FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3827373
Home » Università » Università. Sottoscritto l’accordo stralcio di contrattazione integrativa per gli anni 2005-2006

Università. Sottoscritto l’accordo stralcio di contrattazione integrativa per gli anni 2005-2006

Università di Perugina e OO.SS. firmano l’accordo stralcio di contrattazione integrativa per gli anni 2005-2006 sul salario accessorio e sul buono pasto

13/11/2006
Decrease text size Increase  text size

Il giorno 9 ottobre 2006 all’Università di Perugia CGIL,CISL, UIL, CONFSAL e la RSU hanno sottoscritto il contratto collettivo integrativo - accordo stralcio per gli anni 2005 e 2006.

In particolare:

·per il personale delle categorie B, C, D a tempo indeterminato ed a tempo determinato è stata istituita, ai sensi dell’art. 41, c. 4 del CCNL 27.1.2005, l’indennità accessoria mensile con decorrenza dal 1.1.2005. I valori mensili previsti per ciascuna categoria sono:

75 euro per la categoria B

83 euro per la categoria C

98 euro per la categoria D

·sono stati confermati i criteri stabiliti nell’accordo del 2004 per erogare l’Indennità di responsabilità e le indennità per compiti che comportano oneri, rischi e disagi;

·sono stati modificati i criteri per la corresponsione della retribuzione di posizione e di risultato per il personale di categoria EP, anche alla luce di quanto previsto dall’art. 38 del CCNL 27.1.2005.

L’accordo disciplina inoltre nuove regole per l’orario di lavoro (aumento della flessibilità oraria in entrata ed in uscita - introduzione del profilo orario giornaliero di ore 7,12 - pausa minima per il pranzo di 10 minuti purchè risultante da timbrature), i buoni pasto (conguaglio tra il valore precedente di € 5,16 ed il nuovo di € 7,00 - recupero dei buoni pasto per chiusure programmate dalle strutture) ed il lavoro straordinario che, nell’ambito di una politica che punta ad una forte riduzione di questo istituto, sarà riconosciuto solo nel caso in cui il dipendente, nei giorni in cui non è previsto il rientro pomeridiano, effettui un orario complessivo giornaliero di almeno 8 ore. I risparmi così ottenuti andranno ad incrementare le risorse destinate al trattamento accessorio.

Questo accordo va inoltre inserito nel contesto di una lunga trattativa con l’Amministrazione il cui esito positivo ha consentito di recuperare nell’anno 2006 le somme relative al “differenziale delle cessazioni” anni 2000-2005, pari ad € 1.500.000,00.

La parte invece dell’accordo riguardante il terzo passaggio di posizione economica per tutto il personale con decorrenza 1° gennaio 2007, pur già contrattata, è stata rinviata in quanto subordinata all'approvazione del Bilancio preventivo 2007.

Roma, 13 novembre 2006