FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3958286
Home » Notizie dalle Regioni » Lazio » Roma » Roma Tor Vergata: presentato il documento “Organizzazione rientro in sede” relativo alla ripresa delle attività in presenza del personale

Roma Tor Vergata: presentato il documento “Organizzazione rientro in sede” relativo alla ripresa delle attività in presenza del personale

Nuove linee guida (Fase III), lavoratori fragili, smart working e buoni pasto tra gli argomenti trattati nell’incontro sindacati-Amministrazione.

17/09/2020
Decrease text size Increase  text size

A cura della FLC CGIL – CISL - UIL – SNALS CONFSAL - CSA GILDA – RSU di Tor Vergata

Ieri 16 settembre come previsto si è svolto l’incontro di trattativa tra le scriventi OO.SS., la RSU e l’Amministrazione, alla presenza del Direttore Generale Dott. Giuseppe Colpani e del Dirigente del Personale Ing. Domenico Genovese.

Come annunciato dall’Amministrazione nella precedente seduta dello scorso 8 settembre, nei prossimi giorni saranno rese pubbliche le nuove linee guida (Fase III) da adottare in Ateneo per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e i criteri per la tutela della salute negli ambienti di lavoro.

È stato presentato e preso in esame il documento “Organizzazione rientro in sede” relativo alla ripresa delle attività in presenza del Personale TAB.

L’Amministrazione, sulla base del DPCM di luglio u.s., ha ipotizzato che a partire dal prossimo 28 settembre sarà regolato con apposito provvedimento che sarà emanato a breve, il rientro alternato del 50% del Personale (50% in presenza e 50% in smart working) al quale sarà consentito, compatibilmente con le esigenze di ogni struttura, la massima flessibilità dell’orario in presenza da concordare ognuno con il proprio responsabile. Potrà essere previsto lo smart working con esclusione della rotazione in presenza in caso di condizioni particolari del dipendente, segnalati nel documento “piano di rientro”.

Per quanto riguarda le “categorie fragili” si terrà conto dell’art. 83 del dl n.34/2020 e la circolare interministeriale (Ministero Lavoro e Salute) del 4 settembre 2020 che prevede sostanzialmente la facoltà da parte del lavoratore, relativamente ad una maggiore esposizione al rischio per la salute da Covid-19, di richiedere al Medico Competente la sorveglianza sanitaria di cui al DLvo 81/2008 per accertare l’eventuale “non idoneità temporanea” durante il periodo emergenziale.

Quanto al buono pasto legato al periodo di smart working emergenziale, l’Amministrazione ha precisato che il risparmio complessivo determinatosi per l’Ateneo relativamente ai buoni pasto non erogati è di circa 96.000 €. Una somma che riteniamo esigua rispetto ad un adeguato rimborso forfettario al Personale che in tale periodo ha subito comunque una penalizzazione economica. Abbiamo chiesto, pertanto, un apposito incontro tecnico per valutare insieme la possibilità di utilizzare altre risorse disponibili provenienti da fondi destinati al Personale, come ad esempio i risparmi di spesa del fondo accessorio, quello delle attività sociali ecc.

Riguardo invece all’annosa vicenda di circa 2 anni fa riguardante i “vecchi” buoni pasto Qui! Ticket (buoni emessi e non più spendibili) di cui avevamo già chiesto garanzie per il rimborso a tutti coloro che ne erano rimasti in possesso, l’Amministrazione ha assicurato che saranno caricati sulle nuove card dei buoni pasto. (attualmente in distribuzione presso le varie strutture dell’Ateneo).

Rispetto alle PEO è stato comunicato dall’Amministrazione che entro i primi di ottobre sarà pubblicato l’elenco del Personale che sarà inquadrato al livello economico superiore con l’adeguamento economico con lo stipendio di Ottobre e con gli arretrati dal 1° gennaio 2019.

Rispetto alle ultime selezioni concorsuali espletate, l’Amministrazione ha ribadito l’impegno a definire tutte le fasi concorsuali entro il mese di ottobre.

La discussione sul Contratto Integrativo 2020 è stata interlocutoria ed è stata rinviata alla prossima riunione. In quella sede sarà affrontata anche la discussione su una tornata PEO per coloro che non avevano i requisiti per accedere al precedente bando.

Roma, 17/9/2020