FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3886668
Home » Attualità » Istruzione degli adulti » Incontro al MIUR sull’Istruzione degli adulti. Nessuna novità di rilievo sull’approvazione del regolamento sui CPIA

Incontro al MIUR sull’Istruzione degli adulti. Nessuna novità di rilievo sull’approvazione del regolamento sui CPIA

Il 4 novembre 2011 i sindacati hanno avuto un incontro alla Direzione generale per l’istruzione e la formazione tecnica superiore per comunicazioni sull’iter del Regolamento dei Centri per l’educazione degli Adulti

08/11/2011
Decrease text size Increase  text size

Purtroppo non ci sono state nuove comunicazioni, se non un ripetersi di quanto già da noi scritto il 31 agosto.

Pertanto ancora una volta dobbiamo registrare il dubbio che su quel Regolamento pesi la compatibilità economica dell’operazione imposta dal Mef e che dovrebbe probabilmente portare ad estendere i tagli agli organici dei CTP, dopo il drastico intervento sui corsi serali delle scuole superiori operato in questo anno scolastico.

Senz’altro la Direzione generale per l’Istruzione e la formazione tecnica superiore cura tramite l’Invalsi e l’Ansas una buona progettualità da condividere con i CTP, ma per valorizzare le buone pratiche che caratterizzano le professionalità di tale segmento di scuola, occorre un riconoscimento normativo che la faccia uscire dalle secche di un’Istruzione che rischia di diventare residuale  .

Sono state poi fornite alcune informazioni relative allo svolgimento dei test di lingua.

  • L’accordo MIUR – Ministero dell’Interno, sta concludendo la sua prima annualità. E’ previsto un nuovo accordo per riprogrammare la seconda annualità.
  • Nel frattempo i criteri per la partecipazione ai bandi del Fondo Europeo di Integrazione, a livello regionale  e territoriale, sono stati in modo da consentire la partecipazione a pieno titolo agli istituti scolastici cui afferiscono i CTP.
  • Si sta procedendo a sanare le situazioni in cui si sono determinati ritardi nell’erogazione dei finanziamenti previsti per le attività collegate ai test di lingua.
  • Anche l’accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri   lo scorso  28 luglio,  per quanto concerne le modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana, si riferisce al Decreto del Ministero dell'Interno di concerto con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del  4 giugno 2010.  Pertanto, anche da questa via viene una conferma del ruolo dei CTP.