FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3860919
Home » Scuola » Mobilità 2009-2010: riaperto e concluso con esito positivo il confronto al Miur

Mobilità 2009-2010: riaperto e concluso con esito positivo il confronto al Miur

Sottoscritta un accordo che prevede maggiori tutele nei confronti del personale perdente posto o in esubero.

15/04/2009
Decrease text size Increase  text size

>> Vai allo speciale Mobilità scuola 2009/2010 <<

Dopo la riapertura del confronto sulla mobilità, avvenuta poco prima delle festività pasquali, nella giornata di oggi 15 aprile 2009 si è pervenuti alla sottoscrizione al ministero da parte della FLC Cgil, Cisl scuola, Snals e Gilda, di un accordo integrativo del Ccni sulla mobilità del 12 febbraio 2009.

Le richieste della FLC Cgil

Nel corso del confronto la FLC Cgil, insieme ai sindacati firmatari, aveva sostenuto l'esigenza immediata di ampliare per i perdenti posto l'arco temporale per poter rientrare con precedenza nella scuola o nel comune di precedente titolarità (dai 5 anni attuali a 8) e l'esigenza di dare garanzia per il prossimo anno, a tutti coloro che dovessero risultare appartenenti a profilo in esubero nella propria tipologia di posto e/o classe di concorso di titolarità per effetto dei tagli agli organici, ad essere riutilizzati nella scuola attuale. Entrambe queste garanzie sono state inserite nel nuovo accordo, compresa la possibilità di utilizzo su classe di concorso e/o posto affine solo su richiesta volontaria e non anche d'ufficio.

Al contrario, la richiesta di una sola organizzazione sindacale di bloccare per un anno i trasferimenti d'ufficio per tutti i perdenti posto (che comunque a settembre verrebbero utilizzati in altra scuola) non è stata condivisa né dall'amministrazione né dalle organizzazioni sindacali firmatarie del presente accordo in quanto del tutto penalizzante per il personale. Infatti, in presenza di posti liberi e, magari, in presenza anche di posti "comodi" per effetto dei pensionamenti o altro, questi verrebbero comunque subito occupati da altri a domanda volontaria, non consentendo ai perdenti posto di riottenere subito una nuova sede di titolarità in organico di diritto.

Questi, in sintesi, i punti significativi acquisiti con l'accordo sottoscritto grazie all'impegno della FLC Cgil insieme agli altri sindacati.

  1. Il quinquennio entro il quale il personale trasferito a domanda condizionata in quanto perdente posto ha diritto a ritornare con precedenza nella propria scuola è stato prorogato di tre anni, tanti quanti sono gli anni di riduzione dei posti previsti nel piano di fattibilità dell'art. 64 dalla L. 133/08. Quindi si passa dagli attuali 5 anni a 8. Lo stesso personale, in assenza di rientro nella propria scuola, potrà anche continuare a presentare ogni anno domanda di utilizzazione per 8 anni rispetto ai 5 previsti fino ad oggi.

  2. In conseguenza della modifica sopra detta, tutti i perdenti posto trasferiti a domanda condizionata che dovessero terminare il quinquennio per avvalersi del diritto a rientrare con precedenza con la domanda presentata per la mobilità 2009-2010, avranno anche loro prorogato tale diritto per altri 3 anni. Ciò comporta anche la possibilità di poter continuare a presentare per altri 3 anni domanda di utilizzazione in scuole più vicine, in assenza di accoglimento della domanda di trasferimento presentata.

  3. Tutto il personale perdente posto trasferito a domanda condizionata e/o appartenente a classe di concorso e/o tipologia di posto in esubero in organico di diritto, qualora neanche in organico di fatto vi siano posti sufficienti per tutti, avrà diritto, in base al punteggio e se lo richiede, ad essere utilizzato nella ex scuola di titolarità con provvedimento di messa a disposizione e fino a concorrenza dell'esubero.

  4. E' fatta salva la possibilità di utilizzazione in classe di concorso e/o posto affine sulla base del titolo di abilitazione o di studio in possesso, anche in diverso grado di scuola, ma solo a domanda volontaria e non d'ufficio.

Si tratta chiaramente di un accordo che migliora su punti significativi le tutele già previste dai contratti in vigore sulla mobilità e utilizzazione del personale, un risultato niente affatto scontato, in particolare sui punti 3 e 4.
Con il prossimo contratto sulle utilizzazioni, il cui confronto è di fatto già avviato, continuerà l'impegno da parte della FLC Cgil, per ottenere ulteriori forme di tutela per tutto il personale docente, educativo ed Ata della scuola.

Roma, 15 aprile 2009

Servizi e comunicazioni

Articolo 33, la nostra rivista mensile
Articolo 33, la nostra rivista mensile
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook