FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti
http://www.flcgil.it/@3953959
Home » Attualità » Incontro MIUR-sindacati: firmato il verbale di conciliazione

Incontro MIUR-sindacati: firmato il verbale di conciliazione

Sospeso lo stato di agitazione in relazione agli impegni assunti dal Ministro Fioramonti. Rimane aperta la mobilitazione fino alla piena attuazione dell’accordo.

20/12/2019
Decrease text size Increase  text size
Vai agli allegati

Alle ore 17 del 19 dicembre 2019 si è svolta la riunione al Ministero dell’Istruzione, con la presenza del Ministro Fioramonti, per l’esperimento del tentativo di conciliazione a seguito della proclamazione dello stato di agitazione in tutti i settori del comparto “Istruzione e Ricerca” da parte dei sindacati rappresentativi FLC CGIL, FSUR CISL, UIL Scuola RUA, SNALS Confsal e GILDA Unams.

La FLC CGIL, nell’ambito del quadro rivendicativo unitario che ha portato alla proclamazione dello stato di agitazione, ha ribadito tutti i punti oggetto della piattaforma rivendicativa.

Al termine del confronto è stato sottoscritto il verbale di conciliazione con precisi impegni del MIUR, anche rispetto alla tempistica con cui scandire la trattativa:

  • avviare entro il mese di gennaio gli incontri sul rinnovo del CCNL, con l’impegno di individuare le risorse necessarie al rinnovo e aprire un confronto sul rapporto tra legge e contrattazione, in un’ottica di prevalenza dello strumento contrattuale
  • dare il via entro metà gennaio a specifici tavoli sui singoli settori del comparto (scuola, università, ricerca e AFAM)
  • avviare a partire dal 7 gennaio il tavolo di confronto sull’attuazione del Decreto Legge 126/2019 e sul superamento del precariato nei settori università, ricerca e AFAM
  • riprendere il confronto sui percorsi abilitanti a regime entro il 15 gennaio, per definire il disegno di legge collegato alla Legge di Bilancio in corso di approvazione
  • inserire una norma sui facenti funzione DSGA per definire la procedura riservata a chi è sprovvisto di titolo specifico nel primo veicolo normativo utile.

Il MIUR ha anche assunto un impegno a tenere fuori il sistema di istruzione e ricerca dai processi di regionalizzazione.

Valutiamo positivamente gli impegni assunti dal Ministro, per questo sospendiamo lo stato di agitazione, ma con una verifica permanente sull’accordo a partire dal 7 gennaio.