FLC CGIL
Contratto Istruzione e ricerca, filo diretto

http://www.flcgil.it/@3824389
Home » Attualità » Europa e Mondo » Paesi Bassi: scuole secondarie senza insegnanti laureati

Paesi Bassi: scuole secondarie senza insegnanti laureati

La scuola olandese sembra di fronte a una crisi molto singolare

17/10/2006
Decrease text size Increase  text size

La scuola olandese sembra di fronte a una crisi molto singolare, almeno agli occhi di noi italiani: la carenza di insegnanti rischia di lasciare i suoi due settori secondari superiori, quello generale preuniversitario (VWO) e quello professionale (HAVO), senza docenti laureati. Uno studio dell’Ufficio per l’Ordinamento Sociale e Culturale prevede nei prossimi dieci anni andrà in pensione la maggioranza dei docenti laureati nati tra il 1945 ed il 1955: a confronto di questi solo un 26% dei docenti trentacinquenni possiede una laurea. Tra le cause di questa difficoltà vengono annotate la mancanza di una carriera interna (unica possibilità è passare dall’insegnamento alla direzione di una scuola) ma anche lo stipendio (2.500 euro lordi al mese se non si ha una laurea).
La cosa viene vissuta con drammaticità soprattutto nel percorso preuniversitario dove le aspettative dell’utenza sono molto alte (quattro lingue straniere oltre a latino e greco e alle altre discipline).
La tendenza attuale sarebbe favorita anche dalle scuole di magistero le quali sono orientate più al come spiegare che al che cosa insegnare, con la qual cosa si prospetta più facilmente all’insegnante una carriera da direttore di scuola che di esperto in una disciplina.

Roma, 17 ottobre 2006