FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3909327
Home » Attualità » Sindacato » “La conoscenza bene comune”, convegno nazionale a Firenze il 3-4 marzo 2014

“La conoscenza bene comune”, convegno nazionale a Firenze il 3-4 marzo 2014

Il convegno si propone di dare un profilo al nuovo pensiero che si va sviluppando attorno alla tematica dei beni comuni in relazione all’autonomia necessaria per i sistemi pubblici della conoscenza.

03/03/2014
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

La conoscenza bene comune e la necessaria autonomia di università, ricerca,  Afam e scuola, oggi messe in discussione dalle politiche recessive, sono al centro del convegno.

Scarica il programma

La FLC CGIL e Proteo Fare Sapere chiamano a confronto studiosi, personalità della politica e delle istituzioni, sulla tematica della conoscenza come bene comune e sull’autonomia delle istituzioni pubbliche (scuola, Afam, ricerca, università) che creano, trasmettono ed elaborano la conoscenza.

La due giorni, che si terrà al Grand Hotel Mediterraneo Lungarno del Tempio 44 a Firenze nei giorni 3 e 4 marzo 2014, vedrà una prima parte di confronto fra i partecipanti divisi in gruppi di lavoro e una seconda parte di comunicazioni e dibattito fra gli ospiti: i professori Vittorio Angiolini, Tomaso Montanari, Mario Ricciardi, in rappresentanza della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, Patrizio Bianchi, l’On.le Gennaro Migliore, componente della Commissione affari costituzionali della Camera dei deputati,  il Segretario generale della FLC CGIL Domenico Pantaleo.

Al convegno è legato un questionario che abbiamo lanciato su questo sito e su quello di Proteo e i cui risultati saranno illustrati durante i lavori.

In allegato, la scheda di adesione e tutte le informazioni logistiche necessarie.

Sarà rilasciato attestato di partecipazione
L’iniziativa essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08.06.2005) è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola), con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi e come formazione e aggiornamento dei dirigenti scolastici ai sensi dell'art. 21 CCNL 11/4/2006 Area V  e dispone dell’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio.