FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

https://www.flcgil.it/@3810005
Home » Scuola » Il concorso ordinario per dirigenti scolastici: la politica degli annunci

Il concorso ordinario per dirigenti scolastici: la politica degli annunci

Nell’incontro di venerdì 5 settembre il dott. Cosentino, ha comunicato che il MIUR aveva trasmesso al Ministero della Funzione Pubblica la richiesta riguardante l’emanazione del bando di concorso per Dirigenti Scolastici.

10/09/2003
Decrease text size Increase  text size

L’impegno della CGIL scuola

Nell’incontro di venerdì 5 settembre tra Dirigenti ministeriali e Organizzazioni sindacali CGIL CISL UIL scuola / Dirigenti scolastici e SNALS CONFSAL sulla conciliazione relativa allo stato di agitazione dei Dirigenti scolatici, il dott. Cosentino, nuovo responsabile del Dipartimento “Personale della scuola”, ha comunicato che il MIUR aveva trasmesso al Ministero della Funzione Pubblica la richiesta riguardante l’emanazione del bando di concorso per Dirigenti Scolastici.

Nella Lettera del MIUR si fa riferimento – secondo quanto riferito dal dott. Cosentino – agli altri 1500 posti a concorso ordinario - almeno secondo la molto opinabile quantificazione del nostro Ministero - destinati a coprire il fabbisogno delle nostre scuole. Il Direttore Generale ha assicurato che l’Amministrazione farà tutto il possibile perchè l’operazione giunga a termine quanto prima e che in ogni caso la procedura era formalmente avviata.
A proposito dei 1500 posti va tuttavia fatto rilevare che la quantificazione degli stessi non dipende in ogni caso da valutazioni opinabili dell’Amministrazione -tanto più se si basano su calcoli di cassa - ma da parametri già definiti per legge. Semmai il bando per il concorso ordinario deve sanare una situazione venutasi a creare in questi anni che richiede un numero di posti a concorso molto superiore ai 1500. Va anche messo nel conto che nel frattempo matureranno le condizioni per la riserva dei posti ai nuovi triennalisti.
Le OOSS presenti all’incontro, CGIL CISL UIL Scuola e SNALS, hanno preso atto della comunicazione, ma hanno tutte sottolineato nei loro interventi che, dati i precedenti, non c’è nessuna certezza che l’operazione vada a buon fine nei tempi che si spera. Sono state richiamate infatti le attese snervanti che hanno portato al primo bando (più di un anno e mezzo di rinvii) e le difficoltà frapposte continuamente, non essendosi rivelate sufficienti le lettere che il MIUR ha mandato agli altri Ministeri. E’ stato ricordato anche che i passaggi previsti per l’emanazione del Decreto sono numerosi e che ciascuno di questi, la volta precedente, ha pesato fortemente nel percorso complessivo. Pertanto la comunicazione al riguardo non poteva rappresentare una ragione valida per recedere dallo stato di agitazione che, anche per altre – e pesanti - motivazioni, era stato proclamato dalle quattro OOSS presenti all’incontro.
Ciò detto, la CGIL scuola intende corrispondere alle attese che, nonostante la politica degli annunci a cui siamo abituati da due anni a questa parte, pure esistono all’interno dei tantissimi aspiranti a partecipare al concorso ordinario. Pertanto si comunica che l’Associazione Proteo Fare Sapere - che non solo ha già organizzato, in occasione del concorso riservato, un corso di formazione per i Presidi Incaricati triennalisti che ha avuto esiti molto soddisfacenti, ma che ha al suo attivo corsi on line e iniziative di formazione per dirigenti scolastici di apprezzato livello – in convenzione con la CGIL scuola ha definito un progetto, a struttura modulare, rivolto a tutti quelli che intendono partecipare al concorso (Presidi Incaricati e Docenti). Tale progetto è stato messo a punto sulla base dei contenuti del precedente bando rivisti alla luce delle specificità del nuovo concorso. L’offerta complessiva prevede un corso on-line, corsi regionali con una impostazione comune e un corso residenziale a livello nazionale che intende raccogliere la domanda delle realtà territoriali dove non si riuscisse a organizzare percorsi propri.
Allo stato attuale si stanno verificando i costi dell’operazione per cercare di mantenerli al livello più basso possibile, senza tuttavia pesare minimante sulla qualità dell’offerta che dovrà essere in ogni caso molto elevata.
Pertanto nei prossimi giorni sarà ufficialmente presentata l’intera proposta da Proteo Fare Sapere che sarà leggibile sul suo sito (www.proteofaresapere.it) e nello stesso sito della CGIL Scuola www.cgilscuola.it .
IL costo sarà differenziato a seconda che ci si iscriva o si sia o meno iscritti alla CGIL scuola.

Roma, 10 settembre 2003

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI