FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3964331
Home » Notizie dalle Regioni » Piemonte » Fermiamo la strage sul lavoro, mozione approvata dal Coordinamento precari scuola FLC CGIL Piemonte

Fermiamo la strage sul lavoro, mozione approvata dal Coordinamento precari scuola FLC CGIL Piemonte

Mozione di adesione e partecipazione alla settimana di mobilitazione CGIL CISL UIL “Fermiamo la strage sul lavoro”.

22/02/2022
Decrease text size Increase  text size

Mozione approvata all’unanimità durante l’assemblea online con 244 voti

Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci, studenti, hanno perduto la vita a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, uno a diciotto anni per un infortunio sul lavoro, l’altro a sedici anni, per un infortunio nella strada del ritorno durante i percorsi per il lavoro della Formazione Professionale. Erano studenti non ancora lavoratori.

Sta divenendo una drammatica e ripetuta realtà, ormai quasi quotidiana nel nostro Paese, che una lavoratrice o un lavoratore escano da casa per recarsi la lavoro e non facciano ritorno più.

Le lavoratrici e i lavoratori precari della scuola del Piemonte riuniti oggi in Assemblea del Coordinamento Precari FLC CGIL Piemonte esprimono tutta la loro indignazione e il loro dolore riguardo a quanto accaduto ai loro allievi, studenti dei corsi della Formazione professionale, Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci e riguardo al ripetersi continuo di infortuni e morti sul lavoro.

Con fermezza prima di tutto affermano il loro impegno di insegnanti a tutela della sicurezza e dell’incolumità di ciascuno studente e ciascuna studentessa, perché nessuno debba più morire sul lavoro, studente o lavoratore, perché la scuola lavoro possa essere per tutti uno strumento di vita, di conquista di autonomia, di padronanza di sé e del proprio destino e non divenga un tramite di addestramento assoggettato alla logica del profitto, al momentaneo bisogno dell’impresa o una forma mascherata di lavoro gratuito, specie negli Istituti e nella Formazione professionale. Perché non sia mai più tramite di incidenti e di morte.

 L’Assemblea chiede e si impegna a battersi affinché tutto il possibile sia messo in atto per la sicurezza, chiede che nella Formazione Professionale siano dati un incremento di organici e risorse, il personale, la possibilità e il tempo di valutare e realizzare al meglio gli stage scuola lavoro, chiede che nella scuola di Stato si cancellino una volta per tutte l’obbligatorietà e il monte ore obbligatorio dell’alternanza oggi PCTO (Percorsi per Competenze Trasversali e Orientamento) e che si giunga alla diminuzione degli allievi per classe in modo da essere nella condizione di attuare progetti mirati allo studente e al contesto lavorativo.

Le lavoratrici e i lavoratori precari della scuola oggi riuniti denunciano che il lavoro precario, il lavoro a chiamata, il lavoro nero, la condizione di instabilità esistenziale, l’essere sottoposti al ricatto per l’accesso e per il mantenimento del posto di lavoro costituiscono un grave e concorrente impedimento alla regolarizzazione, alla garanzia del rispetto delle norme per lavorare in sicurezza sul lavoro. La tutela e la protezione per chi lavora hanno come premessa un lavoro stabile e sicuro.

L’Assemblea chiede e si impegna a battersi affinché dalla scuola - con adeguato reclutamento, formazione, concorsi - a tutto il mondo del lavoro si cancelli la precarietà e si dia dignità al lavoro.

A questo Governo chiede non parole ma fatti: a uguale lavoro uguali diritti, per la vita e per la sicurezza sul lavoro.

L’Assemblea del Coordinamento precari scuola FLC CGIL Piemonte aderisce e partecipa
alla settimana di mobilitazione indetta da CGIL CISL e UIL
Fermiamo la strage sul lavoro.

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI