FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3899108
Home » Scuola » Fondi alle scuole per il 2012: il MIUR con un comunicato stampa elogia se stesso

Fondi alle scuole per il 2012: il MIUR con un comunicato stampa elogia se stesso

Il Ministero dell'Istruzione annuncia che sono in arrivo risorse per le scuole con le maggiori difficoltà finanziarie. Si tratta in realtà di fondi del 2012 già assegnati a dicembre alle scuole.

10/01/2013
Decrease text size Increase  text size

Un comunicato stampa del MIUR del 9 gennaio 2013 annuncia "Risorse in arrivo per le scuole con le maggiori difficoltà finanziarie".

Ieri abbiamo dato la notizia dell’erogazione alle scuole di finanziamenti integrativi al programma annuale 2012 per la copertura di una parte dei residui attivi. Il comunicato del MIUR non si riferisce quindi a nuovi ed ulteriori finanziamenti ma a quelli gia assegnati a dicembre. Le scuole che li hanno ricevuti già li conoscono e ne avevamo anticipato l’erogazione nel corso del seminario di Firenze sul Programma annuale 2013.

Si tratta di 54,4 milioni di euro gia assegnati, ad inizio dicembre 2012, a 1.076 scuole (circa il 12% delle scuole italiane) ad integrazione dei finanziamenti del 2012 e a copertura di parte dei residui attivi e di circa 30 milioni di euro distribuiti  a tutte le scuole (in base al numero di alunni) per “l’accompagnamento del processo di de-materializzazione dei procedimenti amministrativi”.

I finanziamenti, certamente ben accetti dalle scuole che li hanno ricevuti, non sono un finanziamento che le scuole avranno nel 2013 e non rappresentano quindi una nuova e buona prospettiva per il futuro.

Si tratta di fondi del 2012 non assegnati in corso d’anno che sono stati  distribuiti a dicembre. Perché non sono stati assegnati prima? Perché si introduce una specie di vincolo di utilizzo della parte data a tutte le scuole (poco più di 3.000 euro medie a scuola) ? Alle scuole autonome i finanziamenti ordinari vanno assegnati senza vincolo di utilizzo per le attività che scuole debbono realizzare sulla base dell’offerta formativa elaborata dai propri organi. Alle scuole autonome andrebbero comunicati quando si predispone il bilancio e cioè almeno un anno prima di come è avvenuto ora.

I finanziamenti erogati migliorano, ed è un bene, la situazione di alcune scuole in gravissima difficoltà. Anche se avviene a dicembre l’assegnazione di 54,4 milioni di euro è un fatto positivo ed è un risultato dell’impegno di coloro che si sono battuti per ottenerlo e della FLC.

Restano però in difficoltà molte altre scuole e resta da affrontare, la FLC lo ripete ormai da anni, il problema dell'enorme mole di residui attivi il cui mancato rimborso paralizza gran parte delle scuole ed impedisce ogni programmazione e investimento

I fondi della legge 440/97 debbono essere assegnati direttamente alle scuole; lo ha stabilito il decreto di luglio 2012, la cosiddetta “spending review”. Il comunicato del MIUR annuncia che a gennaio un decreto li renderà disponibili; questa è una buona notizia la cui attuazione seguiremo con attenzione.

Traspare nel comunicato un'intenzione auto-celebrativa del MIUR che non si addice al momento pre-elettorale e soprattutto non si addice alla situazione delle scuole italiane che attendono atti concreti come il ripristino di finanziamenti adeguati, la fine dell’utilizzo dei fondi dell’autonomia da parte del MIUR e la restituzione delle somme anticipate dalle famiglie per far funzionare le scuole.

______________

Comunicato stampa
Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Scuola, più di 50 milioni di euro agli istituti con maggiori difficoltà economiche
Procedure più semplici e tempestive per trasferire risorse alle scuole

Risorse in arrivo per le scuole con le maggiori difficoltà finanziarie. Attraverso un’attenta verifica dei debiti di tutte le scuole italiane, il Miur ha individuato gli istituti che, dopo aver anticipato con risorse proprie i pagamenti delle supplenze e di altre spese per il personale, si trovano a dover gestire le maggiori difficoltà di bilancio. Le scuole in questione sono 1.076, su un totale di oltre 9mila. Ad esse saranno assegnati, complessivamente, 54,4 milioni di euro.

In media saranno assegnati ad ogni scuola beneficiaria oltre 50mila euro. Nello specifico, in base alle particolari necessità di ogni istituto, lo stanziamento potrà oscillare da un minino di 800 euro ad un massimo di 200mila euro. Al momento, tre quarti della somma complessiva, circa 40milioni di euro, sono già stati assegnati e sono quindi a disposizione delle scuole individuate. La parte restante sarà trasferita a giorni agli istituti ancora inattesa delle risorse previste.

Questo provvedimento, che dà respiro ai bilanci degli istituti scolastici più in difficoltà, è parte di un intervento più ampio elaborato dal Ministero nel corso del 2012 per semplificare le procedure amministrative e trasferire con maggiore tempestività le risorse dall’amministrazione centrale alle scuole. Così, a partire da quest’anno, tutti i fondi - compresi quelli previsti dalla Legge 440/97 che in passato giungevano alle scuole anche con diversi anni di ritardo - potranno essere messi a disposizione delle scuole con un solo Decreto del Ministro, da emanare già nel mese di gennaio, in modo da garantire risorse certe nei tempi necessari per programmare le attività amministrative e didattiche per l’intero anno solare.

Roma, 9 gennaio 2013

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook