FLC CGIL
Sciopero scuola e sciopero generale

http://www.flcgil.it/@3875323
Home » Attualità » Sindacato » Comparti di contrattazione: incontro del 30 settembre

Comparti di contrattazione: incontro del 30 settembre

Pubblichiamo il comunicato della Cgil e la nuova bozza di contratto quadro.

01/10/2010
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nell’incontro avvenuto in ARAN il 30.9 è stata presentata, come già preannunciato nella riunione precedente, una nuova stesura della Bozza di CCNQ sui Comparti e le Aree di contrattazione per il triennio 2010/2012 (vedi allegato).

Si tratta di un nuovo testo che, al di là di alcune modifiche su punti non fondamentali, rappresenta un parziale e ancora insufficiente “aggiustamento” rispetto al testo precedente.

In particolare ciò vale per l’Art. 9, con il quale si intenderebbe affrontare la complessa tematica del raccordo tra vecchi contratti e nuovi comparti e per il nuovo art. 10 con il quale si dovrebbe prendere atto dell’avvenuta diversa collocazione di enti a seguito dell’entrata in vigore di decreti e leggi.

Rimangono ancora inalterati i contenuti degli artt. 2 (composizione dei nuovi comparti) e 8 (sezioni professionali).

Nulla si continua ancora a dire sul tema delle modalità di accertamento della rappresentatività tenendo conto della normativa vigente e della composizione dei nuovi comparti.

L’andamento del confronto continua a presentarsi lento e privo della necessaria chiarezza anche in relazione alle reali intenzioni delle parti circa l’esito del negoziato.

Alla luce di ciò, ferma rimanendo la necessità di correggere il testo su parti non secondarie, la CGIL si è dichiarata disponibile ad una “no stop” per giungere rapidamente ad un chiarimento definitivo con l’Aran e, in caso positivo, per concludere l’accordo.

L’Accordo deve prevedere contestualmente il calendario per il rinnovo delle RSU che, a norma di legge, non sono prorogabili dopo il 30 novembre, con il rischio di blocco della contrattazione di II livello e per il cui rinnovo la CGIL con lettera a firma del Segretario Generale, ha già provveduto ad indire le elezioni.