FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3812913
Home » Scuola » La Cgil Scuola incontra la scuola media

La Cgil Scuola incontra la scuola media

La CGIL scuola ha incontrato gli insegnanti della scuola media nel corso di 3 incontri.

10/02/2004
Decrease text size Increase  text size

che si sono tenuti: il 5 febbraio a Roma per le regioni del centro, il 6 febbraio a Bologna per le regioni del nord e il 9 febbraio a Napoli per le regioni del sud.

Il livello di partecipazione è stato molto alto e ha testimoniato il grado di allarme diffuso nella scuola media per gli effetti distruttivi che il decreto attuativo sul primo ciclo di istruzione rischia di produrre nell’assetto educativo, ordinamentale e organizzativo della scuola media.
Il dibattito ha messo in evidenza le problematiche più sentite, in particolare:

  • Le svariate incertezze suscitate dal decreto che non fanno che alimentare il clima di confusione nelle scuole

  • L’esigenza di portare fuori dalle scuole le problematiche prodotte dal decreto e di coinvolgere gli altri soggetti sociali interessati agli esiti dei cambiamenti della scuola, cioè famiglie, studenti, le altre categorie di lavoratori

  • Le mille preoccupazioni per le ricadute sul personale e sulla qualità della scuola, dalle discipline condannate, come educazione tecnica e strumento musicale, alle discipline ridotte e dequalificate, come lingua straniera e tutte le altre che subiscono una riduzione netta, l’ingresso nella scuola di lavoro precario e atipico, l’aumento di soprannumerari e il rischio di dequalificazione professionale, la diminuzione di organico, la gestione di un modello di scuola dai molti punti oscuri e non condivisi.

  • La richiesta pressante di una risposta forte sul piano della lotta sindacale, a partire dallo sciopero, unitamente ad altre forme di lotta.

  • La preoccupazione per la gestione di questa fase davanti al fatto che le componenti interne della scuola dell’autonomia possano trovarsi su posizioni diverse e contrastanti.

La CGIL scuola ritiene che la nuova fase, contrassegnata dall’approvazione del decreto, esiga una risposta all’altezza della situazione, cioè una lotta che, privilegiando i più ampi schieramenti, permetta di mettere in campo l’opposizione sociale a sostegno della scuola pubblica, ottenga garanzie relative all’organico e alla qualità dell’insegnamento, utilizzi a questo scopo tutti gli spazi che le norme sull’autonomia permettono di usare.
La CGIL scuola si propone di sostenere la lotta delle scuole con tutti gli strumenti di approfondimento necessari e mettendo in atto azioni di protesta, possibilmente unitarie, a sostegno delle garanzie di qualità per il funzionamento della scuola.

Roma 10 febbraio 2004

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI