FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3813645
Home » Scuola » Inglese. I chiarimenti del Miur sui progetti pilota

Inglese. I chiarimenti del Miur sui progetti pilota

Nota ministeriale

12/04/2005
Decrease text size Increase  text size

Con qualche settimana di ritardo, il Miur ha pubblicato nei giorni scorsi la nota di chiarimento che, su istanza di FLC Cgil, Cisl scuola e Uil Scuola, si era impegnato a diramare in merito ai corsi di formazione in lingua inglese per gli insegnanti della scuola primaria. Come anticipato nella nostra precedente comunicazione, la nota precisa natura, destinatari, fonti di finanziamento dei corsi pilota nonché l’assoluta volontarietà della partecipazione.
Precisa inoltre che l’utilizzo nelle classi per insegnamento dell’inglese del personale che viene adesso formato non è automatico: i relativi provvedimenti “saranno assunti nelle sedi opportune, previa contrattazione con le Organizzazioni sindacali”.
Per quanto riguarda il disposto della Legge Finanziaria per il 2005, cioè la sostituzione degli specialisti con docenti di classe appositamente formati, si rimanda a successive indicazioni che saranno diramate dopo aver definito gli stanziamenti necessari e dopo il confronto con le organizzazioni sindacali.
Giova ricordare che una ricognizione riguardo le competenze personale in servizio, compresi gli incaricati annuali, è stata avviata con la nota ministeriale del 23 marzo.

Roma, 12 aprile 2004

Nota ministeriale

Prot. n. 586/DIP/UO4

Roma, 23 marzo 2005

Oggetto: rilevazione dei dati numerici relativi ai docenti della scuola primaria con riferimento all'insegnamento della lingua straniera
Com'è noto alle SS.LL., l'insegnamento della lingua straniera (inglese) assume un'importanza prioritaria nell'ambito della scuola primaria, in cui detto insegnamento è stato introdotto sin dalla prima classe.
Tale situazione esige che tutti i docenti della scuola primaria, attraverso appositi interventi di formazione e in maniera graduale, acquisiscano le necessarie competenze linguistiche per poter impartire l'insegnamento della lingua straniera nelle rispettive classi.
Ai fini di cui sopra, per poter procedere alla programmazione degli interventi di formazione, occorre effettuare una generale rilevazione dei docenti con specifico riguardo all'insegnamento della lingua straniera e, in particolare, dell'inglese.
In tale ottica è stato attivato un servizio di rilevazione informatizzato che consentirà alle scuole primarie di immettere direttamente dai propri Uffici di segreteria, tutti i dati in proprio possesso, riguardanti i docenti che insegnano e quelli che non insegnano la lingua inglese, nonché, le relative competenze.
L'immissione dei dati potrà essere effettuata nel periodo dall'8 al 22 aprile p.v. In relazione a quanto sopra, il dirigente di ciascuna istituzione scolastica statale avrà cura di effettuare la rilevazione numerica:
· dei docenti generalisti che non insegnano la lingua inglese;
· dei docenti specializzati che la insegnano nelle loro classi;
· dei docenti specialisti che insegnano solo la lingua inglese;
· dei docenti che insegnano altre lingue straniere.
La rilevazione riguarderà sia i docenti incaricati a tempo indeterminato che quelli con incarico a tempo determinato di durata annuale.
Tali dati, che, fondatamente, sono già a disposizione dei dirigenti scolastici, dovranno essere subito inseriti nel Sistema Informativo, utilizzando la Tabella n° 1 di rilevazione.
In allegato è riportato un modello della Tabella n° 1, che sarà reso disponibile anche sul sito Intranet nella Sezione Questionari & Rilevazioni (v. Allegato n° 1).
Una seconda rilevazione (vedi Tabella n°2), da effettuarsi sempre a cura del dirigente di ciascuna istituzione scolastica statale, sentiti i docenti interessati, consentirà la ricognizione dei livelli di competenza di coloro che non insegnano la lingua inglese.
Tali livelli verranno riportati nella rilevazione sulla base di una autodichiarazione dei docenti. I livelli di competenza linguistica dovranno essere rilevati secondo la scala globale dei livelli del Quadro Comune Europeo di Riferimento del Consiglio d'Europa, riportata nella Legenda, che sarà resa disponibile sul sito Intranet nella Sezione Questionari & Rilevazioni.
Attesa l'importanza della rilevazione e l'esigenza di acquisire in tempi brevi gli esiti del monitoraggio, le SS.LL. vorranno assumere le iniziative necessarie, affinché i dati richiesti siano inseriti, a cura dei dirigenti scolastici, nel sistema informativo con assoluta urgenza nel rispetto delle date sopra indicate.
Si segnala che le funzioni di monitoraggio e quelle statistiche relative ai dati acquisiti saranno disponibili nell'ambito dei tre livelli di interesse (Amministrazione Centrale, USR e CSA) a partire dal 15 aprile p.v..
Per ogni opportuno chiarimento, le SS.LL. potranno consultare i siti Internet e Intranet del MIUR, rivolgersi al Centro di assistenza del gestore del servizio informatico (numero verde 800 903 080), oppure inviare una e-mail ai seguenti indirizzi:

Nel confidare nella collaborazione delle SS.LL. e nella puntualità dei Dirigenti scolastici, si ringrazia.

IL CAPO DIPARTIMENTO - F.to Pasquale Capo

Allegati:

Allegato 1

Allegato 2

Nota chiarimento

Prot.n. 319

Roma, 5 aprile 2005

Ai Direttori degli Uffici scolastici regionali
LORO SEDI

OGGETTO: Progetto sperimentale per lo sviluppo delle competenze linguistico -comunicative degli insegnanti di scuola primaria (anno scolastico 2004-2005)

e, p.c., Al Capo Dipartimento per l’istruzione
Al Direttore Generale degli Ordinamenti scolastici
LORO SEDI

Con riferimento ai contenuti delle Conferenze di servizio del 21 gennaio e 14 febbraio uu.ss., concernenti le azioni programmate per lo sviluppo delle competenze linguistico -comunicative degli insegnanti di scuola primaria, si ritiene opportuno fornire ulteriori precisazioni, anche in relazione ad analoghe richieste formulate dalle Organizzazioni sindacali in sede di informativa per la direttiva ministeriale sulla formazione e sull’aggiornamento del personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario – a.s. 2005-2006 .

I finanziamenti ripartiti tra gli Uffici scolastici regionali, secondo la tabella allegata al decreto n.22 del 17 novembre 2004, provengono dallo stanziamento assegnato a questa Direzione Generale, ai sensi della Direttiva n.60 del 26 luglio 2004, concernente gli obiettivi e la ripartizione delle risorse previste dalla Legge n.440/97.
Dette risorse rispondono all’obiettivo definito dalla citata Direttiva ministeriale , che ad ogni buon fine si richiamano :
“Sono riconducibili alle attività di supporto e di avvio della riforma degli ordinamenti scolastici tutte le iniziative, di cui al punto 1), dalla lettera a) alla lettera e) , volte a sostenere con priorità la riforma della scuola dell’infanzia e del primo ciclo del sistema di istruzione, come recepita e disciplinata dal Decreto Legislativo 19 febbraio 2004, n.59 e, ciò con particolare attenzione all’insegnamento della lingua inglese nella scuola primaria, alla alfabetizzazione nelle tecnologie informatiche e all’introduzione di una seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado. Le iniziative di formazione e di aggiornamento del personale scolastico saranno legate prioritariamente al processo di riforma degli ordinamenti scolastici ed allo sviluppo di quelle competenze richieste dalla progressiva modifica degli ordinamenti stessi”
In tal senso il progetto, elaborato da una Commissione coordinata dal prof. Maurizio Gotti dell’Università degli Studi di Bergamo e assunto da questa Amministrazione, prevede percorsi di formazione per i diversi di livelli di competenza dei docenti di scuola primaria che intendano insegnare la lingua inglese.

In coerenza con tali premesse le comunicazioni messe a disposizione degli uffici scolastici regionali nell’incontro tecnico del 21 gennaio e nella Conferenza di servizio del 14 febbraio 2005 hanno sottolineato il carattere di volontarietà della partecipazione ai corsi di formazione e l’opportunità che i medesimi fossero programmati in relazione all’obiettivo di incrementare il numero dei docenti in possesso delle competenze minime per l’insegnamento della lingua inglese nel livello di scolarità considerato ( livello B1 del QCER –Quadro Comune Europeo di Riferimento), secondo i principi di efficienza e di efficacia che debbono ispirare l’azione amministrativa.
Resta inteso che i provvedimenti conseguenti relativi all’utilizzazione di detto personale nelle classi per l’insegnamento della lingua saranno assunti nelle sedi opportune, previa contrattazione con le Organizzazioni sindacali.
Con l’occasione si chiarisce che per quanto riguarda le iniziative di formazione previste dalla Legge finanziaria 2005 si provvederà a fornire successive indicazioni, non appena definiti gli stanziamenti finanziari e il relativo confronto con le Organizzazioni sindacali.

Nel ringraziare per la collaborazione, si prega di voler far conoscere alla direzione scrivente quali iniziative di formazione siano state attivate da parte di ciascun territorio, anche allo scopo di definire il modello di formazione sulla base degli esiti finora raggiunti.

IL DIRETTORE GENERALE - F.to Cosentino

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook