FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

https://www.flcgil.it/@3852673
Home » Notizie dalle Regioni » Calabria » Cosenza » Cosenza, in piazza a difesa dell'istruzione pubblica e di qualitá

Cosenza, in piazza a difesa dell'istruzione pubblica e di qualitá

Le iniziative di sabato 27 settembre 2008

25/09/2008
Decrease text size Increase  text size

Comunicato della FLC Cgil Cosenza
Difendiamo l'istruzione pubblica

E’ impossibile valutare positivamente la prospettiva che si apre per il mondo della conoscenza: tolti gli inutili proclami sul ritorno al voto "numerico" al posto dei giudizi sintetici, al grembiule e al voto di condotta, che troveranno certamente ampio spazio nel dibattito didattico e pedagogico, l’attacco sferrato dal Governo al mondo della conoscenza si sostanzia in ben altri provvedimenti, nascosti fra le pieghe dei comunicati stampa e lasciati cadere nella speranza, forse, che nessuno se ne accorgesse. La lettura della Manovra Economica, del Disegno di legge Gelmini e della Proposta di legge Aprea lasciano invece poco spazio all’ ottimismo: hanno deciso di risparmiare a danno di Scuola e Università e di annientare l’Istruzione pubblica. Come?

SCUOLA

  1. Cancellazione del tempo pieno e del tempo prolungato

  2. Ritorno del maestro unico nella scuola primaria

  3. Riduzione delle ore di insegnamento

  4. Ulteriore aumento del numero di alunni per classe

  5. 8 miliardi di euro in meno nel prossimo triennio

  6. Blocco delle immissioni in ruolo: si investe sulla precarietà a scapito della qualità!

  7. Smantellamento dei servizi di supporto amministrativi, con rischio di esternalizzazione, in particolari dei collaboratori scolastici

  8. Nuovo sistema di reclutamento

  9. Nuovo stato giuridico dei docenti, definito al di fuori del legittimo iter normativo

UNIVERSITA'

  1. 1.500 milioni di euro in meno nei prossimi cinque anni

  2. Aumento delle tasse a carico degli studenti al fine di ripianare il taglio dei finanziamenti

  3. Blocco delle assunzioni: 2 assunzioni ogni 10 pensionamenti. Che fine faranno i precari che da anni lavorano nelle nostre Università?

  4. Taglio degli stipendi e dei fondi che premiano il merito di docenti, ricercatori e personale tecnico e amministrativo.

Rimane sullo sfondo di una situazione già così preoccupante l’idea di privatizzare l’istruzione attraverso la trasformazione di Istituti e Atenei in Fondazioni di diritto privato.

Quale obiettivo si nasconde dietro il programma del Governo? Evidentemente la distruzione della scuola e dell’Università pubbliche.

PARTECIPA AL SIT-IN CHE SI TERRA'
IL 27 SETTEMBRE ALLE ORE 9,30
IN PIAZZA 11 SETTEMBRE A COSENZA

PER IL COMPRENSORIO DI CASTROVILLARI IL SIT-IN SI TERRA' NELLE PIAZZE DI: CASTROVILLARI; CORIGLIANO; CETRARO; ROSSANO; CETRARO; SCALEA; DALLE ORE 17 ALLE 21

Noi pensiamo che l’Istruzione debba essere e rimanere un diritto, non un privilegio!

FLC Cgil Cosenza

Tag: organici, tagli

FERMIAMO L’AUTONOMIA DIFFERENZIATA!

Nei prossimi giorni potrai firmare
per il referendum abrogativo.

APPROFONDISCI