FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3964205
Home » Scuola » Il parere del CSPI sugli Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione

Il parere del CSPI sugli Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione

Per il CSPI la proposta ministeriale che prevede due prove scritte più l’orale non tiene sufficientemente conto degli effetti della pandemia sul percorso scolastico degli alunni.

08/02/2022
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione (CSPI) riunito in seduta plenaria in data 7 febbraio 2022 si è espresso sulla bozza di schema di ordinanza del Ministro dell’Istruzione concernente gli “Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione per l'anno scolastico 2021/2022”.

Il CSPI ha accolto favorevolmente la proposta di effettuare gli esami in presenza, segno del bisogno di ritrovare una normalità dopo due anni segnati dall’emergenza sanitaria.

Il CSPI, tuttavia, rileva che l'ordinanza non sembra tenere conto delle ripercussioni sugli apprendimenti e sui risvolti psicologici e sociali degli alunni della classe terza della scuola secondaria di I grado, soprattutto quelli più fragili, con bisogni educativi speciali e stranieri, che da marzo 2020 hanno visto un'alternanza tra didattica a distanza e didattica in presenza con problematiche eterogenee a livello nazionale.

L'esame di Stato deve rappresentare per gli alunni in uscita dalla scuola secondaria di I grado un momento significativo, utile a promuovere in molti casi una più chiara e realistica conoscenza di sé e del proprio percorso di crescita cognitiva.

Prevedere lo svolgimento di due prove scritte (italiano e matematica) più il colloquio, mantenendo un criterio valutativo che opera sommatorie di voti decimali tra le diverse prove significa, da parte della scuola, offrire un riscontro che dà spazio unicamente ad alcune singole discipline, alle singole valutazioni e non tiene conto della pluri-interdisciplinarietà e del processo globale di maturazione.

Per queste ragioni il CSPI è del parere che la predisposizione e lo svolgimento di un’unica prova così come è accaduto lo scorso anno (prova orale condotta a partire dalla presentazione di un elaborato), possa consentire di valorizzare il percorso scolastico di tutti e di ciascuno, facendo emergere le esperienze vissute e le competenze acquisite.

Il parere è stato approvato a maggioranza con due voti contrari.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook