FLC CGIL
Referendum CGIL il lavoro è un bene comune

https://www.flcgil.it/@3811371
Home » Scuola » Adeguamento pensioni al CCNL

Adeguamento pensioni al CCNL

Nei giorni scorsi abbiamo inviato, insieme con i sindacati scuola Cisl e Uil, una lettera al Miur per chiedere conto della mancata applicazione del nuovo contratto a coloro che sono andati in pensione a decorrere dal 1° settembre del 2002.

12/02/2004
Decrease text size Increase  text size

Nei giorni scorsi abbiamo inviato, insieme con i sindacati scuola Cisl e Uil, una lettera al Miur per chiedere conto della mancata applicazione del nuovo contratto a coloro che sono andati in pensione a decorrere dal 1° settembre del 2002. Il problema riguarda diverse migliaia di persone per le quali i ritardi dell’amministrazione stanno producendo danni economici rilevanti. Si tratta infatti di adeguare la base di calcolo di ciascuno di questi lavoratori, sia per la pensione che per l’indennità di buonuscita, e conseguentemente rideterminare gli importi di competenza. Tra l’altro, per chi è andato in pensione d’anzianità dal settembre del 2003 il differimento di sei mesi della corresponsione della buonuscita previsto in questi casi dalle norme, consentirebbe di evitare, anche se solo per questo aspetto, di dover intervenire in due riprese.

Siamo alle solite: spostando nel tempo la corresponsione di quanto dovuto nella sostanza si sta realizzando, sulla pelle dei pensionati, un misero risparmio per le casse dell’erario stremate dalle “cure” del creativo ministro dell’economia.

Il problema, tra l’altro, potrebbe essere aggravato dalla confusione che si è creata in seguito all’annullamento da parte del TAR della gara con cui si affidava il Sistema Informativo ad un nuovo gestore.

In ogni caso, ci aspettiamo di ricevere risposte convincenti che facciano riferimento ad impegni precisi quanto ai tempi e agli strumenti con i quali si deve affrontare questo problema. In caso contrario siamo pronti a ricorrere alle azioni di tutela individuale e collettiva per il personale coinvolto.

***********

Prot. n. 4/9 EP/vm-gr Roma, 10 febbraio 2004

Abbiamo ricevuto dalle nostre strutture periferiche numerose e convergenti segnalazioni circa il mancato adeguamento delle pensioni e del TFS al personale collocato a riposo a partire dal 1° settembre 2002, cui competono gli incrementi retributivi relativi al primo biennio di vigenza del CCNL 2002-05 con le ovvie conseguenze sul trattamento pensionistico.

Il rilevante danno economico che hanno dovuto subire le diverse migliaia di persone interessate rischia di essere accentuato dalla prospettiva che si aggiungano ulteriori ritardi a quello fin qui accumulato.

Da informazioni assunte direttamente risulta, infatti, che nessuna indicazione operativa in merito sia stata fornita ai competenti uffici dei CSA.

Tale situazione, per il numero di persone coinvolte e per il lungo lasso di tempo trascorso dall’entrata in vigore del nuovo contratto, richiede che si attivino immediatamente le procedure necessarie a garantire la certezza dei diritti maturati .

Restiamo in attesa delle determinazioni che codesta Amministrazione assumerà, riservandoci di valutare le più opportune iniziative a tutela degli interessi lesi.

Distinti saluti.

Tag: pensioni

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI