FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3966213
Home » Università » AFAM » AFAM: le istituzioni sono obbligate a pubblicare dati e documenti relativi agli organi di governo e ai bilanci

AFAM: le istituzioni sono obbligate a pubblicare dati e documenti relativi agli organi di governo e ai bilanci

Importante delibera dell’agenzia nazionale anticorruzione (ANAC). L’agenzia conferma che il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) è il direttore.

27/10/2022
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

L’Agenzia nazionale anticorruzione (ANAC) con la delibera 314 del 6 luglio 2022 interviene in tema di pubblicazione di dati e documenti relativi agli organi di governo, ai consulenti e collaboratori, agli incarichi amministrativi di vertice, ai bilanci e ad accesso civico ed accesso civico generalizzato.

In premessa occorre ricordare che l’ANAC controlla l’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente,

  • esercitando poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle amministrazioni pubbliche
  • ordinando di procedere, entro un termine non superiore a trenta giorni, alla pubblicazione di dati, documenti e informazioni, all’adozione di atti o provvedimenti richiesti dalla normativa vigente, ovvero la rimozione di comportamenti o atti contrastanti con le regole sulla trasparenza.

Inoltre, ai sensi del Piano Nazionale Anticorruzione 2016 stabilisce che le istituzioni AFAM sono equiparate alle istituzioni universitarie, di conseguenza non godono di alcuna deroga all’applicazione delle normative in materia di anticorruzione e trasparenza e il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza RPCT va individuato nel Direttore dell’Istituzione, in quanto figura dotata di profonda conoscenza del funzionamento e dell’organizzazione dell’istituzione stessa.

Nella delibera si affermano alcuni punti molto significativi

  • le istituzioni devono pubblicare suAmministrazione Trasparente” del proprio sito istituzionale, tutti i dati e i documenti previsti dal d.lgs. n. 33/2013 con particolare ma non esclusivo riferimento agli organi di governo, ai consulenti e collaboratori, agli incarichi amministrativi di vertice, ai bilanci e ad accesso civico ed accesso civico generalizzato
  • la pubblicazione in “Amministrazione Trasparente” ai sensi del d.lgs. n. 33/2013 non equivale a quella in albo pretorio, avendo finalità di trasparenza e non di pubblicità legale

In conclusione l’ANAC ordina all’istituzione di adeguarsi alla delibera entro 30 giorni. In caso contrario si azioneranno le procedure sanzionatorie previste dalla normativa vigente.