FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3889592
Home » Scuola » Adozione dei libri di testo. Via al formato digitale

Adozione dei libri di testo. Via al formato digitale

Il MIUR dà indicazioni operative. Ma non i prezzi di copertina nè i tetti di spesa.

14/02/2012
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La  circolare ministeriale 18/12 “Adozione dei libri di testo per l’a.s. 2012/2013 – Indicazioni operative” è lettura doverosa e interessante, ma suscita alcune perplessità. Vediamo.

Conferme e novità

Il testo si apre con un preciso segnale di continuità: la conferma della cadenza pluriennale delle adozioni (5 anni nella scuola primaria e 6 nelle secondarie). Una scelta che rimane lesiva dell'autonomia scolastica e della libertà di insegnamento.

La novità consiste nel fatto che dal prossimo anno scolastico non possono essere adottati né mantenuti in adozione testi esclusivamente cartacei. I testi scolastici saranno in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale) o interamente scaricabili da internet.

Testi in forma esclusivamente cartacea, in adozione dall’a.s. 2008/2009, dovranno essere sostituiti, con altri testi oppure con la forma mista o scaricabile da internet dei testi medesimi .

I testi in forma mista, in adozione nel corrente anno scolastico vanno mantenuti fino al termine del vincolo pluriennale.

Revisione degli ordinamenti

La normativa vigente (ulteriore elemento di continuità) prevede che si possa derogare al  tali vincolo pluriennale  solo in presenza di “specifiche e motivate esigenze”. Tali esigenze sono state ridotte ad un unico caso: la revisione degli ordinamenti scolastici.

Poiché recentemente sono state adottate  le Indicazioni Nazionali per i Licei e le Linee Guida per gli istituti tecnici e professionali, sono in corso di definizione i decreti sulle opzioni dei tecnici e dei professionali (e le schede relative alle discipline) e sono stati pubblicati i “ Traguardi per lo sviluppo delle competenze e obiettivi di apprendimento della religione cattolica per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione”, i collegi dei docenti, valutata la rispondenza dei testi in vigore ai documenti citati, potranno eventualmente procedere ad una nuova adozione.

Tempi e modalità delle adozioni

Il punto dedicato a “Tempi e modalità delle adozioni” si apre e si chiude con un riferimento alla questione dei costi. I collegi debbono infatti deliberare tenendo conto dei tetti di spesa “stabiliti”. Tetti che il Miur “si riserva di comunicare” insieme ai prezzi di copertina dei libri di testo per la scuola primaria.

I collegi dei docenti dovranno deliberare nella seconda decade di maggio. Non c’è che da prendere atto della scadenza, nella speranza – nell’auspicio vivissimo- che non si ripeta quanto accaduto lo scorso anno quando i collegi erano tenuti a deliberare entro la prima decade e il decreto che stabiliva i tetti di spesa portava la data del 10 maggio 2011! Una “disattenzione” nei confronti delle famiglie e del lavoro della scuola pubblica.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI