FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3884630
Home » Scuola » Personale ATA » Personale ATA. Le nostre proposte per garantire lo sviluppo della qualità del servizio

Personale ATA. Le nostre proposte per garantire lo sviluppo della qualità del servizio

Esigenza di sviluppo della professionalità, garanzia della qualità del servizio scolastico ed efficacia ed efficienza dell'azione amministrativa: la FLC CGIL non rinuncia a nessuna di queste prerogative e lotterà per ottenere ulteriori posti di organico, stabilizzazione dei precari, garantire la mobilità professionale per sviluppare le carriere.

05/09/2011
Decrease text size Increase  text size

Incertezza, caos sulle operazioni d'inizio d'anno e miseria di posti liberi sui profili ATA stanno rendendo impossibile il regolare avvio dell'anno scolastico.

Queste disfunzioni di cui il massimo responsabile è il MIUR come confermano le numerose comunicazioni tardive e l'errata corrige successive sono foriere di contenzioso e rischiano di aumentare i danni al servizio pubblico prodotti dai tagli drammatici operati dal Governo con le diverse finanziarie.

Quella che segue è una ricognizione sulle principali problematiche tuttora aperte e le nostre proposte per superarle.

Mobilità professionale. Personale idoneo inserito nelle attuali graduatorie

La pre-intesa siglata il 14 luglio 2011 ha prorogato la validità delle attuali graduatorie per un ulteriore biennio. Di conseguenza il personale risultato idoneo nella precedente tornata concorsuale, se in posizione utile, sarà assunto a tempo indeterminato solo dopo la sottoscrizione definitiva del contratto integrativo che avverrà dopo che gli organismi di controllo avranno dato il via libera. È presumibile che ciò avvenga non prima del mese di ottobre. Fino a quel momento i posti utilizzabili per i passaggi di profilo debbono essere coperti con contratti a tempo determinato come è già successo lo scorso anno scolastico. Abbiamo ottenuto che i posti residui dagli accantonamenti per la mobilità professionale sono stati utilizzati per le immissioni in ruolo a favore del concorso per soli titoli 24 mesi.

Mobilità professionale. Personale che ha superato i test selettivi

Il 2 settembre abbiamo richiesto ufficialmente al MIUR l'avvio del negoziato sulle procedure per attivare la formazione dei candidati che hanno superato la selezione della mobilità professionale personale ATA che sono stati esclusi dal corso di formazione a causa dell'esiguità del contingente.

Riteniamo infatti doveroso riconoscere a molti di questi la funzione che di fatto stanno svolgendo da anni e per la quale hanno superato la selezione garantendo l'efficacia e l'efficienza del sistema scolastico e amministrativo, con continuità di prestazione nel profilo superiore senza soluzione di continuità, in particolare i numerosi assistenti amministrativi che annualmente svolgono l'incarico di DSGA.

Si risparmierebbero importanti risorse economiche da utilizzare in modo più proficuo specialmente nell'attuale situazione socio/economica del Paese.

Battersi per il mantenimento delle attuali regole significa impedire l'applicazione delle norme peggiorative introdotte dal D.Lgs.150/2009 (Brunetta) sulla mobilità professionale.

Professionalità ATA e passaggi dei docenti inidonei

Da tempo la FLC si batte per ribaltare l'impianto ideologico dei provvedimenti del Ministro Gelmini che non riconosce alla dimensione organizzativa dell'autonomia scolastica la necessaria competenza e professionalità. Tagli, riduzioni, molestie burocratiche, incertezza delle procedure, precarietà, mancata formazione del personale, passaggio di docenti inidonei nei profili ATA fanno parte di un unico disegno: smantellare la scuola pubblica. L'aver imposto per Legge il passaggio di docenti inidonei è un ulteriore accanimento nei confronti del personale che per motivi di salute indipendenti dalla propria volontà ha dovuto rinunciare al proprio ruolo, alla professione per la quale aveva investito anni di studio e di energie. Non solo, nonostante la nuova condizione in cui si è trovato ha reagito cercando di mettere a disposizione del sistema scolastico le proprie competenze e svolgendo comunque un'attività preziosa di supporto e inserendosi a pieno titolo nell'organizzazione scolastica e nei POF delle istituzioni scolastiche.

Alla drammaticità di questa misura si aggiunge l'estrema incertezza delle procedure che rende impossibile una scelta consapevole e trasparente da parte dei diretti interessati.

Per questa ragione abbiamo chiesto al MIUR di spostare l'operazione di trasferimento verso altri profili/altre amministrazioni al momento in cui saranno chiarite tutte le possibili opzioni (dispensa, ritorno all'insegnamento, quadro completo delle sedi disponibili) in campo. Di conseguenza continueremo a batterci affinché l'accantonamento a favore degli inidonei venga riversato nel contingente delle stabilizzazioni per gli assistenti amministrativi e assistenti tecnici, in quanto al momento la tempistica per i suddetti passaggi non è compatibile con le operazioni di inizio d'anno. Riservare da subito una quota a tali passaggi, che per quest'anno risulterebbe praticamente inutilizzata, significa mettere in discussione l'efficacia e l'efficienza dei servizi amministrativi e danneggiare il personale precario che da anni occupa tali posti. Il fatto che questi docenti abbiano tempo fino al 14 settembre per fare la domanda volontaria di passaggio rende impraticabile, in assenza di criteri oggettivi, l'accantonamento delle specifiche sedi scolastiche desiderate.

Per questo, in occasione dell'ultimo incontro con il MIUR, abbiamo chiesto di regolare, sulla base di un accordo sindacale, le forme di utilizzazione di questo personale che sia compatibile con il loro stato di salute nel rispetto delle professionalità acquisite. Ci opporremo con tutti gli strumenti, anche legali, per contrastare eventuali operazioni unilaterali da parte del MIUR.

Con questa disposizione il Governo ha sferrato un ulteriore attacco alla precarietà (si tagliano ulteriori 3.900 posti ) con un forte indebolimento del ruolo professionale di assistenti amministrativi, tecnici e DSGA nella scuola dell'autonomia. Il fatto che il MIUR abbia previsto il passaggio d'emblée di personale che proviene da carriere diverse nei profili ATA significa innanzitutto non riconoscere alla dimensione organizzativa dell'autonomia scolastica la necessaria competenza. Basti pensare che a distanza di 11 anni dall'introduzione dell'autonomia non è ancora stato bandito il primo concorso per DSGA. Un fatto davvero indecoroso che si scarica, ancora una volta, sul personale costretto a subire incarichi che non è obbligato a svolgere né per contratto né per legge.

La FLC in tutti questi anni ha costruito una serie di proposte per rilanciare il ruolo dell'unità dei servizi nella scuola dell'autonomia e sull'innalzamento delle professionalità e della qualità del lavoro del servizio a vantaggio anche dell'utenza. Anche quest'anno ci impegniamo a discuterle con gli addetti ai lavori (DSGA, assistenti e collaboratori) a partire dal mese di settembre con una vasta campagna di assemblee. Aderire allo sciopero del 6 settembre significa dare più forza alle proposte della CGIL e della FLC che da anni si battono per la qualità dei servizi pubblici e per la dignità del lavoro.

Sostituzione DSGA

Abbiamo chiesto al MIUR di sollecitare la registrazione della pre-intesa per la mobilità professionale in modo da ricoprire in tempo utile per un buon avvio dell'anno scolastico i posti vacanti con gli idonei del concorso riservato e garantire la copertura degli ulteriori posti vacanti con gli assistenti amministrativi che hanno acquisito nel tempo le competenze di tale ruolo in quanto hanno svolto continuamente tale incarico senza ricorrere a imposizioni.

A tale proposito ricordiamo che non sussiste per gli assistenti amministrativi beneficiari della seconda posizione economica l'obbligo di sostituzione dei DSGA su posti liberi tutto l'anno. Disposizione confermata con una nota dello stesso MIUR. Pertanto, tuteleremo nelle sedi legali i lavoratori che subiscono imposizioni unilaterali degli USP o dei Dirigenti scolastici.

Servizi e comunicazioni

Iscriviti alla FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL
Lavorare nella conoscenza
Come si diventa ATA

Servizi assicurativi per iscritti e RSU
Servizi assicurativi iscritti FLC CGIL
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook