FLC CGIL
Elezioni RSU 2022, candidati con la FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3963841
Home » Attualità » Legge di Bilancio 2022: le nostre schede di lettura

Legge di Bilancio 2022: le nostre schede di lettura

Per la scuola interventi insufficienti. Inversione di tendenza su università e ricerca. Attacco all’autonomia del CNR. Piccoli interventi sull’AFAM. I nostri approfondimenti sulle disposizioni che riguardano i settori della conoscenza.

31/12/2021
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 234 del 30 dicembre 2021 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e al bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024”.

SCHEDE DI APPROFONDIMENTO
TESTO DELLA LEGGE DI BILANCIO 2022
EFFETTI FINANZIARI SUI SALDI DELLA FINANZA PUBBLICA

Come abbiamo già sottolineato sulla scuola il testo definitivamente approvato presenta alcuni miglioramenti, frutto della mobilitazione che abbiamo lanciato in tutto il Paese e che ha visto il suo culmine nello sciopero del 10 dicembre, ma ancora gravissime carenze. Noi non ci accontentiamo, lo abbiamo detto e lo ribadiamo.

Da subito chiediamo un intervento straordinario sulla scuola che dia risposte a tutti i punti della nostra piattaforma insieme alle altre organizzazioni che, come la nostra, vogliono continuare a lottare.

Sull’università è confermato il cambio di passo sulle risorse investite (che arrivano a regime, dal 2026, a 865 milioni annui), frutto delle proposte e delle mobilitazioni di cui la FLC CGIL è stata protagonista in questi mesi e anni.

Anche sulla ricerca dal punto di vista dei finanziamenti c’è un’inversione di tendenza ma con una impostazione totalmente sbagliata. Manca una visione unitaria dell’intero sistema e anche le risorse destinate alla valorizzazione del personale sono destinate esclusivamente agli enti vigilati dal MUR.

È previsto un contributo complessivo di 60 milioni a decorrere dal 2022 che diventano 80 milioni a decorrere dal 2023 al Consiglio nazionale delle ricerche. Queste risorse sono però in qualche modo subordinate ad nuovo ed ennesimo piano di riforma dell’ente che dovrà essere vagliato da una sorta di organismo esterno che sembra tanto di natura commissariale. Questo metodo limita l’autonomia e indipendenza del più grande Ente di ricerca del Paese, esautora e marginalizza gli organi statutari e con essi la rappresentanza dei lavoratori in essi presenti (garantita dalla legge 218/16) e soprattutto ignora la comunità scientifica interna con la proposizione di una riorganizzazione che ancora una volta viene calata dall’alto, con obiettivi per altro neanche definiti.

Sull’AFAM vengono stanziate risorse aggiuntive per l’introduzione di nuovi profili professionali negli istituti oggetto di statizzazione, istituito un piccolo fondo per la valorizzazione del personale, reintrodotti i compensi per i presidenti e i nuclei di valutazione delle istituzioni. Interventi limitati in attesa di dare concreta attuazione ai significativi impegni previsti nella precedente legge di bilancio.

Proponiamo una serie di schede di lettura della legge analizzando singolarmente ogni proposta normativa ed esprimendo su molte di esse una nostra valutazione.

EFFETTI FINANZIARI SUI SALDI DELLA FINANZA PUBBLICA

Il quadro complessivo degli effetti finanziari sui saldi della finanza pubblica comprensiva dell’impatto del “Decreto legge fiscale” 146/21 sono i seguenti:

Saldo netto da finanziare Fabbisogno Indebitamento netto
2021 2022 2023 2021 2022 2023 2021 2022 2023
Legge di bilancio 2022 -41.257,70 -44.850,80 -37.580,40 -17.702,10 -24.754,30 -29.556,20 -25.495,10 -25.527,70 -27.245,50
Sez.   I   e Sez. II -45.456,30 -52.425,10 -39.933,90 -17.079,20 -29.170,00 -28.455,50 -23.247,20 -29.633,40 -25.619,80
DL fiscale 146/2021 43,2 7,6 33,7 33,9 28,5 55,1 17,9 28,5 55,1
Saldo manovra -45.413,10 -52.417,50 -39.900,30 -17.045,40 -29.141,50 -28.400,40 -23.229,30 -29.604,90 -25.564,70


Il quadro delle risorse finanziarie messe in capo nei settori della conoscenza dalla sezione I della legge è riassunto nelle tabelle che seguono.
 

Tabella A) Settore scolastico

Saldo netto da finanziare
Art. 1 comma Oggetto 2022 2023 2024
326 Rifinanziamento Fondo per l’emergenza epidemiologica da COVID-19 presso il Ministero dell’istruzione, di cui all’art. 235, del DL. 34/2020 per proroga incarichi temporanei di personale docente con contratto a tempo determinato 400
327 Valorizzazione della professionalità dei docenti delle istituzioni scolastiche statali - Rifinanziamento Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, di cui all’art. 1, comma 592 della legge n. 205/2017 300 300 0
339, 340 e 342 Incremento del Fondo unico nazionale (FUN) per il finanziamento delle retribuzioni di posizione di parte variabile dei dirigenti scolastici 28,3 45 20
343 Proroga misure previste all’art. 1, comma 978, della legge 178/2020 - Reggenze dirigenti scolastici e direttori dei servizi generali ed amministrativi nelle istituzioni scolastiche autonome costituite con un numero di alunni inferiore a 500 unità, ridotto a 300 per le istituzioni situate nelle piccole isole, nei comuni montani o nelle aree geografiche caratterizzate da specificità linguistiche 13,6 45,83  37,2
606 Incremento delle risorse del fondo per il miglioramento dell’offerta formativa per il personale docente 89,4 89,4 89,4
697-698 Incremento del fondo di funzionamento per supportare il personale delle istituzioni scolastiche statali, gli studenti e le famiglie attraverso servizi professionali per l’assistenza e il supporto psicologico in relazione alla prevenzione e al trattamento dei disagi e delle conseguenze derivanti dall’emergenza epidemiologica da COVID-19 20 0 0
770 Continuità didattica nelle istituzioni scolastiche statali situate nelle piccole isole. Incremento del fondo per il miglioramento dell’offerta formativa. 3 3 3
TOTALE 854,3 483,2 449,6


Tabella B) Settori Università, AFAM e Ricerca

Saldo netto da finanziare
Art. 1 comma Oggetto 2022 2023 2024
188 Incremento del sostegno le attività sportive universitarie e la gestione delle strutture e degli impianti per la pratica dello sport nelle università 2 3
297 Incremento del fondo per il finanziamento ordinario delle università (FFO), di cui all’art. 5, comma 1, lettera a) della legge n. 537/1993 250 515 765
298 Sostegno agli studenti fuori sede residenti in regione diversa da quella in cui è situata la sede universitaria alla quale sono iscritti e con un indicatore della situazione economica equivalente non superiore a 20.000 euro attraverso un contributo alle spese sanitarie. Incremento del fondo per il finanziamento ordinario delle università (FFO), di cui all’art. 5, comma 1, lettera a) della legge n. 537/1993 2
300 Incremento stanziamento di spesa destinato alle residenze universitarie statali e ai collegi di merito accreditati di cui al decreto legislativo n.68/2012 2 2
303-304 Rideterminazione compensi e indennità spettanti al Direttore, al Presidente e ai componenti del consiglio di amministrazione delle AFAM e compensi ai componenti del nucleo di valutazione delle AFAM 2 2 2
308 Istituzione di un fondo destinato all’ampliamento delle dotazioni organiche AFAM mediante inserimento nelle dotazioni organiche di accompagnatori al pianoforte, clavicembalo e posizioni tecniche di cui all’articolo 1, comma 892 della legge n. 178/2020 4,5 4,5 4,5
309 Valorizzazione personale AFAM 8,5 8,5 8,5
310 Incremento fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca (FOE), di cui all’articolo 7 del decreto legislativo 204/1998 90 90 90
311 Rifinanziamento “Fondo Italiano per la scienza”, di cui all’art. 61, del D.L. 73/2021 50 100
312 Istituzione Fondo italiano per le scienze applicate 50 150 200
313 Incremento risorse destinate a finanziamenti aggiuntivi e premiali rispetto al FOE - Fondo ordinario enti di ricerca 30
314 Soppressione Agenzia nazionale ricerca -183,5 -183,5 -183,5
322-323 Contributo per la realizzazione del piano di riorganizzazione e rilancio del CNR 60 80 80
325 Fondo per l’attività e la ricerca finalizzata al contrasto della “Xylella fastidiosa” 5 5 5
306 Stanziamento a favore dell’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa - INDIRE nella sua qualità di Agenzia nazionale Erasmus+ 1,5 1,5 1,5
973 Contributo all’INDIRE al fine di garantire il sostegno ai processi di miglioramento e innovazione educativa, di formazione in servizio del personale della scuola, di documentazione e ricerca didattica, di orientamento e contrasto alla dispersione scolastica 2
TOTALE 296 758 1.073