FLC CGIL
Contro la regionalizzazione del sistema di istruzione fima anche tu

http://www.flcgil.it/@3919461
Home » Attualità » 27 gennaio, Giorno della Memoria: guardare il male in faccia

27 gennaio, Giorno della Memoria: guardare il male in faccia

L’esercizio della memoria e l’identità dei popoli. Fare i conti con la violenza del passato e quella che ci circonda è un atto di coraggio e di responsabilità, ma anche una possibilità di “redenzione”.

23/01/2015
Decrease text size Increase  text size

Per noi il Giorno della Memoria non è una data da celebrare meccanicamente. È vero che non lo abbiamo mai lasciato passare inosservato, perché è stata l’occasione di proporre e riproporre riflessioni lunghe che accompagnassero noi e i nostri lettori oltre il raccoglimento di un giorno.

In sintonia con la legge che ha dedicato alla memoria il 27 gennaio di ogni anno, il punto di partenza e filo conduttore delle nostre riflessioni è stata la Shoah, quale paradigma di tutte le persecuzioni e della tragedia dell’Europa.

Siamo da sempre convinti, e in questo anche sostenuti dalla produzione editoriale di Edizioni Conoscenza, che l’esercizio della memoria è parte integrante dell’identità dei popoli. È la base su cui si ricostruisce la storia passata e si costruisce la storia futura.

In questi tempi nei quali si rifanno vivi fantasmi del passato, dalla violenza in nome di Dio al razzismo, dallo scontro di civiltà alle sopraffazioni dei diversi, alla rivendicazione delle piccole patrie, dalla crisi della politica a quella della democrazia…, sembra che l’umanità abbia perso davvero la memoria di ciò che è stato o che non ne abbia fatto tesoro. La violenza, purtroppo così tanto all’ordine del giorno, non lascia spazio alla verità.

E così quest’anno, con la rivista “Articolo 33”, abbiamo allargato lo sguardo, riflettendo sulla violenza, sul senso oggi del ricordo di Auschwitz, sulla memoria di tragedie più recenti come la strage di Brescia del 1974.
Perché questa scelta? Lo spieghiamo nell’articolo di apertura sulla rivista: perché oggi dobbiamo “avere il coraggio di guardare il male in faccia, di fissare il nemico negli occhi e dirgli la verità”.

Vai agli articoli della rivista “Articolo 33”.

Edizioni Conoscenza ha messo in rete anche una selezione di articoli, dedicati al Giorno della memoria, pubblicati dal 2008 ad oggi sulla rivista “Articolo 33”. Leggi gli articoli.