FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3958377
Home » Attualità » FLC CGIL sottoscrive l’appello “Un Medico in ogni scuola”

FLC CGIL sottoscrive l’appello “Un Medico in ogni scuola”

Dirigenti, docenti, studenti e genitori, scrivono ad Azzolina e Speranza per chiedere un presidio sanitario in ogni scuola

22/09/2020
Decrease text size Increase  text size

 “Un Medico in ogni scuola” è l’appello rivolto alla Ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina e al Ministro della Salute, Roberto Speranza, da dirigenti scolastici, docenti, studenti e genitori, sostenuti dall’associazione ”NonUnodiMeno”, che sta raccogliendo migliaia di adesioni attraverso la sottoscrizione online.

La proposta è quella di dotare “ogni scuola di un presidio sanitario al fine di garantire una presenza costante di un medico in ogni istituto capace di intervenire con immediatezza e professionalità e distinguere una semplice influenza da qualcosa di ben più grave”.

Come FLC CGIL abbiamo sostenuto la richiesta di un presidio medico in ogni scuola nei tavoli per la preparazione dei Protocolli per la sicurezza per il rientro e sottoscriviamo dunque convintamente questo appello oggi supportato anche da scelte come quella della ASL Toscana Sud est che pubblica un bando per l’assunzione di medici che svolgeranno il loro lavoro nei plessi scolastici dei servizi educativi dalla scuola primaria alle superiori presenti nel territorio di competenza della Asl e avranno il compito di “prevenire, contenere e gestire i potenziali casi e focolai di Covid 19”.

Tutto ciò sarebbe possibile se buona parte delle risorse messe a disposizione dal Recovery Fund venisse destinata alla scuola e alla Sanità, settori le cui fragilità precedenti la pandemia sono praticamente “esplose” nell’emergenza.

Un medico in ogni scuola sarebbe un modo per riattivare la medicina scolastica a tutela cultura della salute collettiva e della sicurezza di personale, alunni e studenti, una popolazione di più di 9 mln di persone che ogni giorno vive la scuola italiana, per questo invitiamo a sotto scrivere l’appello a questo link.