FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3916227
Home » Attualità » Europa e Mondo » 5 ottobre giornata mondiale dell’insegnante: comunicato della coalizione italiana della campagna globale per l’educazione

5 ottobre giornata mondiale dell’insegnante: comunicato della coalizione italiana della campagna globale per l’educazione

La Coalizione Italiana della Campagna Globale per l’Educazione celebra la Giornata Mondiale degli Insegnanti reclamando per tutti i bambini del mondo il diritto a un’educazione di qualità e ad un insegnante adeguatamente preparato.

03/10/2014
Decrease text size Increase  text size

Il 5 ottobre in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale degli Insegnanti. In questa occasione in Italia la Campagna Globale per l’Educazione vuole riaccendere i riflettori  sul ruolo che gli insegnanti giocano nell’accesso universale a un’educazione di qualità e inclusiva e sulle condizioni in cui essi vivono nel mondo.

Gli ultimi dati riportano che ancora oggi 57 milioni di bambini e bambine nel mondo non hanno accesso alla scuola e che 250 milioni, molti dei quali in contesti fortemente svantaggiati, a scuola non stanno maturando nemmeno le competenze di base di alfabetizzazione e calcolo.

Per far fronte a questa “crisi di apprendimento” tutti i bambini dovrebbero avere degli insegnanti adeguatamente preparati, motivati, in grado di identificare e supportare gli studenti più deboli e in numero sufficiente perché la carenza di insegnanti si traduce spesso in classi troppo numerose per garantire un apprendimento di qualità.

Secondo l’Istituto di Statistica dell’Unesco, tra il 2011 e il 2015 dovrebbero essere reclutati 5,2 milioni di insegnanti, alcuni di essi per sostituire quelli in uscita e altri 1,6 milioni aggiuntivi. Più della metà di questi sono richiesti in Africa Subsahariana.

Anche nel nostro paese il problema della formazione e aggiornamento in servizio degli insegnanti e della numerosità delle classi è molto sentito. Quest’anno in Italia si è registrato un incremento di circa 33.000 alunni rispetto all’anno passato a fronte di un organico di docenti pressoché invariato, generando classi sempre più affollate.

Ogni bambino nel mondo ha diritto a una educazione di qualità, ma nessun bambino avrà la possibilità che tale diritto venga rispettato senza un insegnante adeguatamente preparato” – afferma Anna Rita De Bellis, coordinatrice della Coalizione Italiana. 

Per riaccendere i riflettori sulle condizioni dell’insegnamento, la Coalizione Italiana della Campagna Globale per l’Educazione (CGE-IT) ha lanciato la campagna #melhaconsigliatolamaestra e mobilitato in tutta Italia studenti, insegnanti, genitori e semplici cittadini in un divertente photo shooting che invita a ricordare un insegnante che portiamo nel cuore e quel libro speciale che ci ha consigliato di leggere.

“L’obiettivo dell’educazione universale entro il 2015 è molto vicino alla scadenza, ma non è troppo tardi per accelerare il passo in queste fasi finali – invita De Bellis –.  È inoltre vitale fare pressione affinché il nuovo quadro di riferimento per gli obiettivi post 2015, al quale la comunità internazionale sta lavorando, presti forte attenzione alla non-discriminazione, all’inclusione e all’equità quali condizioni necessarie e irrinunciabili per far sì che un’educazione di qualità sia accessibile e disponibile per tutti i cittadini di tutti i Paesi e sia accompagnato da indicatori chiari e misurabili che assicurino che nessuno sia lasciato indietro”.

E proprio lo scenario futuro del diritto all’educazione, il famoso “post 2015”, sarà al centro della riflessione della prossima Settimana di Azione Globale 2015 in partenza il prossimo 26 aprile.

Per maggior informazioni

SCHEDA PER APPROFONDIMENTO

La Global Campaign for Education (GCE) nasce nel 2002 ed è un movimento presente oggi in più di 100 Paesi e composto da associazioni della società civile, educatori, insegnanti, ONG e sindacati capaci di mobilitare idee e risorse, e fare pressione sulla comunità internazionale e sui governi affinché si impegnino per il raggiungimento dei sei obiettivi dell’Education for All (EFA) individuati dal summit di Dakar sull’Educazione nel 2000.

  • Aumentare la cura e l’istruzione infantile;
  • Assicurare che tutti i bambini, e la bambine in particolare, abbiano accesso all’istruzione primaria obbligatoria;
  • Assicurare un accesso equo alla formazione e all’istruzione lungo tutto l’arco della vita;
  • Migliorare del 50% il tasso di alfabetizzazione degli adulti;
  • Raggiungere l’uguaglianza di genere nell’educazione primaria e secondaria;
  • Migliorare la qualità dell’istruzione.

Nel nostro paese, la Coalizione Italiana della Campagna Globale per l’Educazione (CGE-IT) è stata costituita nel 2008 e vede impegnate, ad oggi, alcune tra le più importanti organizzazioni che lavorano sul tema dell’educazione: Mani Tese, Oxfam Italia, Save the Children, CIFA Onlus,  FLC Cgil e WeWorld Intervita - che svolgono il ruolo di coordinamento della Coalizione – oltre ad ACRA-CCS, Action Aid, ARCS, Children in Crisis, CIAI, CISL Scuola, Magis, PRO.DO.C.S., Proteo Fare Sapere, Sightsavers International Italia, VIS.

Ogni anno un sotto-tema specifico della EFA è identificato ed intorno ad esso si dispiegano le attività di approfondimento tematico, di advocacy verso le istituzioni nazionali e di sensibilizzazione all’interno delle scuole.

Negli ultimi anni i sotto-temi affrontati sono stati quelli dell’educazione inclusiva (2014), del ruolo degli insegnanti (2013), dell’educazione e cura della prima infanzia (2012), dell’accesso delle bambine, ragazze e donne all’istruzione (2011) e delle risorse globali per l’educazione (2010). Il prossimo anno il tema centrale sarà la riflessione sullo stato del diritto all’educazione nel mondo a 15 anni dalla Conferenza di Dakar su Education for All.

Ogni anno, in coerenza con il tema centrale vengono sviluppati dalla coalizione italiana un rapporto di policy rivolto alle istituzioni nazionali e delle risorse didattiche (kit didattici, schede di approfondimento tematico, piste di lavoro) rivolte alle scuole italiane interessate a mobilitarsi sul tema dell’Educazione per tutti.

In particolare la mobilitazione si concentra tutti gli anni, in tutto il mondo, in una settimana tra aprile e maggio nota come la Global Action Week (GAW), durante la quale milioni si studenti, insegnanti e cittadini si uniscono in attività comuni di sensibilizzazione e mobilitazione attirando l’attenzione del mondo sull’importanza dell’accesso all’educazione per tutti. Quest’anno la Global Action Week si è svolta tra il 4 e il 10 maggio ed ha coinvolto più di 1500 alunni di scuole di ogni ordine e grado, dalla scuola per l’infanzia alle superiori.