FLC CGIL
Testo CCNL Istruzione e Ricerca

http://www.flcgil.it/@3816285
Home » Attualità » Europa e Mondo » La conclusione del congresso dello Snes.

La conclusione del congresso dello Snes.

Francia, Agosto 2001

24/08/2001
Decrease text size Increase  text size

Agosto

La conclusione del congresso dello Snes. Si è praticamente concluso con l’elezione della direzione nazionale il congresso dello Snes, il principale sindacato della scuola secondaria francese. Il congresso dello Snes si era in realtà svolto nel mese di marzo. Ma è usanza di questo sindacato che alla elezione degli organismi dirigenti partecipino non solo i delegati, ma tutti gli iscritti. Così una volta finita la discussione nell'assise congressuale, questi ultimi sono stati chiamati a votare sulla base di liste nazionali corrispondenti alle varie aree politiche, con i seggi aperti nelle scuole tra il 2 e il 29 maggio. Questo meccanismo ha consentito a quasi 32.000 dei 74.000 iscritti (42,71%) di partecipare all’elezione dei dirigenti sindacali. Maggioritaria è risultata ancora una volta la tendenza Unité et Action col 79, 45% delle preferenze, mentre la tendenza di estrema sinistra Ecole Emancipée, che stavolta si presentava divisa in due liste dallo stesso nome, ha conseguito il 10,14% e il 4,28%, e la tendenza autonomista Pour la reconquete d’un syndacalisme indépendant ha avuto il 6,13%. Il confronto in atto era soprattutto interessante alla luce delle polemiche esplose all’interno della tendenza Ecole Emancipée tra un’ala favorevole ad un maggior impegno nelle strutture sindacali, con l’assunzione di responsabilità anche a livello di organismi esecutivi, e un’ala favorevole ad un atteggiamento più critico e meno compromesso verso la maggioranza. La prima aveva l’appoggio del partito trotzkista Ligue Communiste Revolutionaire, mentre la seconda sembrava avere sostanzialmente la gestione della rivista Ecole Emancipèe, vecchia e prestigiosa testata del sindacalismo rivoluzionario francese. Il confronto si è risolto favore dell’ala partecipazionista, che è entrata a far parte della segreteria nazionale, ma è costato complessivamente alla tendenza la perdita del 2% dei consensi.
U&A si è affermata anche in tutti i settori in cui è diviso lo Snes (agregés, certifiès, consiglieri, supplenti ecc.) tranne che nel settore della di formazione degli insegnanti, dove è alla pari con Ee. Lo Snes infatti ha una struttura complessa che prevede ben sei co-segretari generali (tutti di U&A), otto segretari di settore (tutti di U&A), un’ampia segreteria nazionale (in cui ora è entrata un’ala di Ee), un ufficio nazionale (in cui sono rappresentate tutte le tendenze) e la commissione amministrativa nazionale, che è il vero e proprio direttivo.

Tag: francia