FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3761067
Home » Scuola » Dall'INPDAP: certificazione del diritto alla pensione

Dall'INPDAP: certificazione del diritto alla pensione

Circolare n. 44/05

26/09/2005
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Con la circolare n. 44 del 13 settembre 2005, l'INPDAP fornisce istruzioni sulla certificazione del diritto alla prestazione pensionistica da far eventualmente valere entro il 31 dicembre 2007.

Ricordiamo che questa possibilità è stata introdotta dalla Legge 243/04 nell'ambito di un generale peggioramento dei requisiti anagrafici e di anzianità contributiva per il pensionamento a partire dal 1° gennaio 2008.
In sostanza, la legge prevede che chi abbia maturato il diritto al pensionamento di vecchiaia o di anzianità secondo la normativa previgente, possa chiedere che gli venga “certificato” tale diritto e che possa, in virtù di tale certificazione, usufruirne liberamente negli anni successivi, indipendentemente sia dal fatto che sarà già in vigore la nuova più penalizzante normativa introdotta dalla Legge 243, sia da eventuali ulteriori modifiche al sistema previdenziale.

La procedura indicata nella circolare prevede che la certificazione avvenga a domanda dell'interessato da presentare all'amministrazione di appartenenza e alla sede dell'INPDAP competente in base alla sede di servizio. La certificazione dovrà riguardare, oltre al servizio prestato nell'amministrazione di attuale appartenenza, tutti gli altri servizi utili, compresi quelli coperti da contribuzione figurativa o volontaria, nonché quelli oggetto di riscatto computo o ricongiunzione. Devono essere inoltre indicati i periodi sui quali si può far valere la maggiorazione dell'anzianità contributiva.

A sua volta l'Istituto è tenuto a comunicare agli interessati l'avvenuta maturazione o meno del diritto al trattamento pensionistico.
È il caso di precisare che la certificazione in argomento non dà diritto all' attribuzione dell'incentivo al posticipo del pensionamento, il cosiddetto “superbonus”, dal momento che la stessa legge esclude questa possibilità per i dipendenti pubblici.

Per quanto riguarda il giudizio sulla Legge 243 rimandiamo ai documenti della CGIL e ai commenti a due precedenti note dell'INPDAP pubblicate sul nostro sito nelle news del 12 e del 20 ottobre 2004.

Roma, 26 settembre 2005

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI