FLC CGIL
http://www.flcgil.it/@3893418
Home » Scuola » Dirigenti scolastici » I dirigenti scolastici vanno in ferie e nessuno li può sostituire

I dirigenti scolastici vanno in ferie e nessuno li può sostituire

Il Direttore Generale dell’USR Toscana ricorda ai dirigenti scolastici che non possono farsi sostituire dal docente vicario.

28/06/2012
Decrease text size Increase text size
Vai agli allegati

Avevamo dato notizia più di un mese fa del gravissimo problema della continuità del funzionamento delle scuole italiane nelle quali i dirigenti scolastici non possono farsi sostituire dai docenti vicari.

Sul tema del conferimento di un incarico di sostituzione del dirigente interviene il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana con la nota n.6854 del 26 giugno 2012 che:

  • richiama la nota 9353 del 22 dicembre 2011 sul Programma Annuale 2012 la quale ribadisce  che “in virtù di quanto espressamente previsto all’art.52, comma 2, lett. b) del D.L.vo 165/2001, nel periodo di assenza per ferie del dirigente scolastico non è consentito conferire incarico di sostituzione del dirigente medesimo da parte del docente collaboratore vicario”;
  • invita i dirigenti toscani a “evitare l’assunzione di indebiti oneri finanziari a carico dell’Amministrazione Scolastica”.

Sul tema siamo intervenuti più volte per ricordare che il contratto prevede uno specifico compenso (funzioni superiori) per i docenti che sostituiscono il dirigente per periodi continuativi superiori a 15 giorni o svolgono le funzioni di collaboratore in scuole affidate a reggenza (50% delle funzioni superiori).

Nel contenzioso avviato da molti lavoratori è ormai pacifico l’orientamento giurisprudenziale: i vicari debbono essere pagati e l’amministrazione viene sempre condannata a pagare interessi, rivalutazione e spese legali.

La scelta dell’Amministrazione contenuta nella nota 9353 sul Programma Annuale 2012 di chiarire che le indennità di funzioni superiori, previste dall’art.146 del vigente CCNL scuola, non sono finanziate e che l’eventuale assegnazione di incarico è sanzionata con la nullità e la “correlata responsabilità del dirigente che l’ha ordinata” produce un cortocircuito.

Il dirigente deve andare in ferie, non deve conferire incarichi di sostituzione, non può assumere impegni di spesa non finanziati ed espressamente vietati a pena di personali responsabilità, deve garantire la continuità del servizio.

La nostra posizione

Non resta che operare come hanno già fatto, su nostra indicazione,  tantissimi dirigenti scolastici: comunicare all’USR il periodo nel quale non saranno in servizio per la fruizione delle ferie e che nessun docente li sostituirà durante tale periodo.

Oltre 1.400 dirigenti andranno in pensione il 1 settembre 2012. E’ chiaro che se i dirigenti non potranno fare tutte le ferie spettanti, a causa dei mille problemi di gestione delle scuole nei prossimi due mesi (esami di stato, corsi di recupero, organici, iscrizioni alunni, adeguamento dell’organico alla situazione di fatto, pagamenti dei lavoratori e dei fornitori, chiusura della contabilità nelle migliaia di scuole coinvolte nel dimensionamento,  organizzazione dell’inizio dell’anno scolastico 2012/13….) le stesse dovranno essere pagate, con conseguente aggravio economico per l’Amministrazione.

Come spesso accade la volontà di affrontare i problemi in modo autoritario e con il solo intento di spendere di meno, aggiungerà un aggravio di spesa ai problemi di funzionalità ed ai conflitti.

Di tale aggravio sarebbe ora, in tempo di “spending review”, che qualcuno rispondesse.

Riproponiamo di seguito il modello, predisposto dai  coordinamenti dei dirigenti scolastici di FLC CGIL, CISL Scuola e SNALS CONFSAL e adattabile alle specifiche situazioni di ogni dirigente, per segnalare al Direttore Regionale che non daranno incarichi di sostituzione durante le ferie.

                                                        Al Direttore dell’Ufficio scolastico Regionale di
....................................................................

                                               e p/c Alla Direzione Generale per la Politica Finanziaria
e per il Bilancio e p/c Al Dirigente dell’Ambito Territoriale di
...................................................................

oggetto : comunicazione fruizione ferie  a.s. 2011-12

Si comunica che il sottoscritto prof.re __________________ dirigente scolastico protempore del ________________ fruirà delle ferie relative all’anno scolastico in corso, per giorni XX , dal giorno ____ luglio 2012 al ___ agosto 2012, per complessivi XX giorni.

Si comunica altresì, per gli adempimenti di competenza,  che nel suddetto periodo nessun docente di questa istituzione scolastica sostituirà il dirigente scolastico visto che la Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per il Bilancio ha comunicato nella nota 9353 del 22 dicembre 2011, relativa al Programma Annuale 2012, di non aver assegnato alcuna risorsa per l’indennità di sostituzione del dirigente scolastico e che qualsiasi attribuzione di funzioni superiori comporterebbe una responsabilità per il dirigente che la ordinasse.

Con l’occasione si inviano distinti saluti.

 

Servizi e comunicazioni

Fai la scuola giusta
Fai la scuola giusta
#sbloccacontratto scuola, firma ora
Scuola: approfondimenti di inizio anno
Fascicolo avvio anno scolastico
Cantiere scuola FLC CGIL: le nostre proposte
Linee guida contrattazione
Le funzioni nel consiglio di classe
Quando si chiamano i supplenti
Come si convocano i supplenti
Carta dei servizi 2014
Carta dei servizi CGIL 2014 Iscriviti alla CGIL
Link utili
Logo MIUR
Logo MEF
Logo NOIPA
Logo INPS
Logo Fondo ESPERO
Logo EBINFOP
Seguici su facebook