FLC CGIL
Sciopero scuola e sciopero generale

http://www.flcgil.it/@3880302
Home » Scuola » Le attività alternative sono spese obbligatorie. Affermato un principio di equità e dignità e rispetto dei diritti dei lavoratori e degli studenti

Le attività alternative sono spese obbligatorie. Affermato un principio di equità e dignità e rispetto dei diritti dei lavoratori e degli studenti

Va in porto una storica rivendicazione della FLC CGIL e delle scuole: l'ora alternativa è un servizio strutturale obbligatorio. Prevista la possibilità di assumere supplenti.

16/03/2011
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Il pagamento dell’attività alternativa all’insegnamento della religione cattolica è una spesa fissa e obbligatoria.

Come avevamo anticipato il 22 febbraio scorso il Ministero dell’Economia ha diramato, tramite la nota n. 26842 del 7 marzo 2011, istruzioni precise circa il pagamento delle suddette attività. Qualora nella scuola non ci sia personale disponibile si assumono i supplenti.

Si conclude così una vicenda che ha visto sempre la FLC CGIL in prima fila a rivendicare il pagamento di queste attività come spesa obbligatoria al pari dello stipendio base.

Combatteremo per ottenere le risorse necessarie per il pagamento delle ore eccedenti prestate in sostituzione dei colleghi assenti, delle indennità per funzioni superiori prestate dai docenti in sostituzione dei Dirigenti scolastici e per tutte le altre spese obbligatorie necessarie a garantire il servizio istruzione e formazione.

Servizi e comunicazioni

Rivista mensile Edizioni Conoscenza
Rivista Articolo 33
Filo diretto sul contratto
Filo diretto rinnovo contratto di lavoro
Ora e sempre esperienza!
Scuola: principali approfondimenti
Mobilità scuola 2018/2019
Testo Unico su salute e sicurezza integrato e aggiornato
Filo diretto sul contratto
Le funzioni nel consiglio di classe
Ricostruzione di carriera
Come si convocano i supplenti
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook