FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3815461
Home » Attualità » Europa e Mondo » Irlanda. Classi di transizione.

Irlanda. Classi di transizione.

Irlanda, Settembre 2004

23/09/2004
Decrease text size Increase  text size

Irlanda

Settembre

Irlanda. Classi di transizione.
Ormai 500 delle 750 scuole secondarie semipubbliche e private irlandesi (in Irlanda non esiste la scuola secondaria pubblica, lo stato finanzia parzialmentescuole sostanzialmente private e ne paga i docenti) hanno adottato un programma unico al mondo: gli studenti a 15 anni di età, al termine del “junior cycle”, la scuola media obbligatoria, non passano immediatamente al “senior cycle”, la scuola secondaria superiore biennale , bensì hanno una sorta di anno di pausa. Non si tratta di un anno di vacanza, ma del cosiddetto anno di transizione durante il quale gli studenti sono obbligati a studiare solo l’inglese, il gaelico, la matematica e una lingua straniera. Per il resto possono scegliere tra le materie convenzionali (storia, scienze, geografia ecc.) e materie meno convenzionali come la costruzione di una minisocietà, il teatro o l’educazione sessuale. Il lavoro si svolge in piena autonomia: non esiste alcun programma nazionale a parte il lavoro di una commissione pedagogica nazionale che raccoglie i progetti e li pubblica su un sito internet. Il programma fu iniziato nel 1974 da alcune scuole in stile un po’ l”alternativo” ma oggi sembra più piegare in direzione del rapporto col mondo del lavoro con tre settimane di stage aziendali nell’arco dell’anno. I docenti irlandesi spiegano questo anno col fatto che l’obbligo irlandese termina a 15 anni equindi questo anno fa un po’ da riempitivo rispetto alla maggioranza dei modelli europei dove il ciclo secondario inferiore termina a 16 anni e lo ritengono utile sia sul piano dell’orientamento che per determinare negli anni successivi una relazione meno formale con gli alunni.

Tag: irlanda