FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3899568
Home » Ricerca » INRAN: i sindacati scrivono al Presidente del CRA

INRAN: i sindacati scrivono al Presidente del CRA

Sull'operazione di soppressione e accorpamento, la FLC CGIL, FIR CISL e UIL RUA chiedono un "atteggiamento più attivo" da parte del CRA.

24/01/2013
Decrease text size Increase  text size

Continuano le richieste di intervento da parte del MIPAAF ed ora dei vertici del CRA per affrontare la situazione dell'ex INRAN, il cui personale precedentemente accorpato con l'ex ENSE e l'ex INCA nel 2010 è stato trasferito con la Legge di stabilità al CRA.

___________________

Roma, 23 gennaio 2013

Al Prof. Giuseppe Alonzo
Presidente del CRA

Dr.ssa Ida Marandola
Direttore Generale CRA

Oggetto: Soppressione Inran e accorpamento al CRA - Legge di stabilità e modifiche all’art. 12 del DL 95/2012

La modifica all’art. 12 del DL 95/2012 intervenuta con la Legge di Stabilità, L 135/2012, prevedendo il trasferimento al CRA di tutto il personale dell’INRAN (compreso cioè quello già dell’ex-ENSE ed ex-INCA), muta significativamente il quadro di prospettiva e chiama in causa con una diversa responsabilità i vertici del CRA.

L’atteggiamento prudenziale con cui il CRA si è mosso sino a ieri scaturiva probabilmente dalla circostanza di non essere l’unico soggetto coinvolto nell’operazione di soppressione e accorpamento dell’INRAN. Dopo l’approvazione della legge di stabilità, in attesa dell’emanazione dei decreti previsti, è invece solo sul CRA, indicato quale unico Ente accorpante, che ricade a nostro avviso anche la responsabilità politica della conduzione di questa fase transitoria.
Ciò non comporta la decadenza dall’incarico, ancora riconosciuto dall’art. 12 comma 6 in questione, all’ex direttore generale dell’INRAN fino alla sua scadenza per la sola ordinaria amministrazione, ma implica un ruolo diverso del CRA nell’adozione delle decisioni e direttive per la conduzione politica e gestionale delle competenze inerenti l’ex INRAN. Quindi, in attesa del decreto di trasferimento, è necessario che il CRA sia individuato quale soggetto garante dell’accorpamento e delle funzionalità complessive.
Da questo discende la necessità di un atteggiamento più attivo del CRA nei confronti degli adempimenti attesi, sia in relazione all’ordinaria amministrazione a cui è delegato il Direttore ex Inran dott. Petroli, che all’indirizzo scientifico dell’Ente, finalizzato a garantire anche in questa fase transitoria il normale svolgimento dell’attività istituzionale.

Chiediamo con la presente di voler programmare a breve un incontro per affrontare i numerosi problemi determinati dall’accorpamento .

Cordiali saluti.

FLC CGIL
Angela Imperi
FIR CISL
Antonella Papale
UIL RUA
Sonia Ostrica
Altre notizie da: