FLC CGIL
Sciopero 8 marzo 2024

https://www.flcgil.it/@3885390
Home » Scuola » AGIDAE. Le delibere della Commissione Paritetica Nazionale del 26 settembre

AGIDAE. Le delibere della Commissione Paritetica Nazionale del 26 settembre

Le delibere danno un'interpretazione autentica di alcuni articoli del CCNL 2010/2012. In particolare la Commissione interviene a chiarimento su successione di contratti a termine, sui commissari interni agli esami di maturità, sulle abilitazioni e sui contratti di solidarietà.

27/09/2011
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nelle seduta del 23 settembre 2011 la Commissione Paritetica Nazionale, di cui all’art. 3 del CCNL,  fornisce l’interpretazione autentica di alcuni articoli del contratto che in questi giorni sono stati oggetto di discutibili letture. Nel merito delle delibere la Commissione ha precisato che:

  1. Contratti a termine art. 23.5: successione dei contratti. Nei casi di successione dei contratti a termine superiori ai 36 mesi, il personale docente non abilitato può essere riassunto con ulteriori contratti a termine fino al raggiungimento del limite massimo di 60 mesi senza il ricorso alla DPL. Non trattandosi di proroga ma di successione di più contratti,  tale norma, ai sensi del comma 2, dell’art. 21 della legge n. 133/2008, è disciplinata per via pattizia;
  2. Commissione d’esame. I docenti chiamati a svolgere la funzione di commissario interno agli esami conclusivi di Stato sono considerati in effettivo servizio lavorativo per i giorni di attività impegnati nella Commissione, con tutto ciò che ne consegue in termini di rapporto di lavoro;
  3. Abilitazione. Ai fini dell’assunzione viene considerata valida l’abilitazione anche quella relativa alla materia di insegnamento indipendentemente dalla correlazione tra classe di concorso e corso di studi in cui la materia viene impartita, purchè nell’ambito della stesso ordine di scuola. Tale requisito trova piena coerenza con quanto previsto dalla legge 62/2000 e sue successive modificazioni e applicazioni;
  4. Contratti di solidarietà difensivi. Ai sensi e per gli effetti delle indicazioni fornite dal Ministero del Lavoro - circolare n. 20 del 25 maggio 2004 e nota del 30 marzo 2006 prot. 14/ 0003770 -  è possibile ricorrere per ulteriori 12 mesi, dopo i 24 mesi previsti, al contratto di solidarietà difensivo di tipo B) purchè vi sia soluzione di continuità tra i contratti stipulati.

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook