FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3806277
Home » Scuola » Relazioni sindacali nelle istituzioni scolastiche italiane all’estero

Relazioni sindacali nelle istituzioni scolastiche italiane all’estero

La CGIL scuola, unitamente alle altre Organizzazioni sindacali, aveva sollecitato l’invio di un messaggio alle ambasciate, ai consolati e alle istituzioni scolastiche italiane all’estero

11/02/2004
Decrease text size Increase  text size

Nell’ultimo incontro sindacale avuto con la delegazione di parte pubblica, la CGIL scuola, unitamente alle altre Organizzazioni sindacali, aveva sollecitato l’invio di un messaggio alle ambasciate, ai consolati e alle istituzioni scolastiche italiane all’estero che specificasse, alla luce del nuovo CCNL, il sistema delle relazioni sindacali in vigore all’estero.

Nel messaggio, che pubblichiamo di seguito, vengono specificati i livelli di contrattazione, le materie e la composizione delle rispettive delegazioni trattanti.

Lo scopo del messaggio è quello di informare tutte le componenti e in modo particolare quelle di parte pubblica su come ai vari livelli debba essere esplicato il sistema delle relazioni sindacali ricordando che all’estero si applicano le norme previste in territorio metropolitano con l’aggiunta di quelle individuate al Capo X “personale delle scuole italiane all’estero” del CCNL vigente.

Contestualmente e di seguito pubblichiamo il messaggio relativo al CCNI dell’8 maggio 2001 ancora in vigore.

MESSAGGIO

Mittente: MAE-Sede-267-P

Posizione: L661

Oggetto: Sistema delle relazioni sindacali – art.97, art.4 comma 2 e comma 3, art.6 comma 2, art.7 ed art.119 del CCNL/03.

Redazione: Ferraro/Capitani/Salerno
Firma: Cons. d'Amb. Leonardo Sampoli
Destinatario: Sedi con Lettorati, Corsi, Scuole.

Testo: Su richiesta delle Organizzazioni Sindacali estero/scuole si porta all’attenzione delle Rappresentanze Diplomatiche, degli Uffici Consolari e delle Istituzioni Scolastiche il contenuto del presente messaggio relativo al sistema delle relazioni sindacali.

Il sistema delle relazioni sindacali, così come definito nell’art. 3 del CCNL/03, nel rispetto delle distinzioni di ruoli e delle rispettive responsabilità dell’amministrazione scolastica e dei sindacati, persegue l’obiettivo di contemperare l’interesse del personale scolastico alla crescita professionale con l’esigenza di incrementare l’efficacia e l’efficienza dei servizi prestati alla collettività.

Il sistema delle relazioni sindacali si articola attraverso i moduli relazionali della contrattazione collettiva (livello integrativo nazionale, regionale e a livello di istituzione scolastica), della partecipazione (informazione, concertazione e intesa) e della interpretazione autentica dei contatti.

Ai sensi dell’art.97 del CCNL/03, il sistema delle relazioni sindacali vigente in Italia, di cui al Capo II del medesimo Contratto, si applica anche al personale della scuola in servizio all’estero, ivi compresa la costituzione delle R.S.U., in aggiunta a quanto specificatamente previsto per detto personale al Capo X del citato Contratto.

Le relazioni sindacali si articolano:

a livello di contrattazione integrativa nazionale

– presso il Ministero degli Affari Esteri sulle materie previste dall’art.4 comma 2 del

CCNL/03;

a livello decentrato

– presso le Ambasciate , per le questioni che investono l’intero Paese ospitante;

– presso i Consolati per il personale dei corsi di lingua italiana e per il personale statale delle scuole private (e straniere) sulle materie previste dall’art.4 comma 3 del CCNL/03;

– presso le scuole statali italiane all’estero nelle quali sono state costituite le RSU sulle materie previste dall’art.6 comma 2 del CCNL/03.

Le materie oggetto di informazione preventiva e successiva per ciascun livello di partecipazione (Rappresentanze Diplomatiche, Uffici Consolari e Istituzioni Scolastiche) sono definite negli artt. 5, 6 e 98 del CCNL/03; gli artt. 4, 6 e 97 CCNL/03 definiscono le modalità per la contrattazione integrativa e decentrata.

L’art. 7 del CCNL/03 definisce, inoltre, la composizione delle delegazioni trattanti per la parte pubblica e per le Organizzazioni Sindacali per ciascun livello di contrattazione.

Per la contrattazione integrativa

a livello di Ambasciata:

- la delegazione di parte pubblica è costituita dall’Ambasciatore o da un suo delegato

che la presiede (diverso dal Dirigente Scolastico); la parte sindacale dai

rappresentanti nazionali segnalati da ciascuna organizzazione sindacale firmataria

del CCNL;

a livello circoscrizionale:

- la delegazione di parte pubblica è rappresentata dal Console o da un suo delegato (diverso dal Dirigente Scolastico);

- la parte sindacale è rappresentata dai responsabili sindacali di circoscrizione consolare, segnalati da ciascuna organizzazione sindacale, in caso di loro assenza, dai responsabili sindacali nazionali;

a livello di istituzione scolastica, in cui è costituita la RSU:

- la parte pubblica è rappresentata dal Dirigente Scolastico, la parte sindacale è rappresentata dai componenti la RSU e dai responsabili sindacali segnalati da ciascuna organizzazione sindacale firmataria del CCNL;

a livello di istituzione scolastica, in cui non è costituita la RSU:

- la parte pubblica è rappresentata dal Dirigente Scolastico, la parte sindacale è

rappresentata dai responsabili sindacali segnalati da ciascuna Organizzazione

Sindacale firmataria del CCNL.

Si rimanda, infine, all’art.119 “Norme Applicative”, per le precisazioni riguardanti alcuni necessari riferimenti relativi alla peculiarità delle scuole all’estero.

Si trasmettono in allegato gli articoli summenzionati.

Firma e funzione: Cons d'Amb. Leonardo Sampoli

Capo Ufficio IV D.G.P.C.C.

MESSAGGIO

Mittente: D.G.P.C.- IV - MAE SEDE 267 P

Numero protocollo: 0037140

Data: 27 gennaio 2004

Oggetto: CCNIE/2001: Progetti di miglioramento dell'offerta formativa e F.O. a.s. 2003/2004.

Redazione: Scarpellini

Firma: Sampoli

Destinatario: AMBASCIATA D'ITALIA: ADDIS ABEBA - ASMARA - L'AJA - LIMA - SANTIAGO.

CONSOLATO GENERALE D'ITALIA: AMBURGO - BARCELLONA - BASILEA - BRUXELLES - BUENOS AIRES CHARLEROI - EDIMBURGO - FRANCOFORTE SUL MENO - GINEVRA - HANNOVER - ISTANBUL - LA PLATA - LIEGI - LIONE - LONDRA - LOSANNA - MADRID - METZ - NIZZA - PARIGI - ROSARIO - SAN PAOLO - STOCCARDA -ZURIGO.

CONSOLATO D'ITALIA: ATENE - BERNA - CHAMBERY - FRIBURGO - LILLA - MANCHESTER - MONTEVIDEO - SAARBRÜCKEN- SAN GALLO.

Visione: AMBASCIATA D'ITALIA: BERLINO - BERNA - BRUXELLES

Testo: Si prega di voler portare a conoscenza dei Dirigenti scolastici che, nelle more della sottoscrizione del nuovo Contratto Collettivo Nazionale Integrativo per l'Estero, è confermata la validità del CCNIE 8 maggio 2001.

Conseguentemente, per l'a.s. 2003/2004 sono prorogati anche tutti gli istituti contrattuali di cui al CCNIE/2001 medesimo- e relative tabelle - con particolare riferimento all'art.8, riguardante l'attivazione di Progetti di Miglioramento dell'Offerta Formativa, e all'art. 9 sulle Funzioni strumentali al Piano dell'Offerta Formativa.

Il termine ultimo per il ricevimento delle richieste di finanziamento è fissato per il giorno 10 febbraio 2004.

Le richieste di chiarimento pervenute sulla materia saranno soddisfatte a seguito del confronto con le OO.SS. nel corso del prossimo incontro.

Firma e funzione: Cons. d'Amb. Leonardo Sampoli - Capo dell'Uff. IV

Roma, 11 febbraio 2004

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI