FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3918393
Home » Attualità » Formazione lavoro » IFTS ITS PON » Istituti Tecnici Superiori: il MIUR pubblica i decreti di assegnazione delle risorse per il 2014

Istituti Tecnici Superiori: il MIUR pubblica i decreti di assegnazione delle risorse per il 2014

Utilizzati i parametri transitori previsti dall’Accordo in Conferenza Stato Regioni del 5 agosto 2014.

11/12/2014
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Nei giorni scorsi il MIUR ha reso noto i decreti direttoriali con i quali sono state assegnate le risorse alle Regioni relative ai percorsi degli Istituti tecnici Superiori per l’anno finanziario 2014, nonché quelle finalizzate alle attività di orientamento nell’ambito delle azioni di sistema previste dall’art. 12 comma 5 del DPCM 25/01/2008.

Nel 2014 la cifra complessivamente disponibile è pari € 13.830.414,00 allocata nel capitolo 1464/1 del bilancio del MIUR. Lo stanziamento di € 14.000.000,00 previsto dall’articolo 7, comma 37-ter della legge n. 135, del 7 agosto 2012, di conversione del decreto legge n. 95 del 6 luglio 2012, è stato ridotto nel 2014 di circa € 170.000,00.
Di tale somma, € 13.415.414,00 sono stati destinati a finanziare i percorsi di studio. La restante cifra, € 415.000,00, è stata finalizzata alle cosiddette misure nazionale di sistema.

Le risorse destinate a finanziarie i percorsi di studio attivati dagli ITS sono state assegnate in base ai criteri generali definiti dall’Accordo in Conferenza Unificata del 5 agosto 2014 (in analogia a quelli stabiliti nell’Intesa in Conferenza Unificata del 23/09/2010, atto 91/CU):

  • il 60% in relazione al numero dei percorsi ITS attivati nel 2013 (92 percorsi, € 8.049.248,00)
  • il 40% in relazione alla popolazione residente nella Regione di età compresa tra i 20 e i 34 anni (€ 5.366.166,00).

La ripartizione delle risorse tra le regioni è stata definita con la nota prot. 748 del 29 maggio 2014 della (ex) Direzione generale per l’istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni.

Occorre ricordare che la cifra correlata alla percentuale della popolazione tra i 20 e i 34 anni, ha anche valore premiale e viene erogata in presenza del cofinanziamento della singola Regione (minimo il 30%), così come previsto dal DPCM 25/01/2008.

Questo il quadro delle risorse erogate alle Regioni

ITS Risorse assegnate dal MIUR anno 2014

Regione

Importo contributo ministeriale

Provvedimenti della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione

ABRUZZO

299.121,07

d.d. 781 del 21/10/2014

CALABRIA

557.367,72

d.d. 773 del 21/10/2014

CAMPANIA

875.548,56

d.d. 769 del 21/10/2014

EMILIA ROMAGNA

1.236.073,23

d.d. 768 del 21/10/2014

FRIULI VENEZIA GIULIA

447.975,57

d.d. 771 del 21/10/2014

LAZIO

1.201.306,75

d.d. 772 del 21/10/2014

LIGURIA

988.558,21

d.d. 777 del 21/10/2014

LOMBARDIA

1.894.881,03

d.d. 782 del 21/10/2014

MARCHE

661.663,98

d.d. 775 del 21/10/2014

MOLISE

30.175,62

d.d. 770 del 21/10/2014

PIEMONTE

969.415,45

d.d. 779 del 21/10/2014

PUGLIA

757.492,44

d.d. 766 del 21/10/2014

SICILIA

688.988,83

d.d. 828 del 03/11/2014

TOSCANA

654.476,56

d.d. 767 del 21/10/2014

UMBRIA

253.583,25

d.d. 786 del 21/10/2014

VENETO

1.559.278,79

d.d. 827 del 21/10/2014 e
d.d. 927 del 26/11/2014

Totale Regioni

13.075.907,06

Non risultano ad oggi emanati i decreti relativi alla Sardegna (€ 243.030,12), Bolzano (€ 48.988,44) e Trento (47.488,26)

In questa ulteriore tabella il confronto tra le risorse erogate nel 2013 e nel 2014

Regione

Contributo MIUR 2013

Contributo MIUR 2014

Differenza

A

B

C=B-A

ABRUZZO

517.191,96

299.121,07

-218.070,89

BASILICATA

0,00

CALABRIA

198.740,30

557.367,72

358.627,42

CAMPANIA

883.799,67

875.548,56

-8.251,11

EMILIA ROMAGNA

1.256.976,49

1.236.073,23

-20.903,26

FRIULI VENEZIA GIULIA

405.850,82

447.975,57

42.124,75

LAZIO

1.336.589,74

1.201.306,75

-135.282,99

LIGURIA

924.211,73

988.558,21

64.346,48

LOMBARDIA

1.859.227,82

1.894.881,03

35.653,21

MARCHE

683.393,63

661.663,98

-21.729,65

MOLISE

30.175,62

30.175,62

PIEMONTE

822.638,04

969.415,45

146.777,41

PUGLIA

808.821,78

757.492,44

-51.329,34

SICILIA

983.349,40

688.988,83

-294.360,57

TOSCANA

607.831,46

654.476,56

46.645,10

UMBRIA

172.367,40

253.583,25

81.215,85

VALLE D'AOSTA

11.341,16

-11.341,16

VENETO

1.084.744,44

1.559.278,79

474.534,35

Totale Regioni

12.557.075,84

13.075.907,06

518.831,22

Ricordiamo che le modalità di ripartizione delle risorse a partire dal 2015, definite dal citato Accordo sottoscritto in conferenza unificata il 5/8/2014, sono le seguenti

  • Il 20% in relazione alla popolazione residente nella Regione di età compresa tra i 20 e i 34 anni
  • Il 70% sulla base
    • del numero dei soggetti ammessi al secondo anno e del numero dei soggetti ammessi all’esame, riferiti all’anno precedente a quello di assegnazione delle risorse
    • della quota per allievo (6/8 euro ora/allievo) al netto del cofinanziamento regionale
  • Il 10%, a titolo di premialità, ai corsi conclusi nell’anno precedente che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 70 secondo i criteri individuati nel sistema di valutazione.