FLC CGIL
Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

http://www.flcgil.it/@3954800
Home » Attualità » Emergenza coronavirus: incontro al Ministero dell’Università e Ricerca. FLC CGIL: necessarie una cabina di regia nazionale e linee guida concordate con i sindacati firmatari del CCNL

Emergenza coronavirus: incontro al Ministero dell’Università e Ricerca. FLC CGIL: necessarie una cabina di regia nazionale e linee guida concordate con i sindacati firmatari del CCNL

Le ricadute dei provvedimenti sui lavoratori delle università, enti di ricerca e istituzioni AFAM, devono essere discusse con i sindacati. No a decisioni assunte consultando solamente i vertici delle istituzioni e degli enti.

05/03/2020
Decrease text size Increase  text size

Il 4 marzo 2020 si è svolto l’incontro urgente richiesto dalle organizzazioni sindacali sulle ricadute nelle università, enti di ricerca e istituzioni AFAM, dei provvedimenti adottati dal governo relativi all’emergenza coronavirus. La parte iniziale dell’incontro si è svolto in un clima di incertezza rispetto alle notizie rilanciate dai mass media di una possibile chiusura delle università, istituzioni AFAM e scuole. Solo a metà dell’incontro si è appresa la decisione del governo di sospendere le attività didattiche ma di mantenere aperti gli uffici. A tal proposito l’Amministrazione rappresentata dal capo segreteria politica del Ministro, dott. Domenico Petrazzuoli, ha invitato a tenere conto esclusivamente delle notizie fornite ufficialmente dagli organi preposti alla gestione dell’emergenza e dei provvedimenti adottati dal governo.

Emergenza Coronavirus: notizie e provvedimenti

La FLC CGIL, nel ribadire la piena fiducia nelle autorità sanitarie che stanno gestendo l’emergenza, ha sottolineato come la gravità della situazione, imponga una regia nazionale che consenta di affrontare in maniera unitaria l’impatto dei provvedimenti adottati su istituzioni ed enti. Per questo abbiamo chiesto la costituzione immediata di una cabina di regia nazionale e l’elaborazione urgente di un decalogo applicabile in tutte le istituzioni e enti e applicabile a tutti i lavoratori anche di aziende esterne che operano in appalto o subappalto. Abbiamo chiesto che la costituzione della cabina di regia e il decalogo siano discusse innanzitutto con chi rappresenta i lavoratori di queste istituzioni ed è firmatario del CCNL di comparto. Non è possibile che decisioni che hanno pesanti ricadute, non solo sulla salute, ma anche sulla prestazione lavorativa di chi opera in queste istituzioni, siano decise consultando gli organismi rappresentativi dei vertici di università, enti di ricerca e istituzioni AFAM.  Stigmatizziamo il fatto che mentre si svolgeva l’incontro con i sindacati, il Ministro era impegnato per discutere dello stesso argomento con la CRUI.

Durante l’incontro abbiamo ribadito la richiesta di avviare appena possibili i tavoli tematici sulle problematiche dei singoli settori così come promesso dal Ministro nell’incontro dello scorso 19 febbraio. Abbiamo sottolineato come proprio l’emergenza che stiamo vivendo, renda indispensabili interventi per la stabilizzazione del personale precario anche come messaggio di fiducia rispetto alla ripresa del Paese.

Abbiamo, inoltre, condiviso la richiesta di un breve rinvio delle prove di accesso al V ciclo del TFA sostegno previste per il 2 e 3 aprile anche in considerazione della difficoltà di molti candidati di registrazione su istanze online a causa della ridotta funzionalità delle segreterie delle scuole.