il direttivo allargato alle strutture di comparto ed alle RSU con Domenico Pantaleo, Segretario generale FLC CGIL, e nello stesso giorno assemblea dei quadri e dei delegati della FLC CGIL Molise a Campobasso con Domenico Pantaleo segretario generale FLC CGIL.
Il giorno dello sciopero, manifestazione a Campobasso con partenza alle ore 9.30 da Via IV novembre ed arrivo in Piazza Prefettura.

PIEMONTE
1466 cattedre in meno nella regione, circa 1000 i posti in meno per il personale ATA: sono questi i numeri dei tagli che mettono a rischio il diritto allo studio in questa regione. Tra le più recenti iniziative di protesta e di denuncia di questa situazione il presidio del 4 aprile a Torino presso l'Ufficio Scolastico Regionale e quello del 18 aprile promosso dai coordinamenti precari FLC CGIL presso l'USR con incontro con il vice direttore.
Hanno interessato tutti i settori rappresentati dalla FLC CGIL le 16 assemblee che si sono tenute ad Alessandria nei giorni dall'11 al 28 aprile. In particolare, 12 hanno riguardato la scuola, mentre le rimanenti 4 rispettivamente l'università, il Politecnico, la ricerca e la formazione professionale.
Sono 8 le assemblee territoriali svolte a Biella prima di Pasqua, 2 quelle ancora da effettuare (una il 4 maggio, l'altra il 5 maggio).
A Cuneo alta partecipazione alle 8 assemblee territoriali fatte prima di Pasqua (Sanfront, Busca, Saluzzo, Savigliano, Alba, Cuneo - solo personale ATA - Bra - solo personale ATA – Mondovì. E ancora, 3 assemblee il 3 e 4 maggio a Fossano, Bra e Cuneo. Per finire, è stato inviato un giornalino "dedicato" allo sciopero a tutti gli iscritti.
Nelle scuole di Novara le assemblee si sono svolte dal 5 all'8 aprile. Per il 30 dello stesso mese è stata organizzata con la locale Camera del Lavoro una giornata in Piazza Matteotti, denominata "Per il lavoro, lo sviluppo, la democrazia". Dalle 10 alle 19.30 ci saranno interventi da parte di tanti delegati, rappresentanti di associazioni e studenti che si alterneranno alla musica di giovani band locali. Per saperne di più
A Torino circa 150 assemblee (alcune delle quali territoriali). In molte assemblee nel comparto scuola è stato coinvolto il coordinamento precari di Torino, con singoli compagni che sono venuti in assemblea a sviluppare le nostre proposte in materia di precarietà. Nel comparto università sono state fatte diverse assemblee nelle sedi di ateneo sui temi dello sciopero e sui temi più specifici dello statuto. Al Politecnico è stata concordata un'assemblea per il giorno 4 maggio. Sempre il 4 maggio si svolgerà presso l'ospedale Molinette di Torino un'assemblea con la presenza di Susanna Camusso che vedrà la partecipazione dei lavoratori della sanità (FP CGIL), del commercio (FILCAMS), i lavoratori delle aziende ospedaliere (FLC CGIL). La Formazione Professionale ha organizzato assemblee nei posti di lavoro ed 1 territoriale mentre nel settore ricerca si sono organizzate le assemblee nei luoghi di lavoro. Inoltre, sono state svolte assemblee cittadine in diverse aree della provincia, insieme ad altre categorie ed alla cittadinanza locale.
10 assemblee sindacali a Vercelli, mentre il 6 maggio la manifestazione CGIL è incentrata sulla questione legata alla chiusura del Politecnico.

PUGLIA
Questo, in sintesi, l'elenco delle iniziative svolte o in corso di svolgimento organizzate dalla FLC CGIL nelle diverse province della regione.
Bari. Il giorno dello sciopero, venerdì 6 maggio, appuntamento in piazza con i diritti: corteo dalle ore 9.30 in Piazza Castello. Comizio con Vera Lamonica, Segr. nazionale CGIL,  a piazza Federico II. Nel mese di aprile volantinaggi informativi a Acquaviva, Modugno, Santeramo, Bitonto, Conversano, Molfetta, Noci, Castellana e Giovinazzo. Nei giorni 15, 18 e 20 aprile si sono svolti, in collaborazione con il Sindacato Pensionati CGIL, una prima tornata di volantinaggi davanti alle scuole, soprattutto primarie. Dopo la pausa pasquale il volantinaggio è ripreso in altri comuni, tra cui Gravina e Monopoli. Il 29 aprile, assemblea RSU/RSA. Questi gli appuntamenti previsti per i primi giorni di maggio: lunedì 2 in contemporanea 14 assemblee a Altamura, Bari, Bitonto, Corato, Gioia, Gravina, Locorotondo, Mola, Molfetta, Monopoli, Putignano, Terlizzi, Triggiano, Turi. Il 4 maggio, banchetto informativo presso l'Università di Bari. Nei giorni 3-4-5 maggio volantinaggio informativo a Bari.
BAT (Barletta-Andria-Trani). 6 maggio, appuntamento per il corteo, ore 9.30 a piazza Sant’Agostino a Trani. Comizio con Antonella Morga, Segretaria regionale CGIL. La FLC ha realizzato, nel periodo che va dal 15 marzo al 15 aprile, assemblee in tutte le scuole dei dieci comuni che compongono il territorio provinciale che hanno coinvolto tutte le 80 scuole presenti. Dal 30 aprile al 5 maggio, si stanno realizzando ulteriori assemblee pubbliche di iscritti e simpatizzanti, anche con la partecipazione delle Organizzazioni studentesche presenti nel territorio al fine di produrre un ultimo sforzo di sensibilizzazione in ogni realtà scolastica per la riuscita dello sciopero, attraverso la distribuzione dei volantini e l’affissione dei manifesti. In questi ultimi giorni, si è attivamente impegnati a garantire una forte presenza dei lavoratori della Scuola, della Ricerca e della Formazione, alle iniziative confederali.
Brindisi. Il 6 maggio la FLC si concentra alle ore 9.30, in piazza della Vittoria. Comizio con Francesca Abbrescia , Segretaria regionale CGIL. Si sono tenute 23 assemblee in tutti i comuni della provincia e 3 in città, si è provveduto alla distribuzione di materiale illustrativo per spiegare i motivi  dello sciopero, tale materiale è stato distribuito in maniera capillare alle nostre RSU e messo nelle bacheche di ogni singola scuola. La FLC ha inoltre partecipato a diverse assemblee comunali organizzate dalla CGIL. E’ in programma un'assemblea cittadina per il 5 pomeriggio organizzata da FLC e FP. Infine, si sta provvedendo all'invio di SMS che invitano i lavoratori e le lavoratrici ad aderire allo sciopero.
Foggia. Il 6 maggio appuntamento alle ore 9.30 al Piazzale della Stazione; comizio alle 11.00 in piazza Oberdan con Nicola  Affatato, Segretario regionale CGIL. Si sono svolte 21 assemblee territoriali sui temi dello sciopero che hanno coinvolto le scuole del territorio. Sabato 30 aprile iniziativa FLC di informazione e diffusione di materiale  dalle ore 17.00 alle  21.00 presso l'Isola Pedonale di Corso Vittorio Emanuele.  Il 4 maggio, presso la sede della FLC è previsto un attivo dei quadri e dei delegati, con la partecipazione delle RSU dei comparti della conoscenza.
Lecce. Il concentramento per la manifestazione provinciale è previsto alle ore 9.30 in piazza dei Partigiani. Comizio con Giovanni Forte Segretario regionale CGIL. La FLC ha organizzato, dal 18 aprile al 5 maggio, 18 assemblee territoriali che hanno coinvolto le scuole dell’intera provincia. Inoltre, abbiamo partecipando, con interventi specifici sui propri temi, alle seguenti assemblee organizzate della CGIL: 27 aprile, ore 17.30, Macroarea centro a Galatina presso Palazzo della Cultura; 28 aprile, ore 17.30, Macroarea Nord a  Lecce presso Sala provincia Via Salomi; 3 maggio, ore 17.30, Macroarea  Sud a  Casarano presso Sedile.
Taranto. Appuntamento il 6 maggio alle ore 9.00 presso l'ingresso dell'Arsenale (Via di Palma)  per il concentramento del corteo. Alle ore 11.30, comizio in piazza Maria Immacolata con Laura Spezia, Segretaria nazionale FIOM CGIL. Le iniziative della FLC hanno preso il via con le assemblee che hanno coinvolto sia i Centri di ricerca che le 131 scuole della provincia. Il 18 aprile si è svolta un'assemblea provinciale per i precari, mentre il 28 si è svolto un attivo provinciale per quadri, delegati ed RSU che ha coinvolto anche la funzione Pubblica oltre che la FLC provinciale.  Il 2 maggio si è svolta l'assemblea dedicata al personale dell'università.

SARDEGNA
Nel periodo dal 13 aprile a 21 aprile il piano di assemblee sindacali ha riguardato le scuole statali di Sassari, Alghero, Ozieri, Pattada, Bono, Castelsardo, Porto Torres. Lavoratori in assemblea con la FLC CGIL anche all'università. Per dare voce alle nostre ragioni, si sono svolti anche volantinaggi itineranti nei maggiori centri (Sassari, Porto Torres, Ozieri, Alghero), davanti agli Istituti Scolastici e per i mercatini. Un gazebo informativo è stato allestito il 17 aprile in Piazza D'Italia a Sassari, mentre per il 29 aprile è in programma il "trenino della cultura". Nella stessa giornata, assemblea cittadina ad Ozieri e per concludere il 4 maggio speakeraggio in auto per le vie della città.

SICILIA
Tra le ultime iniziative programmate segnaliamo l'attivo regionale a Enna con i lavoratori della formazione professionale il 26 aprile, l'appuntamento con Susanna Camusso a Marsala per la Festa del 1° maggio e il giorno seguente, il 2 maggio, la manifestazione regionale a Palermo contro i tagli agli organici con presidio dinanzi la sede dell'Assessorato Regionale all'Istruzione e formazione professionale, Via Ausonia 122 a partire dalle ore 10.00. A Ragusa il giorno dello sciopero la FLC CGIL parteciperà alle iniziative della confederazione con concentramento, alle ore 9.30, in P.zza Cappuccini, corteo per le vie del centro e comizio.
Questo è invece il "bollettino" delle iniziative messe in campo dalla FLC CGIL a Catania: 50 assemblee per la scuola, 3 per università, 2 per la ricerca, 2 per la formazione professionale, 1 assemblea al Policlinico e 1 con i precari. Il 25 marzo e il 10 aprile si sono svolti 2 presidi, mentre 2 attivi hanno riguardato la Formazione Professionale il 4 aprile e le RSU e delegati il 28 dello stesso mese.
A Messina la FLC CGIL ha messo in calendario lo svolgimento di 40 assemblee sui posti di lavoro nel periodo 18 marzo-4 maggio. Il 3 marzo si è svolta un'assemblea specifica per i lavoratori della Formazione professionale, mentre l'11 marzo l'assemblea ha riguardato i lavoratori della Università presso il Policlinico Universitario "A. Martino" di Messina. Assemblea per i tutti i lavoratori della scuola congiunta con la Funzione Pubblica il 25 marzo e attivo con le RSU l'8 aprile. In programma per il 2 maggio il sit-in dei lavoratori precari della scuola presso USR Sicilia per la vertenza organici.
Ben 32 assemblee sindacali svolte o in corso di svolgimento a Trapani, che hanno visto il coinvolgimento di 105 istituzioni scolastiche e un'assemblea provinciale dei precari.
Dal 23 marzo al 2 maggio, è questo il periodo nel quale è previsto lo svolgimento di 27 assemblee sindacali sull'intero territorio provinciale di Caltanissetta. Altre iniziative da segnalare sono state: 25 marzo, cineforum con i precari presso ITAS L. Russo di Caltanissetta con proiezione del documentario di Iacona "La scuola tagliata"; 10 aprile, dalle ore 9,30 alle ore 13,00, presidio in piazza Garibaldi con gazebo e volantinaggio.

TOSCANA
Tutte mobilitate le province toscane, dove si sono svolte, o sono in corso di svolgimento, assemblee per informare i lavoratori sui motivi dello sciopero. Questo il quadro dei 169 appuntamenti previsti:
Arezzo, 17 assemblee territoriali; Firenze, 43 assemblee di scuola, 6 attivi di zona, 5 assemblee di ateneo, 5 assemblee di scuola non statale, 2 assemblee enti di ricerca; Grosseto, 10 assemblee territoriali; Livorno, 8 assemblee territoriali alle quali si aggiungono assemblee con RSU, terminali associativi e simpatizzanti; Lucca, 8 assemblee territoriali, volantinaggio al mercato di Lucca, Castelnuovo e Viareggio (1 maggio), stazione di Lucca e  fuori dalle scuole; Massa, 14 assemblee per raggruppamenti di scuole, affissione manifesti e volantini, dibattito pubblico il 21 aprile; Pisa, 18 assemblee che coinvolgeranno scuola, università e ricerca; partecipazione con la CGIL alla AGRIFIERA di Pontasserchio, volantinaggio Stazione e mercato; Pistoia, 20 assemblee per raggruppamenti di scuole e consegna a tutte le scuole e a tutti i plessi del manifesto nazionale sullo sciopero; Prato, 25 assemblee e invio di un giornalino a tutti gli iscritti, volantinaggio nelle scuole e volantinaggio dei precari nel centro-città, il 2 maggio assemblea delle RSU; Siena, 30 assemblee di scuole più 3 maxi assemblee (università, precari, delegati), volantinaggio in piazza il 2 maggio. Particolarmente intensa l'attività della FLC CGIL a Livorno. Nel mese di marzo assemblee territoriali a Livorno-Collesalvetti, Cecina-Rosignano, Piombino, Elba. Il mese successivo dal 4 al 12 aprile: assemblee con RSU, terminali associativi, simpatizzanti per preparare la campagna per lo sciopero. Il 20 aprile elezioni suppletive all'ISIS Niccolini Palli, unica scuola nella quale non era stata eletta la RSU nel 2006: FLC CGIL primo sindacato e quadruplica i voti. Il 28 aprile: assemblea con tutte le RSU e i terminali associativi della provincia per consegnare materiale propaganda e fare calendario volantinaggi con tutte le categorie CGIL. Per il mese di maggio, questi gli appuntamenti: 3 maggio presidio in piazza FLC, FP e NIDIL l'iniziativa si intitola "Il futuro non è più quello di una volta". Nei centri principali varrà fatta la "stesa del bucato" con i pensieri scritti dai lavoratori: "io sciopero perché…". Dal 2 maggio al 5 maggio, volantinaggi in ciascuna scuola della provincia.

TRENTINO ALTO ADIGE
A Trento, la FLC CGIL ha organizzato nelle scuole, in parallelo ad un ciclo di assemblee unitarie con le altre sigle, altre 13 assemblee territoriali in orario di lavoro in preparazione dello sciopero. Si è scelto di tenerle dedicandole alle diverse specificità lavorative: docenti, personale ATA e personale docente della formazione professionale. A queste se ne è aggiunta un'altra che si è svolta all'Università.
Da segnalare anche la "giornata del delegato" e un'intensa attività informativa con l'invio di volantini con le ragioni dello sciopero a tutte le scuole e a tutti gli iscritti, nonché la diffusione di un giornalino dedicato allo sciopero e alla manifestazione.
A Bolzano, 14 le assemblee territoriali in calendario e 7 le assemblee di scuola. Accanto alla tradizionale attività di informazione sulla carta stampata e con i volantinaggi, segnaliamo l'invio di comunicazioni via posta elettronica in entrambe le lingue sui motivi dello sciopero a tutte le scuole, ai precari e a tutte le RSU.

UMBRIA
Manifestazione regionale a Terni il giorno dello sciopero. A partire dalle ore 9.30 concentramento in Piazzale della Rivoluzione Francese.
Fitto calendario di appuntamenti con attivi di zona dei  quadri e dei delegati nelle città di Perugia, Gubbio, Foligno, Città di Castello, Todi, Castiglione del Lago, Spoleto.
A Terni, le assemblee territoriali sono state quattro e hanno riguardati Terni, Orvieto, Narni e Amelia. Otto le assemblee sindacali nelle scuole alle quali se ne aggiunge una che ha riguardato il comparto dell'AFAM.

VALLE D'AOSTA
Venti le assemblee sindacali svolte o in corso di svolgimento dal 12 aprile al 4 maggio. Sette hanno interessato la scuola dell'infanzia e primaria, nove la scuola di primo e secondo grado e 4 le scuole paritarie.

VENETO
L'attività di preparazione delle sciopero generale è intensa in tutta la regione fin da marzo, quando hanno cominciato a tenersi iniziative comuni della FLC CGIL con la Funzione Pubblica in vista dell'iniziale sciopero previsto per il 25 marzo. L'attività è proseguita anche con incontri pubblici: "Le proposte della FLC CGIL sul precariato", 8 aprile; "Quali prospettive per l'educazione degli adulti", 8 aprile; "Le nuovi classi di concorso e il caso degli ITP", 9 aprile. E ancora: partecipazione della struttura regionale alle iniziative territoriali e alle assemblee sui posti di lavoro il 18 aprile e consegna, il giorno seguente, all'USR Veneto del documento nazionale di protesta con i 12 motivi per scioperare; sostegno alle iniziative FILCAMS sul tema della riduzione dei servizi nelle scuole il 28 aprile.
In tutte le province venete, inoltre, si sono svolte assemblee con i precari sui ricorsi nell'ambito della vertenza nazionale lanciata dalla FLC CGIL e per informare sull'"Operazione centomila". A partire dal 15 aprile, invece, è stato programmato un piano di assemblee territoriali e di confronto con i genitori. Non sono mancati neanche presidi, gazebo informativi e volantinaggi o iniziative come quella del 15 aprile a Treviso, quando in occasione di un incontro con Direttivo, RSU e Delegati sono state distribuite cartoline elaborate dagli artisti e indirizzate al Ministro Gelmini. Oppure, Sabato 16 aprile dalle 14 alle 20 gazebo a Mogliano, Castelfranco e Conegliano con distribuzione di materiale informativo. Sabato 30 aprile si replica a Treviso dalle 14 alle 20.