FLC CGIL
Iscriviti alla FLC CGIL

http://www.flcgil.it/@3897378
Home » Attualità » Europa e Mondo » Parte FIRENZE 10+10

Parte FIRENZE 10+10

Al via l’evento fiorentino dei movimenti. La FLC CGIL in prima linea, nei dibattiti di oggi e domani.

08/11/2012
Decrease text size Increase  text size

Comincia oggi Firenze 10+10, l’evento che dall’8 all’11 novembre ha luogo a Firenze, presso la Fortezza da Basso, a 10 anni dal Social Forum Europeo, che ivi si svolse nel 2002. L’obiettivo è quello di tirare un bilancio e di rilanciare l’azione dei movimenti nel contesto di crisi finanziaria mondiale che stiamo attraversando. Dopo il Social Forum Europeo di Istanbul del 2010 questa si profila come il seguito più importante. Sono attese in città alcune migliaia di persone che lavoreranno su sei filoni: Europa/mondo/Mediterraneo, Lavoro Dignitoso e Diritti Sociali, Beni Comuni, Diritti dei Migranti, Democrazia e Diritti civili.

La CGIL e la FLC CGIL sono pienamente impegnate nell’iniziativa direttamente o attraverso le reti di cui fanno parte.

Per quanto riguarda la nostra organizzazione, oltre alla partecipazione dei suoi attivisti ai numerosi dibattiti e al contributo organizzativo, segnaliamo:

  • Giovedì 8 novembre 2012 ore 14-16, Sala Scherma: “Crisi dell’Europa e futuro. Verso un sistema neoliberista autoritario e di permanente austerità? (promotori: Transnational Institute, Corporate Europe Observatory, Ecologistas en Accion (Spagna), ATTAC-France, Observatory for debt and globalisation (Spagna). Moderatore Susan George (TNI/ATTAC-France). Interventi di T. Coutrot e F. Lemaire (ATTAC-France), E. Wesselius (CEO), S. Lindner (ATTAC Germania/Blockupy Frankfurt),  D. Pantaleo (FLC CGIL ), T. Kucharz (EeA).
  • Venerdì 9 novembre 2012 ore 14-18, Sala Grotte: “Conoscenza ed Educazione: diritti, beni comuni ma anche strumenti per uscire dalla crisi”. (Promotori: FLC CGIL e Rete della Conoscenza - Italia, SNES-Fsu e SNESup-Fsu - Francia, Fenprof - Portogallo, OLME - Grecia, GEW - Germania. Moderatore: Pino Patroncini (FLC CGIL).

Relatori i rappresentanti delle organizzazioni sindacali promotrici e delle reti europee.