FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3902447
Home » Scuola » Pagamento ferie supplenti: la FLC chiede un confronto al Miur

Pagamento ferie supplenti: la FLC chiede un confronto al Miur

Necessario un intervento urgente per garantire il diritto alla retribuzione dei lavoratori precari.

14/05/2013
Decrease text size Increase  text size

La FLC CGIL ha chiesto al Miur un intervento immediato per sospendere la norma  che prevede la decurtazione dei giorni di ferie maturati in corrispondenza dei periodi di sospensione delle lezioni (L.228/2012, art. 1 comma 56). Tale norma, che penalizza economicamente i supplenti, è del tutto illegittima oltre che contraria ai principi fondamentali previsti dal nostro ordinamento costituzionale.

La FLC CGIL è determinata ad aprire un vasto contenzioso a tutela dei lavoratori precari qualora l’amministrazione non dovesse rispondere positivamente alla richiesta avanzata.

______________

Roma, 14 maggio 2013

Al Capo di Gabinetto
Dott. Luigi Fiorentino

Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
Dott.ssa Lucrezia Stellacci

Al Direttore generale per il Personale scolastico
Dott. Luciano Chiappetta

Al Direttore generale per la Politica finanziaria e il Bilancio
Dott. Marco Ugo Filisetti

Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca
Roma

Oggetto: pagamento ferie ai supplenti.

La legge di stabilità per il 2013 (L. 228/2012, art. 1, comma 56) ha stabilito che “dal 1° settembre 2013” le clausole contrattuali in materia di ferie siano disapplicate imponendo ai docenti la decurtazione dei giorni di ferie maturati in corrispondenza ai periodi di sospensione delle lezioni.

Tale disposizione, del tutto illegittima, penalizza economicamente i lavoratori precari della scuola, in particolare con contratto fino al 30 giugno, già pesantemente onerati dall’incertezza della propria posizione professionale.

Questo Ministero, inoltre, con eccesso di zelo e una buone dose di arbitrio, intende applicare la norma a decorrere dal 1° gennaio 2013, con ben 9 mesi di anticipo rispetto alla data stabilita dalla legge.

La FLC CGIL, che ha già diffidato il Ministro, chiede:

  1. che sia tempestivamente emanata una circolare che consenta il pagamento al personale nominato fino al 30 giugno delle ferie non godute;
  2. che si apra altrettanto tempestivamente un confronto tra le parti per rigettare definitivamente una norma che illegittimamente interviene su una materia di competenza del CCNL.

La FLC CGIL si aspetta che il Miur agisca in fretta dato che l'anno scolastico si avvia alla fine e i lavoratori hanno diritto di sapere se gli verrà tagliata la retribuzione. In tale caso questo sindacato è pronta ad aprire un vasto contenzioso che, ne siamo certi, vedrà l'amministrazione soccombente con conseguente danno erariale.

In un momento in cui per risparmiare si negano ai lavoratori diritti elementari, sarebbe scandaloso che l'amministrazione si caricasse di spese legali, invece di trovare le soluzioni giuste.

Distinti saluti.

Il Segretario generale FLC CGIL
Domenico Pantaleo

Servizi e comunicazioni

Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook