FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3912587
Home » Ricerca » Sorprese al CNR: si annunciano modifiche allo statuto e al regolamento di organizzazione

Sorprese al CNR: si annunciano modifiche allo statuto e al regolamento di organizzazione

In un comunicato al personale l'Ente comunica che è in arrivo l'approvazione. Peccato che non si conosca la reale versione che verrà approvata!

03/06/2014
Decrease text size Increase  text size

Nell’ordine del giorno nella prossima riunione del CdA del CNR in programma il 4 giugno il punto 3 recita: Approvazione modifiche allo statuto e nuovo regolamento di organizzazione e funzionamento.

Una gran bella sorpresa dopo oltre tre anni di attesa e innumerevoli riunioni, formali e tecniche, andate avanti per mesi!
Peccato, che ad oggi, ancora non siamo a conoscenza di quale versione, sia dello Statuto sia del ROF, verrà portata in approvazione del CdA!
L’Amministrazione infatti si è ben guardata da informare le organizzazioni sindacali su quali siano, se ve ne sono, le osservazioni presentate al tavolo di trattativa accettate nel testo finale. Così come sempre più spesso accade, questa Amministrazione ignora la democrazia, la partecipazione e i diritti del personale; ignora anche le leggi e i CCNL che definiscono gli ambiti delle relazioni sindacali.

La FLC CGIL denuncia la mancanza di una interlocuzione credibile e costruttiva.

Relativamente allo Statuto, quasi sicuramente alcune delle storture presenti nel testo in vigore dal 1 maggio 2011 dovrebbero esser state cassate, forse si è riusciti a far modificare alcune criticità, tra queste, prevedere la rappresentanza del personale nel nuovo CdA, sebbene parziale. Tuttavia nell’impianto complessivo persiste lo scarso coinvolgimento della comunità scientifica interna.

La FLC CGIL ha sempre chiesto con forza che il personale, sia di ruolo sia con contratto subordinato a tempo determinato, fosse partecipe attivamente come richiamato nella Carta Europea dei Ricercatori sottoscritta anche dal CNR.

La FLC CGIL si augura che lo Statuto e il ROF che saranno deliberati dal CdA non contengano più le criticità segnalate e si riserva di agire nelle sedi opportune se persisteranno quegli elementi che negano la partecipazione diretta del personale interno alla gestione dell’Ente.

Altre notizie da: